La vittoria di Lebanon

1250729895.jpgLebanon ha vinto la 66a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

La giuria del concorso, presieduta da Ang Lee, ha premiato il film diretto dall’esordiente regista israeliano Samuel Maoz, che racconta la Prima guerra del Libano nel giugno 1982, mettendo in luce atrocità e violenze.

Premiato con il Leone d’argentoDonne senza uomini” (Women without men), della regista iraniana Shirin Neshat; un’opera che narra la vita di quattro donne che si intreccia con le vicende del loro Paese nel 1953, anno in cui il governo democraticamente eletto subì un colpo di stato.

Il Gran Premio della Giuria è andato alla pellicola forse più amata dal pubblico di questa edizione della Mostra: “Soul kitchen” di Fatih Akin.