Pasqua Last Minute in laguna

79168809.jpgIntanto permettetemi un sincero augurio pasquale a tutti i miei lettori. Ricaricate le batterie, perché tra poche ore (almeno per la maggior parte di voi) si torna al lavoro.

Se in questi giorni, e magari proprio oggi, avete deciso di fare un salto a Venezia di sicuro avrete trovato molti spunti interessanti, il tempo non è stato dei migliori purtroppo, ma ci sono diverse mostre in città, oltre a palazzi, monumenti e musei per tutti i gusti, che non necessitano certo di una presentazione da parte mia.

Nel complesso, visto il tempo piovoso e la crisi economica, di cui è impossibile astenersi dal parlare, le presenze pasquali negli alberghi di Venezia, sono andate piuttosto bene, in gran parte pare grazie ai last minute: infatti il trend sembrava essere molto negativo fino a qualche giorno fa, ma poi è arrivata la piacevole sorpresa. A quanto pare gli italiani non hanno rinunciato a qualche giorno di festa, c’hanno solo riflettuto un po’ più del solito, ma alla fine sono partiti.

Rispetto allo scorso anno c’è stata una flessione nelle prenotazioni, ma la situazione è tutt’altro che negativa, in particolare se si prende in esame la presenza di stranieri, che pare addirittura essere in aumento.

Nel complesso, nonostante la categoria degli albergatori pare amare molto lamentarsi, l’80% delle stanze era occupate nei giorni del 7 e 8 aprile, e pure oggi sono sicuro che la città sarà piena.

Certo, l’andamento è ancora piuttosto altalenante e i viaggiatori sembrano propendere per soggiorni brevi, nei quali grande attenzione è riservata al rapporto qualità – prezzo, ma nel complesso il periodo pasquale si chiude positivamente, facendo ben sperare per il ben più importante appuntamento estivo.

 

Pasqua al museo

fontego.jpgCome ho detto qualche post fa, il Museo di Storia Naturale di Venezia ha riaperto ed offre un allestimento nuovo e suggestivo.

Il nuovo percorso si snoda lungo undici sale al primo piano del Fondaco dei Turchi. Vi sono importanti novità rispetto a quando da bambino visitavo questo museo e restavo affascinato davanti ai resti dei dinosauri. In un’ottica museografica più moderna, hanno fatto la loro comparsa nuove zone adibite all’accoglienza al piano terra, con un giardino recuperato per il museo e per la città.

Un nuovo approccio museologico e un impianto museografico rinnovato hanno dato vita ad un museo moderno ed originale, che non si ferma qui e guarda avanti verso un ulteriore prossimo ampliamento.

Riaperto al pubblico il 10 marzo, con un orario che al momento prevede solo tre giorni di apertura alla settimana, per consentire il completamento di altre nuove sale, il Museo di Storia Naturale di Venezia è stato letteralmente preso d’assalto in questi giorni, con punte di 2000 visitatori nei fine settimana.
Per questo i Musei Civici di Venezia hanno previsto, per le vacanze di Pasqua, un’apertura straordinaria. Sarà quindi possibile visitare il museo tutti i giorni dalle 10 alle 18, fino a lunedì 5 aprile compreso.

Usufruendo così dei nuovi spazi e delle tante proposte per i bambini e per i giovani, in un allestimento coinvolgente, ricco di reperti rari e preziosi, curiosità e tre grandi aree tematiche, per andare alla scoperta della storia del nostro pianeta.