L’Arsenale di Venezia apre le porte al pubblico

arsenale, estateL’estate non è solo il momento in cui ci si arrostisce al sole o ci si dedica a qualche passeggiata in montagna, è senza dubbio un periodo di relax, nel quale stare all’aria aperta, divertirsi, fare sport, ma è anche un buon momento per dedicarsi alla scoperta delle tante bellezze italiane.

Il turismo culturale infatti è in costante crescita e, con la domanda, cresce anche l’offerta, sempre più ampia, diversificata ed interessante.

Oggi vi segnalo che l’Arsenale di Venezia aprirà, proprio durante l’estate, le porte al pubblico, dando accesso al suo immenso patrimonio storico e artistico. Un tesoro culturale che affonda le radici nel XII secolo, e trova la sua massima espressione tra il XV e il XVI.

I visitatori potranno varcare le porte del complesso militare alle 20:00 e alle 20:30, per un massimo di 30 persone alla volta, accompagnati da una guida, nei giorni: 12, 19, 26 luglio e 2 e 9 agosto. E’ richiesta la prenotazione, entro le ore 16:00 degli stessi giorni, presso l’ingresso Monumentale dell’Arsenale.

Visita la pagina di Virgilio Venezia su Facebook

Segui Virgilio Venezia anche su Twitter

Vota le news di
Virgilio Venezia

 

Venezia d’estate: consigli all’amico turista

79168809.jpgOggi è il primo giorno di Agosto, siamo nel pieno dell’estate e come ogni anno Venezia verrà invasa da moltitudini di turisti da ogni parte d’Italia e del mondo. Tanto denaro che entra nelle casse della città e nelle tasche di chi ci lavora, ma anche tanti problemi e disservizi.

Per cercare di rendere più sostenibile la vostra visita in città mi permetto di darvi qualche suggerimento.

Venezia è un grande isola pedonale, quindi giratela a piedi, non in bicicletta o con altri mezzi improbabili, come i pattini, preferite sempre, se possibile, le vostre gambe ai mezzi pubblici, anche per ragioni di tempi e costi.
Anche se siete liberi di camminare dove e come volete, ricordate che sarebbe preferibile tenere la destra, come se steste circolando in qualsiasi altra città italiana e nella maggior parte di quelle mondiali.

Evitate di sostare sui ponti per farvi delle foto, e se proprio non potete resistere siate almeno rapidi.

Siate sempre rispettosi della città che vi ospita, non si tratta di un parco giochi, ma di un luogo dove oltre ai turisti c’è gente che vive e lavora. Amate Venezia, rispettatela, non sporcatela, non girate mezzi nudi, ricordate sempre che siete in vacanza, divertitevi, rilassatevi e godetevi la bellezza e i ritmi della città.

Marghera Estate Village 2010

village.jpgTorna come tutte le estati (dal 1999) il Marghera Estate Village, nell’edizione 2009 la manifestazione si è posta provocatoriamente e ironicamente come medicina musicale, un “rimedio effervescente” contro la crisi, quest’anno l’obbiettivo sarà quello di proporre una vera e propria soluzione, un’idea pratica, semplice e realizzabile per risparmiare l’energia nel rispetto dell’ambiente.
Il risparmio energetico verrà realizzato in tempo reale, grazie al basso consumo delle sorgenti luminose della festa: palcoscenico, stand gastronomici, mercatino, ecc… tutto alimentato ad energia umana e fotovoltaica.

Ma veniamo al calendario dei prossimi eventi in programma per il mese di giugno. L’evento lo ricordiamo durera per tutta l’estate fino al 29 agosto.

Mercoledì 16 Giugno 2010
REUNION LATINA DO MUSICO VENEZIANO – reunion dell’Orquesta Precario – Marghera Salsera
L’Orchestra Precario, dopo aver annunciato il suo scioglimento nell’autunno dello scorso anno, non è voluta comunque mancare al Village, presentandosi con una formazione arricchita per rendere omaggio e ringraziare tutti coloro che, nel corso degli anni, hanno voluto sostenerla, partecipando sempre con entusiasmo agli eventi e ai concerti in cui si è esibita.

Giovedì 17 Giugno 2010
DON AIREY (dei Deep Purple) & TOLO MARTON – rock blues
Il gruppo che ha saputo mescolare il sound latino con il dialetto veneziano, adesso lo veste con la musica barocca del ‘700.

Venerdì 18 Giugno 2010
SILVERADO NEW COUNTRY BAND + FIREWOOD COUNTRY DANCERS – Country Nights
È la band di Venezia che, con la scuola dei Firewood Country Dancers, ha decretato l’esplosione del fenomeno western in provincia: saranno dunque loro ad aprire e chiudere le Country Night del Village!

Sabato 19 Giugno 2010
THE BLUESMOBILE BAND – tributo italiano ai Blues Brothers
Catapultati in uno dei film musicali più amati nella storia del cinema The Bluesmobile Band ripongono i brani più famosi di “The Blues Brothers” e gli sketches più esilaranti del film di John Landis.

Domenica 20 Giugno 2010
JENNIFER CABRERA e TANTABANDA – percussioni e danza afro – Balla che ti passa

Lunedì 21 Giugno 2010
“ALBADEAMENTE DAY 2010” – COM2YOU + LA MENTE DI TETSUYA feat. PHOENIX e i FIREEWAY
Il Marghera Village anche quest’anno riserva una serata di tributo musicale ad Alberto Zanon, la grande voce de la cover band La Mente di Tetsuya scomparsa due anni fa.

Martedì 22 Giugno 2010
INGLOMORENO – pop italiano / rock / reggae
Gli Inglomoreno, band veneziana fondata da Moreno Barbazza e Mario Tiffi, propone un sound piacevole e coinvolgente con testi cantati in italiano, in cui la matrice rock si arricchisce di volta in volta spaziando in mille atmosfere, dal reggae, alla salsa, passando per il pop.
Per maggiori informazioni e indicazioni su come raggiungere il Village visitate il sito: www.villagestate.it

Passante di Mestre al collasso

passante.jpgEsodo estivo Vs Passante di Mestre 1 a 0. Le code chilometriche dell’esodo estivo del primo Agosto hanno fatto collassare il passante di Mestre.
La grande opera è andata in tilt a solo un anno dalla sua inaugurazione e ha intrappolato per ore migliaia di persone in una lunga coda, pari solo alla scia di polemiche che son seguite.
L’opera, nelle intenzioni dei suoi ideatori, avrebbe dovuto liberare Mestre da ingorghi e blocchi stradali, ma, se si guarda l’ultimo weekend si è rivelata un flop. Non ha retto alla voglia di vacanza degli italiani.
Mentre l’Anas annuncia un’indagine per capire come sia andato storto, il presidente del Friuli Venezia Giulia replica e polemizza: “Cosa c’è da indagare? E’chiarissimo cosa non ha funzionato. Il problema è la terza corsia in A4“.
Chi usa il passante, infatti, superata Mestre si deve immettere nell’A4, passando da una strada a cinque ad una a due corsie: ecco l’imbuto che crea la criticità emersa prepotentemente il primo Agosto.
Concorda con questa tesi anche il presidente della regione Veneto Galan che però, innervosito, se la prende anche coi media che, a suo dire, han dato troppa visibilità ad una giornata di code. Effettivamente, c’è da dire che prima del passante, era la normalità in giorni ben meno caldi del weekend appena conclusosi.
Ad ogni modo, per evitare che il sistema autostradale del nord-est collassi nuovamente il prossimo fine settimana l’Anas ha chiesto alle società concessionarie di predisporre un piano che preveda la “ripartizione del traffico tra passante e tangenziale di Mestre” e di “migliorare le indicazioni per turisti ed utenti“.
Il prossimo fine settimana sarà il peggiore dell’anno in quanto a traffico… da bollino nero! Le polemiche si accompagnano quindi a crescenti interrogativi: cosa accadrà il prossimo weekend, quando a partire sarà la maggioranza degli italiani?