Tempo, letture e profezie

san giorgio, libri, mostra, Fondazione Giorgio CiniSiamo scampati alla nefasta profezia Maya e ci apprestiamo già a far festa con il colorato carnevale veneziano, ma in laguna diamo sempre spazio alla cultura, con mostre ed eventi, grandi e piccoli, per tutti i gusti.

Oggi vi parlo di una piccola mostra, visitabile fino al 13 febbraio, e ideata con il preciso scopo di valorizzare e far conoscere al pubblico il prezioso patrimonio conservato presso l’Isola di San Giorgio Maggiore.

Lo staff del Coordinamento Biblioteche della Fondazione Giorgio Cini ha allestito un’interessante  esposizione con alcuni degli esemplari più significativi delle loro preziose raccolte antiche, creando un percorso dedicato al concetto di tempo. 

La mostra è stata pensata ed organizzata in bacheche tematiche: nella prima, si affronta la misurazione scientifica del tempo; nella seconda, i pronostici; nella terza, le profezie e i libri di ventura; nella quarta, la medicina e le ricette per il “buon vivere”; nella quinta, l’arte del “ben morire”; nella sesta: il ritorno all’Assoluto. 

Il tempo, inteso come la dimensione nella quale si verificano gli eventi, ha la necessità di essere misurato per poter concepire e determinare il passato, il presente e il futuro. Dopo alcuni esempi di studio e misurazione del tempo, la mostra prosegue documentando un aspetto rilevante della cultura del Rinascimento: la convinzione di poter guardare al futuro per affrontare profeticamente gli avvenimenti che in quegli anni risultavano essere spesso poco rassicuranti (guerre, epidemie, eclissi solari). 

Vengono a tal proposito esposti alcuni splendidi esempi dei più famosi libri di ventura, di profezia e di chiromanzia. Insomma, basta Maya, sull’argomento profezie anche noi italiani ne abbiamo parecchie da raccontare.

Sul tema del tempo, mi viene poi in mente un bel pensiero di Daniel Pennac, con il quale vi lascio (per ora) “il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere”.

Lo dedico a tutti quelli che dicono che non leggono, libri, giornali, e magari anche il mio blog, perché non hanno tempo.

 

Libro contro Libro

libri.jpgSettembre è alle porte e con esso l’inizio di un nuovo anno scolastico con tutte le spese che questo comporta, soprattutto per l’acquisto dei libri di testo. Un’ottima soluzione per abbattere questa importante spesa è come sempre rappresentata dal mercato dell’usato, settembre diventa quindi il mese dei mercatini dei libri usati, in particolare per gli alunni di scuole medie e superiori.

Questa tradizione è Venezia è stata codificata in un evento chiamato “Libro contro Libro” che prevede per settembre l’organizzazione di cinque mercatini promossi dall’Assessorato comunale alle Politiche sociali in collaborazione con le Municipalità di Venezia Murano Burano, di Marghera e di Chirignago-Zelarino.

Una buona occasione per risparmiare almeno il 50% ed essere allo steso tempo maggiormente tutelati rispetto all’acquisto in un normale mercatino senza nessuna regola o controllo. Cinque i mercatini organizzati per gli alunni delle medie. Il primo si terrà al Municipio di Marghera, in piazza Mercato, mercoledì 1 settembre e continuerà anche il 2 e il 6 settembre, dalle 16:00 alle 19:00, mentre i restanti quattro si svolgeranno nella sede del Palaplip di via San Donà 195 a Carpenedo, dal 6 al 10 settembre, dalle ore 9:30 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 18:30; al Centro civico Manin in via Rio Cimetto 32 a Chirignago, lunedì 6 e mercoledì 8 settembre, dalle ore 16:30 alle 19:00; al Centro civico di via Ciardi 45/a di Zelarino, martedì 7 e giovedì 9 settembre, dalle ore 16:30 alle 19:00; a villa Groggia, a pochi passi da casa mia, nella parrocchia di Sant’Alvise, da lunedì 6 a giovedì 9 settembre, dalle ore 16:00 alle 19:00.

Gli studenti delle scuole superiori potranno invece contare su due mercatini ad essi dedicati: al PalaPlip, da lunedì 6 a venerdì 10 settembre, dalle ore 9:30 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 18:30; a Villa Groggia, da lunedì 6 a giovedì 9 settembre, dalle ore 16:00 alle 19:00.

Si tratta di un’importante iniziativa che ha già registrato un successo notevole negli anni scorsi, con cui il comune vuole rispondere alle esigenze di risparmio delle famiglie ed educare i ragazzi al riutilizzo, evitando inutili sprechi.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa si può chiamare o inviare un sms al numero 348.3901439; Lasciare un messaggio in segreteria allo 041 5353735 o inviare una e-mail a: attivazione.risorse@comune.venezia.it.

Critical Book & Wine

critical_book_and_wine.jpgDa giovedì a domenica ai Magazzini del sale si terrà la nuova edizione del Critical Book & Wine.
Una nuova occasione per godere del fortunato binomio vino e libri, entrambi selezionati a partire da un punto di vista critico, in polemica con le scelte della grande distribuzione che impoveriscono quelle che sono definite dagli organizzatori dell’evento come la bibliodiversità e l’enodiversità.

Ecco quindi nascere l’alleanza tra piccoli vignaioli biologici (molti del nordest) ed editori indipendenti, che considerano i propri potenziali clienti non come un semplice target, ma bensì come una community in cui aprire discussioni e instaurare reciproci e produttivi scambi di opinione.
Gli ingredienti fondamentali di Critical Book & Wine sono quindi riassumibili nell’amore e nella passione per il proprio lavoro, la cura nella creazione del prodotto e la volontà di comunicarla agli altri.

Una filosofia paragonabile per certi versi a quella del web 2.0. Un modo di essere che rispecchia certamente anche una necessità economica: quella di contrastare i colossi della produzione e della distribuzione, ma che, allo stesso tempo, è un’emanazione naturale di chi concepisce la propria attività in modo critico ed è ansioso di confrontarsi con altre persone o imprese interessate alla qualità più che al profitto.
Per i tanti appassionati di libri e per gli estimatori del buon vino, il Critical Book and Wine sarà un’occasione unica per spaziare tra narrativa, saggistica, poesia e fumetto d’autore grazie alla presenza di oltre trenta editori indipendenti che si potranno incontrare durante degustazioni, letture pubbliche e concerti.

Il programma della tre giorni veneziana è davvero ricco, vi consiglio di consultarlo sul sito: www.saledocks.org dove troverete tutte le informazioni per partecipare agli eventi di vostro interesse.

Lettura solidale ad alta voce

libri.jpgLa cultura del cibo, inteso come bisogno, strumento di cura e solidarietà, antidoto alla fame e alla miseria, ma anche tramite dei sentimenti, simbolo e, naturalmente interprete, delle tradizioni popolari. E’ questo il tema degli appuntamenti di ‘Ad alta voce‘, che tornano per l’ottavo anno a Venezia e Mestre.
La manifestazione di lettura solidale organizzata da Coop Adriatica si terrà a Bologna il 10 ottobre, a Cesena il 16 e sabato 17 a Venezia e in terraferma, a chiusura dell’edizione 2009.
Molti tra scrittori, attori e intellettuali saranno, per un giorno testimoni dell’impegno civile e volontari della cultura, condivideranno con il pubblico brani di poesia, prosa e saggistica, portandoli anche in luoghi dove di solito i libri difficilmente arrivano. ‘Ad alta voce‘, infatti, si fa promotrice dell’attività dei volontari di ‘Ausilio per la cultura‘, che consegnano in prestito a domicilio libri e materiali multimediali a persone anziane e disabili che hanno difficoltà a raggiungere le biblioteche.