Nuovi incarichi per Vittorio Sgarbi

padiglione-italia.jpgVittorio Sgarbi ha ottenuto recentemente due importanti incarichi dal ministro per i beni e le attività culturali Sandro Bondi, è stato incaricato della vigilanza sulle acquisizioni del Maxxi, il museo d’arte contemporanea di Roma e gli è stato affidato l’allestimento del Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011.

La reazione di Sgarbi è stata, come spesso accede, piuttosto colorita: “La mia nomina a curatore del Padiglione Italia della Biennale di Venezia è stata un’idea del ministro Bondi e io la vivo come una sorta di risarcimento: quando ero sottosegretario avrei voluto nominare come curatore dell’intera manifestazione il critico australiano Robert Hughes, che mi sembrava la persona ideale. Ma un’azione proditoria dell’allora presidente della Biennale, Franco Bernabé, bloccò la mia iniziativa e mi presero per il culo sostenendo che era la stessa cosa nominare Bonami”.

Sono molto curioso di vedere quali scelte farà Sgarbi per il padiglione Italia, magari potrebbe essere un banco di prova per una Biennale 2012 curata interamente dal critico Ferrarese. Si vedrà.