La Mostra del Cinema in Streaming

streaming, cortometraggio, lido, corti, biennaleTra le tante innovazioni, che negli ultimi anni sono entrate nelle nostre case, e hanno modificato le nostre abitudini, c’è anche la possibilità di visionare contenuti video in streaming.

La banda larga ha contribuito ad arricchire a dismisura, una già vasta offerta di audiovisivi, e vedere film o serie tv in streaming, è ormai piuttosto comune, soprattutto tra i più giovani.

Chi non conosce bene l’argomento potrebbe pensare che tutti quelli che guardano film su internet sono dei ladri o dei pirati, ma naturalmente non è così, la tecnologia è uno strumento potente, ma l’uso che se ne fa dipende solo da noi.

E’ possibile sfruttare la banda larga per accedere a contenuti video assolutamente legali, a pagamento o gratuiti.

Tra le tante novità della 69^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che aprirà i battenti al Lido di Venezia il 29 agosto, ci sarà la possibilità di vedere in streaming (in contemporanea con le proiezioni in sala) 10 lungometraggi e 13 corti della sezione Orizzonti.

I biglietti per le proiezioni virtuali sono acquistabili a partire da lunedì 20 agosto sul sito www.labiennale.org.

Una volta effettuata la registrazione, si potrà acquistare il biglietto del costo di 4,20 euro (valido per un lungometraggio o per uno dei due programmi di corti), ottenendo un link personale che consentirà una visione non ripetibile. Ciascun titolo (in lingua originale con sottotitoli in inglese) sarà disponibile per la visione in streaming nell’arco delle 24 ore, a partire dalle ore 21:00 del giorno della presentazione ufficiale del film alla Mostra.

Una interessante occasione per chi non può essere al Lido e potrà così vedersi i film comodamente dal proprio computer, ovunque, nel mondo.

 

Helicotrema – Festival dell’audio registrato

serra, Festival sonoro, ascolto collettivo, radiodrammi, streaming, Radio PapesseHo sempre amato molto i libri, e visto che mi ritengo un innovatore, o almeno uno che ci prova ad esserlo, ho pubblicato degli ebook, e da qualche tempo gestisco un sito dedicato agli audiolibri e collaboro con un importante editore specializzato in queste particolari pubblicazioni.

Ho sempre creduto che i libri, oltre che leggerli sia possibile ascoltarli, in particolare se chi li legge per voi lo sa fare bene.

L’esperienza dell’ascolto, sia essa di un classico, piuttosto che di una nuova proposta, è sempre interessante e può riservare grandi emozioni.

Se poi l’esperienza di ascolto è collettiva, un po’ come se stessimo ad un concerto o ad una lettura di poesie, la componente emozionale può essere ulteriormente amplificata. Per questo parlo volentieri di Helicotrema, un Festival davvero originale che si concluderà il 16 giugno a Venezia.

Tutto di questo evento risulta interessante, ad iniziare dall’immagine scelta per i manifesti che ha subito catturato la mia attenzione, e senza la quale probabilmente non avrei mai saputo dell’iniziativa.

Per tre giorni la Serra dei Giardini di Castello, di cui già ho parlato in passato in questo blog, diventerà la suggestiva sede di un festival sonoro unico nel suo genere. Ma niente concerti. Solo radiodrammi. O meglio ancora, opere sonore di artisti e autori internazionali da ascoltare, in modalità collettiva.

E per non farsi mancare nulla poi Helicotrema si potrà ascoltare anche in diretta streaming, grazie alla piattaforma online di Radio Papesse, così anche se non sarete a Venezia potrete comunque partecipare.

Il festival è iniziato ieri, ma per ovvi motivi mi limito a riportarvi il programma di oggi e domani. Io penso che oggi lo seguirò in streaming, mentre sabato farò un salto live alla serra. Buon ascolto!

serra, Festival sonoro, ascolto collettivo, radiodrammi, streaming, Radio Papesse

15 giugno
dalle 19.00 ascolto collettivo dei lavori di: Paolo Pennuti ed Elisa Ferrari, Alessandra Messali, Andrea Morbio e Carol Sabbadini
dalle 21.00 i lavori di: Giulio Squillacciotti, Raqs Media Collective, Hildegard Westerkamp, Elisa Strinna

16 giugno
dalle 17.00 ascolto dei lavori di: Valentina Roselli, Meris Angioletti, Mark Peter Wright, Don Simmons,
Petri Kuljuntausta.
dalle 19.00 i lavori di: Caterina Rossato, Gaëtan Robillard, Marcelline Delbecq, Giulia Marzin.
dalle 21.00 i lavori di: TSO, Saskia Holmkvist, Blauer Hase