La Notte dei Satelliti

Gaia Award.jpgL’offerta televisiva negli ultimi anni è in continuo aumento. Venerdì 25 novembre si svolgerà a Venezia la serata finale degli Hot Bird Tv Awards, con la premiazione dei migliori canali e programmi diffusi dai satelliti Eutelsat in Europa.

Hot Bird Tv Awards è un evento internazionale che dal 1998 premia la qualità e l’innovazione della televisione satellitare. La cerimonia di premiazione è prevista per venerdì 25 novembre a Venezia, presso il complesso della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, che ospiterà più di 200 broadcaster da ogni parte del mondo, che si contenderanno riconoscimenti nelle seguenti categorie: Children’s, Cinema, Culture/Education, Documentaries, Fiction/General Entertainment, Lifestyle, Music, National Window, News, Sports. 

Saranno inoltre assegnati i riconoscimenti speciali Best New Channel of the Year e l’ormai popolarissimo People’s Choice Award, vinto dal canale che riceverà il maggior numero di preferenze da parte degli spettatori che avranno votato tramite il sito hotbirdtvawards.com. 

A decretare i vincitore assoluto sarà invece una giuria internazionale composta da esperti di media e responsabili di alcune fra le maggiori associazioni di settore.

Per l’Italia ci sono sei nomination: Sky Cinema 1 HD, Babel, Rai Storia, SkyUno, Rai 5, Tg Norba 24. Quindi incrociamo le dita.

Per ogni altra informazione: hba@promospace.it – www.hotbirdtvawards.com. Sul sito inoltre sarà possibile seguire la diretta della cerimonia di premiazione in streaming, a partire dalle 21.30 circa.

 

Mass media e società

labia.jpgVenerdì 18 dicembre a Palazzo Labia a Venezia (sede regionale della Rai), si terrà una giornata di studio e dibattito sul sistema informativo della regione Veneto. Al centro della discussione un’analisi dei vari media e delle aspettative dei cittadini nel loro confronti.
L’iniziativa è stata promossa dal Consiglio regionale del Veneto, in collaborazione con la Conferenza regionale economia e lavoro, il sindacato e l’ordine dei giornalisti.

Il confronto tra politici, costituzionalisti, direttori di testate e numerosi esperti di comunicazione radiotelevisiva e telematica sarà preceduto dalla presentazione di un sondaggio effettuato per conto del Consiglio regionale dall’istituto di ricerca ”Demos&Pi” e illustrato dal professor Ilvo Diamanti. L’obbiettivo è rilevare l’evoluzione dei consumi mediatici nel Veneto e il grado di soddisfazione di lettori, radioascoltatori, telespettatori e utenti della rete.

Ma non si tratta solo di fotografare i cambiamenti del sistema informativo nella regione, che continua a veder nascere nuove testate, ma anche e soprattutto quello di provare a valutare l’offerta informativa di televisioni, radio, siti web, quotidiani e periodici, in relazione alle esigenze della società.