Ultimo post del 2012

2013, capodanno, festaUltimo post dell’anno sul blog di VirgilioVenezia, e naturalmente lo uso per farvi i miei auguri, oltre che per ricordarvi alcuni tra i tanti appuntamenti, se volete festeggiare l’arrivo del 2013 a Venezia.

Da anni ormai, come saprete anche leggendo questo blog, si festeggia il capodanno in Piazza San Marco a Venezia e piazza Ferretto a Mestre, come d’altra parte in tutte le maggiori piazze italiane, ma la solita offerta, fatta di musica e fuochi d’artificio, quest’anno si rinnova, dando vita ad una nottata tutta particolare, che regalerà le emozioni del Carnevale veneziano in un susseguirsi di spettacoli all’insegna della musica, della danza e delle maschere, tutte rigorosamente bianche.

Se volete passare un “Bianco Capodanno” sapete quindi dove andare.

Se invece alla piazza preferite il teatro, ecco il mio consiglio, ad un prezzo decisamente abbordabile.

Un capodanno tutto da ridere, con «HA HA HA» degli OKIDOK il 31 dicembre al teatro Goldoni dalle 21:00.

Uno spettacolo costruito su una successione di sketch, tanto improbabili quanto divertenti, dove l’insolito e l’imprevisto incrocia continuamente l’inventiva dei due buffi protagonisti in scena.

 

Capodanno con gli OKIDOK

teatro goldoni, capodanno, teatroArrivano dal Belgio, sono in due e da più di 24 anni lavorano per perfezionare il loro clown. Per la prima volta a Venezia la Compagnia OKIDOK presenta «HA HA HA», un titolo indubbiamente semplice ed efficace, che la dice lunga sul tenore e sui contenuti del loro spettacolo.

In scena, due buffi personaggi i cui costumi e il naso rosso rimandano alla grande tradizione dei clown. Ma la tradizione si arricchisce di un immaginario surreale, unito ad un senso innato della comicità e ad una tecnica acrobatica senza pari. Tutti questi elementi fanno di «HA HA HA» uno spettacolo originale, diverso, sorprendente, coinvolgente, un po’ cartone animato, un po’ teatro di figura.

Uno spettacolo costruito su una successione di sketch, tanto improbabili quanto divertenti, dove l’insolito e l’imprevisto incrocia continuamente l’inventiva dei due protagonisti. Uno spazio vuoto, sobrio che solo alcuni oggetti riescono a scuotere diventando pretesto per nuove, imprevedibili, gag.

Per chi volesse passare la serata del 31 dicembre a teatro, il Goldoni alle ore 21:00 propone un appuntamento speciale con «HA HA HA» degli OKIDOK.

 

Prima per l’Hamlet di Ostermeier

teatro goldoniIl 41^ Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia apre oggi i battenti premiando la scena tedesca e in particolare quella berlinese, con il Leone d’oro alla carriera assegnato al più giovane artista che la storia della Biennale ricordi, Thomas Ostermeier e il Leone d’argento, che la Biennale di Venezia ha istituito per le giovani generazioni, attribuito al collettivo artistico dei Rimini Protokoll. 

In serata l’appuntamento è al Teatro Goldoni per la prima di Hamlet, nella graffiante versione dello stesso Ostermeier.

La Biennale Teatro di quest’anno è stata pensata da Alex Rigola, il neo direttore, come un festival-laboratorio. Sono stati chiamati a partecipare i migliori nomi della scena internazionale, tra attori, registi, coreografi, architetti e scenografi, esperti di video e luci, che dialogheranno tra loro e con il pubblico attraverso spettacoli, incontri e tavole rotonde.

La riflessione al centro di tutto è quella sul fare teatro oggi, La Biennale, da sempre attenda alle sperimentazioni più estreme, non poteva quindi che scegliere la coinvolgente innovazione dell’Amleto del quarantaduenne regista tedesco per lo spettacolo d’apertura di questa edizione.

The Art of Hard Rock

mostra, rock, teatro goldoniDa martedì 14 giugno aprirà i battenti la mostra “The Art of Hard Rock”, resa possibile dalla collaborazione tra l’Hard Rock Cafe di Venezia, a due passi da Piazza San Marco, Venezia Marketing Eventi, l’ospitalità del Teatro Comunale Carlo Goldoni e il Patrocinio del Comune di Venezia.

Il 14 giugno non è una data a caso, ma bensì segna i 40 anni dall’apertura del primo storico Hard Rock Cafe di Londra.

Per 40 giorni 40 opere di visual art a firma delle star del rock internazionale come Ringo Starr, Jim Morrison, Michael Jackson, Pete Towshend, Roger Daltrey, John Entwistle, Frank Zappa, Paul Stanley dei Kiss, George Clinton, per citarne solo alcuni, saranno esposte al Teatro Goldoni nel cuore di Venezia fino a domenica, dalle 11:00 alle 19:00, ad ingresso libero.

Disegni, dipinti e maschere decorate ad opera di leggende della musica pop e rock, unite a lavori di grandi illustratori legati con le loro copertine di album alla storia del rock, dalla stagione della psichedelia all’eclettismo degli anni Settanta passando per la pop art di Peter Max e per gli storici bozzetti per i cartoni animati del film “Yellow Submarine” dei Beatles.

Elisa al teatro Goldoni

IVY.jpgAcqua e fuoco, due elementi, in apparente opposizione, diventano l’anima unica del doppio tour di Elisa. Il nuovo progetto live della cantautrice di Monfalcone si sdoppia infatti in due spettacoli con scaletta e scenografie diverse, uniti dalla natura acustica del concerto. Sette le date venete della tournée Ivy I & II che il 30 e il 31 marzo sarà di scena al teatro Goldoni di Venezia.

Due spettacoli diversi per un unico tour: così Elisa torna ad esibirsi dal vivo sui palcoscenici delle principali città italiane. Proseguendo nel successo del suo ultimo progetto discografico “Ivy”, che si sdoppia nella nuova sorprendente tournée “Ivy I & II” che giocherà su due degli elementi primari della natura: “acqua” e “fuoco”, atmosfere nordiche e sognanti del primo evento, calde e terrene del secondo.

30/03/2011 21:00
ELISA @ Teatro Goldoni, Venezia

31/03/2011 21:00
ELISA @ Teatro Goldoni, Venezia

Dopo Venezia il tour prosegue a Brescia il 2 Aprile e successivamente a Udine. È il tour più lungo che Elisa abbia mai fatto e così l’artista ha pensato di preparare due scalette, ma non solo brani diversi, anche luci, video e scenografie. Ivy I & II nelle oltre 50 date darà forma al sorprendente progetto discografico Ivy, già disco di platino. Un album acustico che si declina tra inediti, hit riarrangiate e cover.

Ne è nato un tour unplugged che, giocoforza, ha come suo spazio ottimale l’ambiente raccolto del teatro, quindi tutti al Goldoni per farsi sorprendere dalle sonorità e dalle atmosfere che rappresentano meglio d’ogni parola i gusti, le passioni e la particolare sensibilità di un’artista molto originale e capace, come Elisa.

Immanuel Kant al Goldoni

goldoni.jpgOggi alle 20:30, con l’Immanuel Kant di Thomas Bernhard, prende il via la stagione di prosa del Teatro Goldoni di Venezia. Lo spettacolo sarà in cartellone fino al 24 ottobre e poi si sposterà al Teatro Verdi di Padova dal 2 al 7 novembre.

Immanuel Kant è la storia di un viaggio immaginario che, nella creazione di Bernhard, il filosofo tedesco compie su un piroscafo diretto in America, dove spera di poter curare la propria cecità.

La regia è di Alessandro Gassman, che definisce quest’opera una tragedia comica, in cui ha cercato di evidenziare gli aspetti brillanti, senza comunque sminuirne la drammaticità che pervade l’intera narrazione.
La commedia di Bernhard mette infatti in scena un’umanità meschina, ottusa ed incapace di comunicare, nella sua traversata metaforica del mare, fa emergere, pur tra numerosi elementi comici, un diffuso pessimismo nei confronti del prossimo, spesso dipinto come volgare e succube dei suoi vizi.

Nell’intento di Gassman, reduce dai successi di «Roman e il suo cucciolo», da lui diretto ed interpretato nei mesi scorsi, c’è raccontare la nostra società tramite il potente strumento dell’ironia.

Ocio, ciò!

ocio-cio.jpgLe truffe sono un problema noto e antico, che acquista una connotazione particolarmente fastidiosa quando le vittime sono state scelte di proposito in categorie particolarmente deboli, in particolare quando si tratta di anziani.
Oggi pomeriggio a Venezia si terrà, proprio rivolto agli anziani, un interessante momento di informazione e spettacolo contro le truffe, i furti e i raggiri.
Tutti i ‘nonni’ del centro storico e delle isole sono invitati al Teatro Goldoni alle ore 16:15.
I presenti riceveranno informazioni utili su come difendersi da furti e truffe e potranno farsi quattro risate con il cabaret di “Café Sconcerto“.
L’ingresso è gratuito e verrà anche distribuito un manuale anti-truffe dal titolo “Ocio ciò a Venezia“, realizzato con la collaborazione di 13 gruppi anziani di Venezia, Murano e Burano, e stampato in 8.000 copie per quelli che vengono definiti i “giovani della Terza età”.

Il programma della giornata prevede interventi di:

– l’Assessore alle Politiche Sociali, Sandro Simionato
– il Questore di Venezia, Fulvio Della Rocca
– il Presidente della Municipalità di Venezia Murano Burano, Enzo Castelli
– il Delegato alle Politiche sociali della Municipalità, Ugo Lapiccirella
– le Presidenze di Actv e Vela, partner del Progetto assieme alla fondamentale collaborazione della Polizia di Stato.

Il progetto “Ocio, ciò! – Anziani e sicurezza” è promosso dall’Unità operativa Attivazione Risorse dell’Osservatorio Politiche di Welfare e dal Servizio Anziani del Comune di Venezia.