Novità per il parco scientifico e tecnologico di Venezia

vega.jpgIl Vega, parco scientifico e tecnologico di Venezia, sarà dagli inizi del 2011 il primo polo di piccole e medie imprese a disporre in Italia di una connessione in fibra ottica fino a 300 Megabit al secondo.

Questa banda “ultralarga” verrà fornita da Fastweb (già fornitore della rete comunale venice >connected) alle aziende del territorio che, inoltre, potranno disporre di 44 HotSpot per la connessione Wi-Fi.

Il Vega è un polo territoriale che comprende ad oggi circa 170 aziende e laboratori, nei settori delle nanotecnologie, delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e della green economy.

L’accordo con Fastweb ha il duplice obiettivo di incentivare le imprese che operano già nel Vega e di fungere da catalizzatore per le altre che vorranno aprire in questa struttura di Porto Marghera una propria sede.

L’accesso alla banda larga è infatti un fattore strategico che servirà da stimolo per lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali. Le piccole e medie imprese sono state toccate fortemente dalla crisi: collegarle in banda “ultralarga” significa dare loro gli strumenti per recuperare la competitività e per affrontare le nuove sfide del mercato con maggiore forza.

Cittadinanza Digitale

cittadinanzadigitale.jpgIn mezzo a centinaia di manifesti che, tra elezioni e Biennale, hanno invaso la città uno che non ha a che fare con questi due eventi mi ha particolarmente incuriosito.

E’ quello di ‘Cittadinanza Digitale’, visitando il sito indicato sul manifesto si scopre che dietro queste parole c’è un progetto del Comune di Venezia per consentire l’accesso alla rete tramite degli hot-spot pubblici.

L’Amministrazione comunale ha deciso infatti di realizzare una propria infrastruttura di rete basata sulla fibra ottica e, naturalmente, sul WI-FI.

Tramite questa nuova rete l’Amministrazione cittadina fornirà servizi innovativi ai residenti, a chi lavora, studia o semplicemente visita Venezia.

La rete sarà disponibile a partire dal 3 Luglio, ma già dal 22 Giugno sarà possibile ottenere i dati e le informazioni per accedervi tramite una registrazione sul sito del progetto: www.cittadinanzadigitale.it