Ultimo post del 2012

2013, capodanno, festaUltimo post dell’anno sul blog di VirgilioVenezia, e naturalmente lo uso per farvi i miei auguri, oltre che per ricordarvi alcuni tra i tanti appuntamenti, se volete festeggiare l’arrivo del 2013 a Venezia.

Da anni ormai, come saprete anche leggendo questo blog, si festeggia il capodanno in Piazza San Marco a Venezia e piazza Ferretto a Mestre, come d’altra parte in tutte le maggiori piazze italiane, ma la solita offerta, fatta di musica e fuochi d’artificio, quest’anno si rinnova, dando vita ad una nottata tutta particolare, che regalerà le emozioni del Carnevale veneziano in un susseguirsi di spettacoli all’insegna della musica, della danza e delle maschere, tutte rigorosamente bianche.

Se volete passare un “Bianco Capodanno” sapete quindi dove andare.

Se invece alla piazza preferite il teatro, ecco il mio consiglio, ad un prezzo decisamente abbordabile.

Un capodanno tutto da ridere, con «HA HA HA» degli OKIDOK il 31 dicembre al teatro Goldoni dalle 21:00.

Uno spettacolo costruito su una successione di sketch, tanto improbabili quanto divertenti, dove l’insolito e l’imprevisto incrocia continuamente l’inventiva dei due buffi protagonisti in scena.

 

Bianco Capodanno

capodanno, fuochi artificiali, festaQuello appena passato non è stato un bianco Natale, ma un Natale nebbioso, se volete rifarvi, ecco arrivare il “Bianco Capodanno”, ma non nel senso di innevato.

Da anni ormai, come saprete anche leggendo questo blog, si festeggia il capodanno in Piazza San Marco a Venezia e piazza Ferretto a Mestre, come d’altra parte in tutte le maggiori piazze italiane, ma la solita offerta, fatta di musica e fuochi d’artificio, quest’anno si rinnova, dando vita ad una nottata tutta particolare, che regalerà le emozioni del Carnevale veneziano in un susseguirsi di spettacoli all’insegna della musica, della danza e delle maschere, tutte rigorosamente bianche.

La novità della festa di capodanno in piazza infatti è proprio questa, per salutare l’arrivo del 2013 ci sarà un party in maschera.

Per la musica ci si affiderà alla Venice White Band, con il suo repertorio di grandi successi del pop internazionale.

La band sarà accompagnata dalla voce della giovane cantante Chiara Luppi e da una coppia di ballerini e performer tutti rigorosamente vestiti di bianco, che proporranno un suggestivo spettacolo con coreografie coinvolgenti e suggestive. A condurre la serata, un misterioso ed affascinante Mister White, con volto e abiti completamente bianchi, che accompagnerà il pubblico con i suoi modi accattivanti sino alla mezzanotte, che da tradizione verrà rischiarata da un bellissimo spettacolo pirotecnico nel Bacino di San Marco.

Visions per salutare il 2013 che sta arrivando

2012, 2013, capodanno, festaOra che siamo scampati ai Maya, è il momento di tirare un sospiro di sollievo e di prepararsi al Natale, da passare magari con amici e parenti.

Per salutare al meglio questo 2012, non facile per molti, sarà bene poi iniziare già a pensare come passare il 31 dicembre.

A Venezia, come sempre le proposte non mancano e, quest’anno, ne arriva anche una nuova, particolarmente adatta per i più giovani o per chi vuole salutare il passaggio al 2013 ballando e divertendosi.

Più di 10 ore di musica, 4 aree musicali e 20 live e dj set con ospiti italiani e internazionali, per ballare a Venezia dalle 23:00 del 31 dicembre 2012 fino alle 8:00 del mattino del primo giorno del 2013. Al Terminal 117 del Tronchetto di Venezia (facilmente raggiungibile in macchina, in treno, pullman o autobus, e anche a piedi in 5 minuti da piazzale Roma), si terrà per la prima volta l’evento Visions, organizzato dall’Associazione culturale Grand Canal.

Gli ospiti internazionali saranno tINI, Guti, e Tiga, nella sua unica data italiana. Visions presenta anche Luca Agnelli, un dj toscano famoso a livello europeo e altri 20 artisti molto noti a livello locale e nazionale.

Se volete scatenarvi su ritmi house, techno, elettro e ambient, questo è l’evento per voi.

Segnalo poi che Visions aderisce al “Movida Project”, promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Venezia, rivolto a sensibilizzare sui rischi connessi all’uso ed abuso di alcol e altre sostanze, e che prevede ampia disponibilità di acqua e bevande analcoliche, zone relax, informazioni su alcol e stupefacenti, e servizio ambulanza in caso di necessità.

 

The Moleskine Party

architettura, serra, Moleskine, mostra, festaVenerdì 16 novembre dalle 18:00 alle 23:00, si terrà il The Moleskine Party, presso il Moleskine Temporary Store alla Serra dei Giardini, Via Garibaldi 1254, Venezia.

Sarà una festa tra design e musica, nell’ambito dell’Evento Collaterale “A Better World” della 13a Mostra Internazionale di Architettura della Biennale. 

In occasione del lancio del libro “Detour”, a cura di Raffaella Guidobono, sarà allestita anche una mostra visitabile fino al 26 novembre, con cinque taccuini originali di Formafantasma, Paula Scher, Gamfratesi, Rebec Hohoho, Sirene Elise Wilhelmsen, presenti nel volume, accanto ai tre autori BCXSY, Corentin Dombrecht e Gianni Gebbia, che hanno donato nell’ultimo mese il taccuino alla Fondazione lettera27, per il futuro del progetto Detour.

Rappresentati in Detour ci sono grandi esponenti di tutte le principali professioni creative dei nostri giorni: architetti, designer, musicisti, registi, curatori, fotografi, artisti, graphic novelist e anche blogger, che hanno donato i loro taccuini alla fondazione non profit lettera27, partner del progetto, dando così vita, con Moleskine, a una mostra itinerante che ha viaggiato intorno al mondo, toccando: Londra, New York, Parigi, Berlino, Istanbul, Tokyo, Shanghai, e ora Venezia.

In tutto sono stati 275 i taccuini raccolti in questo viaggio, organizzati poi nel libro in 5 categorie: Visionari, Semantici, Virtuosi, Romantici e Ironici. 

Ogni taccuino tiene traccia di storie, visioni, viaggi, progetti, mostrando il dietro le quinte del processo creativo degli autori.

L’allestimento della festa prevede diverse postazioni dove sperimentare, giocare, disegnare e raccontarsi con matite, album e taccuini.

Chi mi conosce sa che io uso molto lo strumento tecnologico, e come negli ultimi anni, nonostante abbia ancora per casa un sacco di libri cartacei, mi sia concentrato sugli ebook, tuttavia nulla può ancora sostituire, e forse non lo farà mai, la praticità e la bellezza di prendere un appunto su carta e/o di fare un rapido schizzo, o se preferite scarabocchio. Infatti, assieme a computer, smartphone ed ereader, tra i miei più fedeli compagni c’è proprio una Moleskine.

 

Lo sceicco innamorato

matrimoni, festaLo sceicco innamorato, non è un personaggio letterario, ma reale, ricchissimo e innamorato, dell’amore, oltre che delle belle donne, tanto che è al suo terzo matrimonio.

Parlo di Walid J. Juffali, e lo faccio perché questo sceicco arabo oltre ad avere da tempo acquistato una lussuosa casa a Venezia, ha scelto la città lagunare anche per il suo terzo matrimonio, tenutosi nei giorni scorsi presso la Scuola Grande della Misericordia, ormai sempre più spesso set per film o feste da mille e una notte.

Stavolta Walid ha impalmato Lulu, giovane, bella, bionda con gli occhi chiari.

Testimoni dell’evento ben 320 invitati da ogni parte del mondo, alcuni dei quali, come il loro ospite, non hanno certo badato a spese per raggiungere la laguna, come un invitato proveniente da Jedda, che è sbarcato all’aeroporto di Venezia con 80 persone al seguito.

Nel gioco dell’opulenza tipicamente araba, l’architettura della Scuola Grande della Misericordia non deve essere sembrata poi così “grande”, tanto da essere stata reinventata posizionando un ingresso “scenografico” di legno bianco e polistirolo, copie di sculture greche e romane, improbabili bracieri fuori scala, tendaggi e paline a metà fra la tradizione veneziana e l’obelisco. Ovunque lumini, lanterne, piante e fiori.

E i veneziani? I commenti, perlopiù ironici, si sono sprecati.

matrimoni, festa

Inizia la Festa de San Piero de Casteo

Vince Tempera, Luigi Albertelli, Silvio Pozzoli, Guido Toffoletti, san pietro, festaCome vi avevo anticipato, vi parlo della Festa de San Piero de Casteo, uno degli appuntamenti estivi ormai imperdibili per i veneziani.

Si inizia stasera alle 21:15, con GOLDRAKE GENERATION. La serata, dedicata alla mia generazione, ha tra i protagonisti il Maestro Vince Tempera, Luigi Albertelli, Silvio Pozzoli, e una delle band più amate della città, LA MENTE DI TETSUYA, specializzata in cover delle sigle dei cartoni animati più amati di tutti i tempi.

Il 28/06/12, alle ore 21:15 MAX ROCK BLUES SOCIETY: evento speciale con la band che, assieme a Guido Toffoletti, noto bluesman veneziano, ha scritto la storia del blues italiano.

Il 29/06/12, sempre alle 21:15, LUI e gli amici del RE: un coinvolgente spettacolo durante il quale saranno riproposti tutti i più grandi successi di Adriano Celentano.

Il 30/06/12, alle ore 21:15, ci si diverte con la musica dei 7s8 SETTESOTTO, gruppo di tre ragazzi e quattro ragazze accomunati dal desiderio di proporre, con rinnovata freschezza, i brani che hanno fatto la storia della musica italiana e internazionale.

Si conclude il primo luglio, a partire dalle 21:00, con MAX & THE SEVENTH SOUND, band veneziana nata con lo scopo di divertire e divertirsi, proponendo brani che hanno fatto la storia dell’indimenticabile atmosfera dei mitici Seventies.

Insomma, spettacolo e divertimento garantiti, tanta buona musica, cibo, bevande ed eventi collaterali, in una delle zone più antiche e socialmente rilevanti della città.

La festa degli abusivi

773627061.jpgIeri era l’8 marzo, la festa della donna, e tutti i fioristi di Venezia, così come nelle altre città, s’erano attrezzati con mazzi e mazzetti di mimosa di ogni dimensione, anche le pasticcerie ed altri negozi proponevano una notevole varietà di dolci e gadget a tema, ma non ci si limitava a questo, era letteralmente possibile, acquistare della mimosa ad ogni angolo di strada (o quasi).

Io ho visto un venditore “improvvisato” in strana nuova, ma sicuramente ce ne saranno stati molti altri, visto che pare, da quanto si legge oggi sui giornali, che ben 2.140 mazzetti di mimose (chissà chi si è messo a contarli) siano stati sequestrati dalla polizia, in quanto venduti illegalmente.

Gli agenti hanno infatti svolto alcuni controlli per contrastare il fenomeno della vendita abusiva di fiori in strada, in occasione della festa della donna, e la caccia ha fruttato ben 166 mazzetti di mimose il 7 marzo e 1.981 (di cui 1.321 in terraferma e 660 nel centro storico e nelle isole) l’8 marzo.
Tutti sono già stati distrutti, se fossero stati venduti avrebbero fruttato almeno 10 mila euro.

Non solo borse taroccate quindi o improbabili giochini, tipo l’ormai classico pomodoro che si spiaccica al suolo, i venditori abusivi diversificano l’offerta e sfruttano le festività, così come fanno i negozianti in regola.

Operazioni come quella dell’8 marzo sono sicuramente meritevoli, ma andrebbe studiata una strategia per affrontare e, magari perché no, risolvere, il problema dell’abusivismo, in ogni settore, penso ad esempio anche a taxi, guide turistiche, ecc…

Sabato torna la notte famosissima

redentore, tradizioni, festaQuest’anno la notte del Redentore a Venezia sarà all’insegna della tradizione, con molte più barche a remi e a vela, ma non mancheranno naturalmente anche quelle a motore. Il Comune infatti ha deciso che i barconi arretreranno all’altezza del canale dell’Orfanello, verso Ca’ di Dio. E per chi volesse provare l’ebbrezza di un Redentore in gondola, per sabato Venezia marketing eventi propone di gustarsi i fuochi d’artificio sull’imbarcazione simbolo di Venezia, le prenotazioni sono possibili online ma come prevedibile il costo non è dei più economici, 98 euro a persona. L’appuntamento per la notte famosissima 2011 è alle 22:45 del 16 luglio di fronte all’hotel Danieli in riva degli Schiavoni e dopo un tour in gondola tra i canali veneziani, ci si fermerà nel bacino di San Marco, di fronte a Punta della Dogana, per il tradizionale spettacolo pirotecnico che illuminerà la notte veneziana.

Si tratta di una delle feste più sentite della città e i veneziani si stanno già preparando tanto che alla Giudecca più di qualcuno sta già cominciando a delimitare lo spazio in fondamenta, per le tradizionali tavolate, mentre sono cominciati i lavori al ponte votivo di fronte la chiesa del Redentore. L’apertura del tradizionale ponte provvisorio avverrà alle 19:00 di sabato alla presenza delle autorità e per l’ultimo anno prima del suo trasferimento a Milano, il patriarca Angelo Scola porterà il suo messaggio di pace e solidarietà.

Nella notte tra il 16 e il 17 luglio saranno anche potenziate le corse dei mezzi pubblici di deflusso verso Mestre dalla fine della manifestazione fino a quando sarà necessario. Per quanto riguarda invece i treni, il Comune ha richiesto e ottenuto dalle ferrovie dei collegamenti extra con Mestre all’1, 1:10, 1:20, 1:50, 2:05 e alle 2:10 per Padova, alle 2:42 per Treviso e alle 2:50 per Vicenza.

A facilitare chi arriva in auto e parcheggia al Tronchetto il People Mover, la monorotaia che chiuderà eccezionalmente alle 3:00 invece che alle 23:00.

Festa de San Piero 2011

San Pietro, festaLa Festa di San Pietro di Castello è una delle più sentite e suggestive di Venezia. Se sabato o domenica sarete in città vi consiglio vivamente di parteciparvi.

Quest’anno la festa è all’insegna delle cover band. Dopo la musica degli Abba, che ha aperto il 30 giugno i festeggiamenti dell’edizione 2011, si continua oggi con musica blues, sabato con musica sacra, regate e spettacoli, anche per i più piccoli, e domenica con i concerti de “I Sensi di Colpa”, i “Cantori Veneziani” e la “banda Sant’Erasmo”.

Oltre a tanta musica, si ballerà, si mangerà, si starà assieme nel cuore di Venezia e, naturalmente non mancheranno momenti sacri, come le messe dedicate a San Pietro e profani, come la tradizionale lotteria, che quest’anno premierà il più fortunato con una settimana per 2 persone a Sharm El Sheik.

Chiuderà la festa, domenica 3 luglio, un concerto tributo ad una delle cantanti italiane più famose nel mondo: Laura Pausini.

Per altre informazioni e per prendere visione del programma completo della festa vi rimando al sito: sanpierodecasteo.org.

Tanta gente, tanto caldo, tanta arte

sposarsi, biennale, gondola, festaTanta gente, tanto caldo, tanta arte e tanti eventi in questo periodo a Venezia. Le ultime tendenze e le più innovative provocazione dell’arte contemporanea proposte dalla Biennale interagiscono con luoghi e tradizioni secolari, come lo sposalizio con il mare, avvenuto ieri (domenica 5 giugno).

Un corteo acqueo di barche a remi, partito dal Bacino di San Marco al seguito della bissona Serenissima, la grande imbarcazione da parata, ha accompagnato, la cerimonia millenaria, in occasione della “Festa della Sensa”, manifestazione tradizionale in cui si celebra l’Ascensione di Cristo e che ribadisce, ogni anno, il rapporto unico e privilegiato di Venezia con il mare. Alla manifestazione hanno partecipato, come da tradizione, numerose autorità civili e religiose, tra cui i sindaci dei comuni di Forno di Zoldo e di Zoldo Alto, nel bellunese, che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento del Gemellaggio Adriatico.

Di fronte alla Chiesa di San Nicolò del Lido, all’altezza della corrispondente bocca di porto, si è svolta la cerimonia vera e propria, con il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni che, dopo aver lanciato nelle acque una corona d’alloro in ricordo di tutti i caduti in mare, ha gettato anche l’anello benedetto da Monsignor Beniamino Pizziol, da pochi giorni Vescovo di Vicenza, recitando la celebre formula “Desponsamus te mare, in signum veri perpetuique domini“.

Come detto tanti eventi, tanto caldo, tanti turisti, di conseguenza tanto casino e tante teste, che a causa del caldo o dell’alcool vedono a rischio la loro stabilità. E’ sicuramente questo il caso di due turisti che non hanno saputo resistere al fascino di un giro in gondola, ma diversamente dagli altri hanno optato per un furto della stessa, avvenuto qualche notte fa allo “stazio”di Santa Maria del Giglio. Ubriachi, si sono poi addormentati all’interno dell’imbarcazione che andava alla deriva nel  Canal Grande. Ad accorgersi di quanto stava accadendo è stato un tassista che ha subito chiamato la polizia. Nel frattempo però la gondola era già stata recuperata dai dipendenti di un vicino albergo.

Giunti sul posto, gli agenti di polizia hanno invitato la coppia a scendere, ma la donna alla richiesta dei documenti, ha iniziato ad inveire contro di loro e subito dopo ha cercato di colpirli con calci e pugni. Scena che è continuata anche in questura e che ha portato ad un diverso trattamento dei due.

L’uomo, un inglese di 20 anni, è stato denunciato a piede libero per furto in concorso, la donna, una francese di 42 anni, a causa della sua reazione violenta, è stata arrestata per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, furto in concorso, rifiuto di fornire le proprie generalità e rinchiusa in carcere alla Giudecca.