La Madonna dell’Orto

madonna-orto.jpgLa Madonna dell’Orto è una delle nove parrocchie del sestiere di Cannaregio, in cui abito. In particolare io sto a Sant’Alvise, la parrocchia vicino alla Madonna dell’Orto, in pratica ci passo tutti i giorni.
Credo che, per chi non la conosce, il nome di questa chiesa sia piuttosto curioso, come spesso capita a Venezia, in questo caso l’origine si ha nella devozione popolare.

La gente, iniziò infatti a chiamare così la chiesa di S.Cristoforo, dopo che vi fu collocata una statua della Vergine, ritenuta miracolosa.
La statua in questione era stata scolpita da Giovanni De Santi, su committenza del parroco di Santa Maria Formosa, che però la rifiutò, non trovandola di suo gusto.

Lo scultore quindi la sistemò provvisoriamente nell’orto di casa sua, poco lontano dalla chiesa di S.Cristoforo.
Qui, secondo la leggenda, la statua di pietra tenera ancora incompiuta, iniziò ad emanare strani bagliori durante la notte: la notizia si diffuse presto in tutta la città e il luogo divenne meta di pellegrinaggi.

A questi strani bagliori seguirono dei miracoli e, come prevedibile, un conseguente aumento della venerazione popolare, tanto che il Vescovo chiese al De Santi di spostare la statua all’interno di una chiesa per permettere una migliore venerazione. L’artista la offrì dunque ai frati di

S.Cristoforo, che il 18 giugno 1377 la collocarono in chiesa.

Nel 1414 poi, il Consiglio dei Dieci concesse alla chiesa l’uso del nome “Madonna dell’Orto“, come ormai già ampiamente consolidato a livello popolare.