La Gondola di plastica

gondoeta.jpgMolti giornali locali e nazionali hanno riportato in questi giorni la notizia, se così vogliamo definirla, della Gondola di plastica.
Non mi riferisco al souvenir di dubbio gusto, made in Taiwan, che si trova su molte bancarelle e che, a quanto pare ha sempre il suo mercato. Parlo bensì di una proposta di sostituzione delle tradizionali gondole in legno con delle più economiche e, pare resistenti, in vetroresina.

Alla sola idea i gondolieri sono insorti e l’Ente Gondola, istituzione che tutela la conservazione dell’imbarcazione tradizionale veneziana e della figura del gondoliere, ma ribadito che un regolamento comunale vieta la costruzione di gondole con materiali diversi dal legno.

Ogni Gondola DOC è composta infatti da sette essenze lignee diverse, lavorate sapientemente da artigiani locali, per un costo complessivo di circa 25-30.000 euro a barca.

I Cantieri Navali Brindisini di Giuseppe Gioia che avevano proposto la Gondola in vetroresina non si sono scomposti più di tanto, hanno comunque realizzato un prototipo che, anche se molto probabilmente non solcherà mai i canali di Venezia, potrà forse trovare un discreto apprezzamento all’estero, dove le gondole sono entrate nell’immaginario collettivo, e riproduzioni di tutti i tipi hanno un florido mercato.