Venezia tra tradizione e innovazione

canal grande, regata storica, gondolieri, future, Terrence MalickHo pensato di intitolare questo post “Venezia tra tradizione e innovazione” in quanto ieri, mentre al Lido venivano presentati nuovi film, che in molti casi danno uno spaccato della nostra contemporaneità e cercano anche di guardare al futuro, a Venezia si teneva la tradizionale Regata Storica, con il sontuoso corteo acqueo e le successive gare.

Venezia è una città sospesa tra passato e futuro, oltre che sospesa tra acqua e cielo. E’ una città che ha saputo, e sa tutt’ora, innovare pur restando sempre fedele a se stessa.

Una città che non dimentica il suo glorioso passato, ma che a differenza di quanto molti credono, non è un museo a cielo aperto, ma un luogo che può essere ancora vitale, innovativo, sorprendente.

Ieri, alla Mostra del Cinema, è stata la giornata di “To The Wonder” di Terrence Malick, film in concorso, di un regista considerato “di culto”. Chi l’ha visto dice che la pellicola sembra una continuazione di “The Tree of Life”, in ogni caso affronta sostanzialmente le medesime tematiche, l’amore divino, l’amore terreno e l’amore puro (quello verso la natura) che vengono sviluppate tramite i personaggi che si raccontano attraverso voci fuori campo.

Il film è stato accolto con qualche fischio dalla stampa, vedremo se il pubblico lo apprezzerà di più

Tornando agli appuntamenti tradizionali, va segnalato che il gondolino Celeste, di Rudi e Igor Vignotto, ha vinto la gara conclusiva della Regata Storica 2012.

I due campioni del remo, non nuovi a questi successi, hanno preceduto, dopo una gara avvincente e non priva di qualche scorrettezza, il gondolino Viola, di due giovani davvero promettenti. 

La tradizionale manifestazione remiera veneziana è stata accompagnata dalla curiosità e dall’entusiasmo di migliaia di persone, stipate lungo le rive del Canal Grande, veneziani e turisti, giovani e meno giovani, tutti affascinati da una manifestazione unica, in una città unica.

Il tempo come al solito non ha tradito e la pioggia non è caduta, regalando una domenica decisamente memorabile.

 

Future Film Festival Digital Award

3d.jpgMolti di voi conosceranno il Future Film Festival di Bologna, la più importante manifestazione italiana dedicata alle nuove tecnologie in ambito cine-televisivo.

Forse non tutti però conoscono il Future Film Festival Digital Award di Venezia, arrivato ormai alla sua undicesima edizione, istituito dal già citato festival di Bologna.

Il premio sarà assegnato, in occasione della mostra del cinema al Lido, al film che meglio utilizza l’animazione e/o gli effetti speciali, valutando non solo gli aspetti tecnici dell’opera, ma anche la sua originalità e qualità creativa.

Il riconoscimento è tra i premi collaterali riconosciuti dalla Biennale di Venezia.

La giuria del Future Film Festival Digital Award è composta da importanti giornalisti di testate nazionali e internazionali.

L’Award è stato assegnato negli scorsi anni a pellicole come:

2008 – The Sky Crawlers di Mamoru Oshi
2007 – Redacted di Brian De Palma
2006 – Inland Empire di David Lynch