Un fine settimana di grande musica

pianoforteVogliamo parlare dell’acqua alta? No dai, tanto avrete sentito parecchie cose al Tg, diciamo solo che non era così alta da circa 2 anni e che son contento di abitare al secondo piano.

Cerchiamo di pensare ad altro, magari divertendoci un po’ nel fine settimana, nonostante il freddo e “l’umidità”.

Vi segnato tre appuntamenti interessanti, tra sabato e domenica.

Sabato 3 novembre, a chiusura della rassegna MUSICA AI FRARI 2012, si esibirà in concerto il duo formato dal trombettista sardo Paolo Fresu, da tempo uno dei più celebri ambasciatori del jazz italiano nel mondo, e dal talentuoso polistrumentista marchigiano Daniele Di Bonaventura, in questo caso apprezzato specialista del bandoneon.

Sempre  il 3 novembre, segnalo “Paesaggi immaginari” un concerto della nona edizione di Ex Novo Musica 2012, che si terrà a Teatro La Fenice.

Domenica 4 invece, ci allontaniamo da Venezia, almeno idealmente, ma senza muoversi dalla laguna, con “All’ombra del Vesuvio”, evento che rientra nel Festival Antichità, Mitologia e Romanticismo.

Interpreti di questo appuntamento musicale dalle forti suggestioni, ospitato a Palazzetto Bru Zane, saranno: Gabrielle Philiponet, soprano; NN, mezzosoprano Thomas Bettinger, tenore; Aimery Lefèvre, baritono Frédéric Caton, basso; Stéphane Jamin, pianoforte.

 

Una notte di riflessioni sulla green economy

3132195790.jpgCome avevo ricordato qualche tempo fa, Venezia parteciperà all’evento Notte Verde del Nordest, una lunga notte nel segno della sostenibilità, che sabato 5 maggio 2012 coinvolgerà venti città e quartieri dell’area metropolitana compresa tra Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.

Dal tardo pomeriggio a notte fonda, la Notte Verde, oltre che occasione di svago con musica e spettacoli, sarà un importante momento di confronto – tra cittadini, istituzioni ed imprese – sui progetti realizzati e sulle nuove prospettive della green economy.

Caratterizzeranno infatti l’evento dibattiti e workshop, presentazioni di progetti e prodotti, performance musicali, teatrali ed artistiche, degustazioni di prodotti biologici ed esplorazioni delle migliori esperienze sostenibili: tecnologie pulite ed energie alternative, agricoltura, mobilità e gestione dei rifiuti, bioarchitettura, paesaggio e design.

Tra i tanti eventi in programma vi segnalo:

Al Planetario del Lido di Venezia, l’Associazione Astrofili Veneziani terrà nel pomeriggio di sabato 5 maggio, a partire dalle ore 16:00 fino al tramonto, un’osservazione pubblica guidata al telescopio.

L’osservazione si concentrerà sulle macchie solari ed avrà luogo nella terrazza antistante il Planetario del Lido, sul Lungomare Marconi, all’interno del parco pubblico Askenasi (ex Luna Park).

Sempre al Lido, segnalo una passeggiata nell’oasi degli Alberoni per riconoscere i rapaci notturni, guidata da  esperti del WWF.

I partecipanti potranno  osservare nella pineta dell’Oasi delle Dune gli abitanti della notte che popolano gli Alberoni, e che si possono trovare anche in altre zone del territorio veneziano. Si tratta di uccelli molto belli, eleganti e silenziosi.

L’appuntamento per chi desiderasse partecipare è alle ore 20:30 del 5 maggio, presso Piazza Alberoni, angolo via Ca’Rossa.

Visita la pagina di Virgilio Venezia su Facebook

Segui Virgilio Venezia anche su Twitter

Vota le news di
Virgilio Venezia

La notte verde

teatro, musica, artistiA Venezia ritornano la musica e l’arte di strada in una lunga notte “verde”. Spettacoli tra calli, campi e campielli, con i quali la città lagunare vuole tornare ad essere importante riferimento per la musica e l’arte di strada.

La festa, all’insegna della sostenibilità, come si evince dal suo nome, intende porsi come ideale proseguimento di quell’attenzione nei confronti del teatro di strada, che trova nel Carnevale di Venezia il suo momento di più alta espressione.

Obiettivo a medio termine è invece quello di arrivare alla definizione di Venezia come “città amica della musica e dell’arte di strada”, in grado quindi di ospitare gli artisti che hanno fatto degli spazi urbani il palcoscenico ideale per la loro creatività.

La manifestazione si articola in molteplici spazi del centro storico e in alcuni della terraferma, mediante diversi spettacoli musicali e teatrali. Verrà riattivato, anche attraverso la collaborazione con l’associazione Mandragola, socia della Federazione Nazionale Arte di Strada, il libero esercizio (l’andare a cappello), mediante l’adozione di un regolamento provvisorio valido per la notte verde, un primo passo per ripensare il regolamento comunale sulla musica e sull’arte di strada.

Se siete degli artisti  di strada o semplicemente vi piacerebbe partecipare all’evento che si terrà il 5 maggio 2012, visitate il sito www.notteverdevenezia.eu e compilate l’apposito modulo.

 

Novità in arrivo

actv, vaporetti, musica, biennaleChi crede che a Venezia tutto sia immobile ed immutabile si sbaglia di grosso, le novità ci sono, sono numerose e con esse spesso arrivano anche un po’ confusione e polemiche, come probabilmente capiterà per la piccola rivoluzione che vedrà protagonista l’Actv dal 2 novembre: cambiano infatti i numeri delle linee e ci sarà anche una nuova grafica sui pontili. Il tutto sarà preceduto da una campagna pubblicitaria di informazione, che si spera efficace, perché perdersi a Venezia è già abbastanza facile.

Le linee che cambiano numerazione saranno in tutto una decina. In molti casi si torna alla soluzione preesistente, in altri vengono istituiti nuovi numeri. Torna ad esempio la linea 3, ma non sarà più il vaporetto lungo il Canal Grande, bensì il collegamento diretto per Murano. Insomma, fate attenzione o rischiate di non arrivare a destinazione.

Altra novità riguarda la Biennale. Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Giancarlo Galan, ha infatti avviato le procedure per la nomina del Cavaliere del Lavoro Giulio Malgara quale nuovo Presidente della Fondazione la Biennale di Venezia.

Il Ministro Galan – attraverso un comunicato stampa – ha ringraziato Paolo Baratta per la preziosa opera svolta nel corso degli otto anni trascorsi alla guida della più prestigiosa istituzione culturale italiana, ricordando i successi conseguiti nel recupero delle sedi storiche della Biennale, nel rilancio della Mostra del Cinema e dei settori dello spettacolo dal vivo oltre a quelli dell’architettura e delle arti visive.

Il Ministro ha poi augurato al dottor Malgara ogni successo nel delicato compito che gli è stato affidato e agli auguri ci uniamo ovviamente anche noi (plurale maiestatis? No, intendo io e chi mi legge).

Infine “E’ l’amore che conta”, no non è uno slancio di romanticismo, ma il titolo del nuovo singolo di Giorgia, che si unisce al club degli artisti che hanno scelto Venezia come location per un loro video.

L’idea di girare nella città lagunare è in realtà partita dal regista Gaetano Morbioli e subito raccolta dalla cantante che ha uno speciale legame col Veneto. La canzone è ai vertici della classifica dei brani più trasmessi dalle radio, ed è stata scritta da Busbee, uno degli autori più importanti del mercato americano, già collaboratore di artisti come Katy Perry, Timbaland e Anastacia.

Notte Bianca 2011

notte-bianca-venezia.jpgIniziano a profilarsi gli eventi in programma per la prima Notte Bianca di Venezia. L’iniziativa ha fin dal suo nome una spiccata propensione per l’arte: musei e gallerie resteranno infatti aperte tutta la notte.

L’”Art Night Venezia” si svolgerà il 18 giugno 2011 e sarà la prima Notte Bianca della città lagunare, dunque un momento da condividere e da vivere al massimo, studiato sia per i turisti che per i veneziani.
Ma non saranno solo i musei a fare da incubatori di iniziative poiché tanti saranno gli appuntamenti in programma, e sarà davvero facile imbattersi in qualcosa di interessante semplicemente passeggiando tra calli, ponti e campi, nei quali trovare una grande varietà di gruppi musicali ed artisti di strada.

Si tratterà di una serata in grande stile, con tanti appuntamenti gratuiti, per avvicinare chiunque all’arte e a questo particolare ed innovativo modo di viverla. Varie le istituzioni che sono già al lavoro per assicurare la buona riuscita dell’iniziativa, sancita dalla collaborazione tra l’Università Ca’ Foscari, il Comune di Venezia e la Municipalità di Venezia, Murano e Burano.

Il programma definitivo della notte bianca di Venezia 2011 non è stato ancora divulgato, tuttavia l’elenco delle iniziative è destinato ad attrarre moltissime persone in arrivo da tutta Italia: è dunque opportuno prenotare un hotel o un ostello a Venezia senza indugiare troppo.
Per ora dell’evento si sa poco altro, concludo con un accenno al logo scelto, che fonde la luna con il ferro della gondola, riassumendo in modo molto chiaro ed efficace gli elementi alla base dell’iniziativa ed il suo contesto territoriale.

Venice Music Awards 2010

VMA.jpgIeri sera è andato in scena al Pala Galileo del Lido di Venezia il Venice Music Awards 2010.

L’evento condotto anche quest’anno da Amadeus, con l’aiuto della bella Laura Barriales, sarà trasmesso sabato 24 luglio in prima serata su RAI2.

Tra i cosiddetti Big a ricevere un riconoscimento ricordo: Enrico Ruggeri, Max Gazzè, Edoardo Vianello e Paola Turci, ma molto spazio è stato dato ai giovani, guidati da Marco Carta che a Venezia ha ricevuto il premio come “miglior voce del 2010” tra gli altri volti nuovi del panorama musicale c’erano Giusy Ferreri, nata ad X Factor, Valerio Scanu rivelazione di Amici e di Sanremo 2010, Emma Marrone, premiata come miglior artista femminile 2010 e Loredana Errore anche loro provenienti dal reality Amici di Maria De Filippi.

Riconoscimenti speciali per l’impegno nella promozione della musica e nel sociale sono andati invece a Renzo Arbore e Roberto Vecchioni.

Cosa fare a Carnevale

55598437.jpgContinuo a segnalarvi alcuni eventi in occasione del Carnevale.
Vediamo cosa si può fare a Venezia a metà settimana, si tratta, va detto, di una selezione molto parziale, l’offerta di Sensation è estremamente ricca.

La Maschera – persona e personaggio – apparenza e verità
Si tratta di una mostra sulla Maschera e il mascherarsi a Carnevale. E’ curata dal semiologo Alberto D’Atanasio ed è allestita ai Magazzini del sale a Dorsoduro. Fino a martedì 16 febbraio.

Arte e cioccolato
Mostra di maschere d’autore con cioccolata calda in galleria. A cura dell’Associazione Culturale il Leone di Plastica. Ingresso libero.
Da Sabato 6 a martedì 16 febbraio, ore 15.00 – 20.00 e su appuntamento, presso la 795 Art Gallery, in Fondamenta San Biagio 795 alla Giudecca.

Licet insanire
Happening di musica live, dj set, poesia e arte a cura della Compagnia de “I Giovani Antichi”.
Da martedì 8 a lunedì 15 febbraio, ore 18.00 – 23.00 in Campo San Maurizio

Lezione di cucina in Campo
Lezione di cucina sulla vaso cottura, a cura dello chef  Cristian Mometti.
Campo San Geremia, ore 11.00 – 12.30
Lezione di cucina con lo chef Marco Campaner “La cucina mediterranea
Cannaregio – Giovedì 11 Febbraio 2010 – ore 15:00
Per prenotare la lezione: lezioni.campogusto@gmail.com

AFRO-CARIBBEAN STREET CARNIVAL dj-set e live showcase
6 giornate di sensibilizzazione verso la situazione che sta vivendo la popolazione di Haiti.
A cura dell’Associazione “Venezia Città Sociale”.
In collaborazione con Soulfood Promotions, Radio Base e Alliance Française.
Dal 11 al 16 febbraio, Strada Nuova, Rio terà S.Leonardo, ore 12.00 – 13.00,  23.00 – 02.00

 

 

Arlecchino aprirà il Carnevale 2010

arlecchino.jpgSarà l’”Arlecchino servitore di due padroni” interpretato da Ferruccio Soleri ad aprire, sabato 6 febbraio, il Carnevale di Venezia 2010. Sensation 6 sensi per 6 sestieri, in programma fino a martedì 16 febbraio.

Il Carnevale riproporrà l’ormai collaudato format Sensation, 6 sensi per 6 sestieri. Filo conduttore degli eventi e degli spettacoli i 5 sensi abbinati ai sestieri in cui si divide la città: olfatto a Santa Croce, gusto a Cannaregio (il mio sestiere), vista a San Polo, tatto a Castello, udito a Dorsoduro, a cui si aggiunge il sesto senso nel sestiere di San Marco.

Dopo Dario Fo, un altro artista di straordinario rilievo inaugurerà i dieci giorni di maschere, spettacoli, colori e musica che animeranno la città lagunare. Per l’occasione, Ferruccio Soleri porterà in Piazza San Marco un adattamento realizzato in collaborazione con il regista Stefano De Luca appositamente per il Carnevale.
A poca distanza dal notevole successo del CapodannoLove 2010” che ha portato in Piazza San Marco oltre 30.000 persone, compreso chi scrive e, nonostante pioggia e acqua alta. Sarà quindi un altro evento di altissimo profilo ad aprire il ricco programma di spettacoli ed iniziative che, anche quest’anno, divertirà un pubblico internazionale, che come tradizione, sceglie Venezia per il periodo di Carnevale.

Arlecchino, servitore di due padroni”, con la regia di Giorgio Strehler, è stato rappresentato finora nei teatri di 331 città in 32 Paesi nel mondo.

Capodanno 2010 a Venezia

LOVE2010.jpgCi siamo quasi, siete pronti a salutare il 2009 e a dare il benvenuto al 2010?

Il 31 Dicembre a Venezia torna Love, format ormai collaudato per il Capodanno veneziano che farà pulsare Piazza San Marco a Venezia e Piazza Ferretto a Mestre, in una delle notti più importanti dell’anno.

L’evento culminerà, come nelle scorse edizioni, con un bacio collettivo. Un messaggio d’amore, pace e fratellanza, un gesto semplice e denso di significati che darà il benvenuto all’anno nuovo.

Le immagini del bacio corale, faranno, come sempre, il giro del mondo e resteranno nella memoria della città e di tutti coloro che saranno parte di questa indimenticabile notte.

La programmazione di Piazza San Marco verrà rinnovata quest’anno: ci sarà una torre da cui prenderà vita uno spettacolare susseguirsi di musica e luci, con proiezioni che coloreranno lo storico salotto veneziano.

La formula di Piazza Ferretto punta su un pubblico più giovane, con un efficace mix di musica e spettacoli di cabaret. Novità di quest’anno, spettacolari effetti di luce che saluteranno l’arrivo del nuovo anno.
A mezzanotte poi, il Bacino di San Marco sarà teatro del consueto spettacolo pirotecnico che illuminerà la Notte di San Silvestro.

Seguiranno musica, brindisi e scambio di auguri.

Le musiche di Corto Maltese

note-di-viaggio.jpgCorto Maltese è un personaggio molto noto ed amato a Venezia, città in cui ha molti amici e che visita spesso.

Il celebre marinaio, un po’ pirata un po’ avventuriero, nato dalla penna di Hugo Pratt nel 1967 è molto legato alla città e la conosce bene, tanto da diventare una sorta di guida turistica nel volume “Corto sconto. Itinerari fantastici e nascosti di Corto Maltese a Venezia“, ma oggi non voglio parlarvi di questa originale guida alla città, ma di un’altra interessante iniziativa legata alla figura del celebre gentiluomo di fortuna.
Si chiama Note di viaggio ed è un cofanetto con tre CD che compongono una ideale colonna sonora alle avventure di Corto Maltese. Una raccolta di evocazioni musicali suggerite dallo stesso Pratt e accompagnate da un elegante libretto riccamente illustrato.

Tra i brani che raccontano la vita, le avventure e il temperamento di Corto, La Rose Enflorence (la canzone che gli cantava sempre sua madre), La Petenera (una canzone gitana, triste e maledetta, che a Corto ricorda il quartiere dove ha trascorso l’infanzia) e Dead man’s chest (“Quindici uomini sulla cassa del morto, oh-yo! E una bottiglia di rum per conforto“, ottima colonna sonora per “E riparleremo dei gentiluomini di fortuna“).

Una bella idea per un regalo di Natale.