Lo sceicco innamorato

matrimoni, festaLo sceicco innamorato, non è un personaggio letterario, ma reale, ricchissimo e innamorato, dell’amore, oltre che delle belle donne, tanto che è al suo terzo matrimonio.

Parlo di Walid J. Juffali, e lo faccio perché questo sceicco arabo oltre ad avere da tempo acquistato una lussuosa casa a Venezia, ha scelto la città lagunare anche per il suo terzo matrimonio, tenutosi nei giorni scorsi presso la Scuola Grande della Misericordia, ormai sempre più spesso set per film o feste da mille e una notte.

Stavolta Walid ha impalmato Lulu, giovane, bella, bionda con gli occhi chiari.

Testimoni dell’evento ben 320 invitati da ogni parte del mondo, alcuni dei quali, come il loro ospite, non hanno certo badato a spese per raggiungere la laguna, come un invitato proveniente da Jedda, che è sbarcato all’aeroporto di Venezia con 80 persone al seguito.

Nel gioco dell’opulenza tipicamente araba, l’architettura della Scuola Grande della Misericordia non deve essere sembrata poi così “grande”, tanto da essere stata reinventata posizionando un ingresso “scenografico” di legno bianco e polistirolo, copie di sculture greche e romane, improbabili bracieri fuori scala, tendaggi e paline a metà fra la tradizione veneziana e l’obelisco. Ovunque lumini, lanterne, piante e fiori.

E i veneziani? I commenti, perlopiù ironici, si sono sprecati.

matrimoni, festa

Matrimoni in diretta sul web

fedi.jpgC’è un nuovo servizio del Comune di Venezia che mi è sembrato interessante e quindi ve lo presento in questo spazio: si chiama ‘Diretta internet‘ e consentirà molto presto di seguire i matrimoni in diretta collegandosi ad un apposito sito che si chiamerà weddingvenice.
Per garantirsi la propria cerimonia on-line, la coppia di futuri sposi dovrà pagare dai 120 ai 144 euro, a seconda che lo si prenoti in rete oppure in comune, in aggiunta alle spese previste per uno normale matrimonio civile.
Il servizio piacerà soprattutto alle molte coppie di stranieri che, spesso, approdano in laguna proprio per coronare il loro sogno d’amore e che potranno condividere così con amici e parenti (che li vedranno online) il loro giorno più bello.

Che dire…? Una Venezia sempre più tecnologica. Bene così!