Venezia è stata invasa

55598437.jpgCome ogni anno a carnevale Venezia ha subito un’invasione pacifica, colorata e chiassosa. Tante maschere, coriandoli, stelle filanti, dolci e scherzi. Tanti, tantissimi visitatori: pare che nell’ultima domenica di Carnevale si sia raggiunto il record di 150 mila presenze.

Un vero assalto di turisti a calli, campi e, naturalmente a Piazza San Marco. Ma anche vicino a casa mia ne ho visti davvero tanti, cosa piuttosto insolita. Per non parlare del ponte della Libertà, che collega Venezia a Mestre, che è stato chiuso per tre ore per poter smaltire l’imponente afflusso di auto private e pullman turistici.

Tra gli eventi che hanno contribuito ad attirare queste folle oceaniche, anche il concorso per la maschera più bella che è stato vinto da un gruppo di pantegane giganti. Sotto agli originali e goliardici costumi, un gruppo di sedici amici provenienti dall’Inghilterra. Anche l’acqua alta ha voluto partecipare alla festa e la sua presenza in piazza ha ritardato di circa un’ora – dalle 11.30 alle 12.30 – i festeggiamenti previsti per la premiazione. Intanto, a Mestre, si svolgeva l’ormai tradizionale “volo dell’asino”.

Inoltre, visto che domenica era anche San Valentino, in piazza San Marco spettacoli ed animazioni sono stati in buona parte dedicati agli innamorati.

Ci si prepara ora al gran finale di martedì grasso.