VideoConcorso Francesco Pasinetti

concorso, videoIl Liceo Artistico di Venezia, dove ho studiato e del quale ho un ottimo ricordo, in collaborazione con l’Associazione “Amici del Pasinetti”, Circuito Cinema e con il patrocinio della Regione, della Provincia, del Comune e della Municipalità di Venezia, organizza la nona edizione del VideoConcorso “Francesco Pasinetti” Festival del cortometraggio e del micro metraggio.

Il concorso è aperto a tutti, ad eccezione delle sezioni “I giovani raccontano gli anziani” e “Adolescenza come sopravvivere?” che sono riservate alle Scuole medie superiori, alle Accademie e alle Università. 

Se siete dei creativi ed amate esprimervi attraverso i video, ecco delle informazioni utili. Possono partecipare cortometraggi di durata non superiore ai 15 minuti.

Tra i temi, visto l’avvicinarsi del Carnevale, segnalo “Carnevale sconosciuto”: una video ricerca per calli e campielli, di un carnevale nascosto ed originale, fuori dalle direttrici del grande turismo.

Ma di spunti e premi ce ne sono tanti, ad esempio quello offerto dall’Hard Rock Cafè di Venezia, o il premio Maurizio Cosua, che è pensato per video a tema libero.

L’iscrizione, è bene sottolinearlo, è completamente gratuita. Solo per la sezione VideoArte viene richiesta una quota di partecipazione di appena 20 euro.

La giuria sarà presieduta dal critico cinematografico Carlo Montanaro, e sarà composta da esperti del settore e da rappresentanti degli enti coinvolti.

Al primo classificato assoluto verrà consegnato il trofeo Pasinetti, realizzato in vetro di Murano, e 500 euro.

I vincitori delle diverse sezioni riceveranno invece un premio di 300 euro.

I video in formato DVD o mini DV dovranno pervenire entro e non oltre il 12 aprile 2012 al Liceo Artistico “Michelangelo Guggenheim”, Dorsoduro 2613, 30123 Venezia.

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito www.festivalpasinetti.it

 

Venice in Venice

Gerry-Fox-Venice-in-Venice.jpgGerry Fox (artista e produttore cinematografico) ci invita, in una mostra a Palazzo Donà, ad esplorare il cuore di Venezia in Venezia attraverso dei video che si snodano tra le stanze del palazzo gotico alla Fondamente Nuove. Ogni video mostra aspetti diversi della città e, come si legge sul sito: www.veniceinvenice.com della vita e dei luoghi più caratteristici di Venezia. In un ciclo di immagini che complessivamente dura circa 8 minuti, ma che ha richiesto all’artista quasi 3 anni di lavoro. I visitatori possono vagare tra i corridoi del bel palazzo Donà delle Rose, tra i suoi cortili, le stanze e i sotterranei. E’ uno dei palazzi gotici privati più importanti e belli della città e questa è l’ultima occasione per vederlo nel suo stato originale prima che venga trasformato in albergo.

Fox negli ultimi tre anni ha visitato più volte Venezia per catturare i rituali e lo sfarzo di eventi come la Regata Storica, la Festa della Madonna della Salute o quella del Redentore e, infine il Carnevale, ma ha indagato anche il lato meno noto di Venezia: su una barca è ‘scivolato’ tra i canali seguendo con lo sguardo il continuo mutare dei muri che fiancheggiano il percorso. Di notte, questi stessi corsi d’acqua vengono illuminati da luci spettrali, in un gioco di riflessi e rimandi tra i ponti e le facciate dei palazzi. Non manca la città che vive, lavora, produce: nei suoi video vediamo i pescivendoli e i fruttivendoli del mercato di Rialto, la zona industriale di Marghera, ma anche le tragiche immagini dell’alluvione del 2008 in contrasto con la frenesia della Biennale e del Festival del Cinema.

Fox alterna la slow motion, che rispecchia la sensazione di lentezza che spesso si avverte in città con riprese accelerate per catturare la frenesia di feste ed eventi. La sequenza delle immagini ci conduce attraverso i molteplici luoghi, umori e visioni che danno forma e vita a questa città unica al mondo.