Il ritorno dell’uomo Vitruviano

vitruviano.jpgE’ una delle immagini iconiche dell’arte e della cultura. E’ il cosiddetto uomo Vitruviano di Leonardo.
Vitruvio è conosciuto soprattutto per il suo De architectura, un trattato in 10 libri, dedicato ad Augusto, scritto attorno al 25 a.C..
Quest’opera fa di Vitruvio il più importante scrittore latino di architettura tra quelli i cui scritti siano giunti fino a noi.

L’influenza dell’opera Vitruviana sui suoi contemporanei sembra tuttavia sia stata molto limitata. Importante invece il suo impatto sul Rinascimento, epoca in cui importanti artisti, come appunto Leonardo, si cimentarono nell’illustrazione del tratto giuntoci senza immagini.
Tra queste immagini a corredo del testo c’è appunto l’uomo Vitruviano che ora torna in mostra dopo sette anni, protagonista di una grande esposizione allestita da sabato 10 ottobre alle Gallerie dell’Accademia.

Il foglio sul quale Leonardo disegnò il suo celeberrimo Uomo Vitruviano è generalmente conservato in un ambiente protetto dalla luce e con un costante controllo dei valori microclimatici. Ora sarà esposto al pubblico fino al 10 gennaio 2009. E per sottolineare il forte legame che quest’opera, ha con la matematica, e perfino con la musica, l’inaugurazione sarà accompagnata, domenica, da un concerto di musica elettronica, composta per l’occasione da Nicola Cisternino.