InstArtNight: la notte dell’arte per immagini

InstArtNight, innovazione, Instagram, Instaboat, Instameet, concorsoCi sarà anche un contest fotografico ad arricchire il già ampio programma dell’Art Night 2012, la Notte dell’Arte in programma sabato 23 giugno a Venezia.

L’evento, dopo la prima edizione dell’anno scorso, torna ancora più ricco di idee e suggestioni, grazie all’entusiasmo degli organizzatori: l’Università Ca’ Foscari, in collaborazione con l’amministrazione comunale e molte delle principali istituzioni di arte e cultura della città.

Grazie all’accordo di collaborazione stretto tra l’Ateneo veneziano e la rivista L’illustre, mensile edito da Calliandro Editore, le migliori foto, realizzate con Instagram durante l’evento, e condivise su Facebook e Twitter, parteciperanno ad un Art Contest e i 10 Top Instagramers dell’Art Night, giudicati da una giuria di giornalisti ed esperti del settore, vedranno i loro scatti pubblicati sulle pagine della rivista.

Il “popolo di Instagram” verrà ospitato dalla Instaboat, un’imbarcazione che, a partire dalle 17 e fino a notte inoltrata, condurrà i partecipanti alla scoperta delle sedi dei vari eventi in programma, e di alcune parti della città aperte per l’Art Night. Tutte le foto saranno visibili in tempo reale a Ca’ Foscari e sul sito www.veneziadavivere.com, che organizza l’Instameet con Instagramers Italia e Instagramers Venezia.

Saranno presenti i bloggers e gli instagramers più conosciuti in rete, e Ilaria Barbotti, manager della community Instagramers Italia. Ca’ Foscari sarà il meeting point per l’accoglienza di InstArtNight, l’accreditamento dei partecipanti e la consegna della mappa di tutti gli eventi.

Tutti i partecipanti alla notte dell’arte di Venezia potranno però diventare parte attiva dell’evento e condividere informazioni, sensazioni, esperienze, consigli, in tempo reale, grazie ai social network, usando l’hashtag #artnightvenezia su Instagram e su Twitter.

Potrete inoltre raccontare la vostra Art Night sul profilo Facebook di ArtNightVenezia e commentare su Twitter, facendo precedere ogni tweet dall’hashtag #artn12, scrivendo direttamente a @artnightvenezia o seguendo il profilo @artnightvenezia.

Il programma di Art Night Venezia è disponibile anche sul sito internet www.artnightvenezia.it, dal quale si può scaricare e stampare.

VideoConcorso Francesco Pasinetti

concorso, videoIl Liceo Artistico di Venezia, dove ho studiato e del quale ho un ottimo ricordo, in collaborazione con l’Associazione “Amici del Pasinetti”, Circuito Cinema e con il patrocinio della Regione, della Provincia, del Comune e della Municipalità di Venezia, organizza la nona edizione del VideoConcorso “Francesco Pasinetti” Festival del cortometraggio e del micro metraggio.

Il concorso è aperto a tutti, ad eccezione delle sezioni “I giovani raccontano gli anziani” e “Adolescenza come sopravvivere?” che sono riservate alle Scuole medie superiori, alle Accademie e alle Università. 

Se siete dei creativi ed amate esprimervi attraverso i video, ecco delle informazioni utili. Possono partecipare cortometraggi di durata non superiore ai 15 minuti.

Tra i temi, visto l’avvicinarsi del Carnevale, segnalo “Carnevale sconosciuto”: una video ricerca per calli e campielli, di un carnevale nascosto ed originale, fuori dalle direttrici del grande turismo.

Ma di spunti e premi ce ne sono tanti, ad esempio quello offerto dall’Hard Rock Cafè di Venezia, o il premio Maurizio Cosua, che è pensato per video a tema libero.

L’iscrizione, è bene sottolinearlo, è completamente gratuita. Solo per la sezione VideoArte viene richiesta una quota di partecipazione di appena 20 euro.

La giuria sarà presieduta dal critico cinematografico Carlo Montanaro, e sarà composta da esperti del settore e da rappresentanti degli enti coinvolti.

Al primo classificato assoluto verrà consegnato il trofeo Pasinetti, realizzato in vetro di Murano, e 500 euro.

I vincitori delle diverse sezioni riceveranno invece un premio di 300 euro.

I video in formato DVD o mini DV dovranno pervenire entro e non oltre il 12 aprile 2012 al Liceo Artistico “Michelangelo Guggenheim”, Dorsoduro 2613, 30123 Venezia.

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito www.festivalpasinetti.it

 

Premio Internazionale Arte Laguna

arte-laguna.jpgE’ disponibile il nuovo bando per la Quinta Edizione del Premio Internazionale “Arte Laguna” finalizzato alla promozione e alla valorizzazione dell’arte contemporanea. Restando fedele all’ispirazione iniziale data dalle sue ideatrici, Laura Gallon e Beatrice Susa, “Arte Laguna” continua il suo percorso di “incubatore della giovane arte italiana e internazionale”, affiancando, anche per l’edizione 2011, la vocazione per la scoperta di nuovi talenti, alla capacità di supportare gli artisti emergenti nella promozione della loro creatività e nello sviluppo delle loro carriere.

Proseguendo sulla strada inaugurata nel 2006, il Premio, organizzato dall’Associazione Culturale MoCa e dallo Studio Arte Laguna, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, della Regione Veneto e dell’Istituto Europeo di Design, dà prova anche nella nuova edizione di quella peculiare capacità di innovare e di rinnovarsi, che gli ha consentito di diventare in pochi anni una solida ed apprezzata realtà nel sistema dell’arte contemporanea e di raggiungere il grande successo ottenuto nell’edizione 2009, con ben 7000 opere iscritte al concorso e quasi 5000 visitatori all’esposizione dei 180 finalisti del Premio, conclusasi all’Arsenale di Venezia lo scorso 27 marzo. La mostra è stata il primo di una serie di appuntamenti che, durante tutto l’arco del 2010, si sono svolti in Italia e all’estero, coinvolgendo buona parte degli artisti finalisti in mostre personali e collettive, organizzate dalle gallerie e dalle istituzioni partner del progetto.

Ogni edizione del Premio Arte Laguna costituisce inoltre un momento di incontro tra critici, addetti ai lavori e artisti al quale segue un impegno continuo da parte dell’organizzazione, nell’accompagnare gli artisti nella loro crescita professionale, anche grazie all’utilizzo dei nuovi strumenti di comunicazione come Facebook.

Il Premio ha saputo così costruire nel tempo un ponte tra il mondo dell’arte contemporanea e quello delle aziende e su questo filone ReiL, azienda del settore real estate, ha deciso di indire il “Premio Speciale ReiL per giovani talenti” che offre un soggiorno in Brasile affinché un artista renda uno dei loro resort uno spazio artistico unico.

Se siete dei giovani artisti e volete avere altre informazioni visitate il sito: www.premioartelaguna.it, il bando per le iscrizioni scade il 16 novembre 2010.

Miss Italia nel Mondo

miss.jpgTra pochi giorni a Jesolo sarà di scena la bellezza, torna infatti nella nota località balneare veneziana la finale di Miss Italia nel Mondo.

L’appuntamento con la bellezza è per il prossimo 30 giugno, come annunciato anche dall’assessore veneto al turismo, Marino Finozzi.

La serata sarà trasmessa, come di consueto, in diretta su Rai 1 e verrà condotta da Eleonora Daniele e Massimo Giletti. Prima della manifestazione, sarà mandato in onda anche una sorta di documentario sulla visita che le candidate faranno nei prossimi giorni alle principali località della regione, così da promuoverle a livello internazionale, puntando sul binomio bellezza femminile e bellezza del territorio, che in passato ha già dato buone soddisfazioni.

Ricordiamo che nel 2009 la più bella italiana nel mondo fu Diana Curmei, diciannovenne italo rumena che ha avuto la meglio sulle 50 ragazze finaliste.

Ponte dell’Accademia nuovo disegno per un ponte accessibile

ponte_calatrava.jpgIl comune di Venezia ha bandito a giugno un concorso di progettazione dal titolo “Ponte dell’Accademia nuovo disegno per un ponte accessibile“.
L’obbiettivo è progettare un nuovo ponte dell’Accademia, uno dei 4 ponti sul Canal Grande.
Il ponte dell’accademia attuale infatti, è un ponte provvisorio, anche se questa definizione mi fa un po’ sorridere, visto che, attraversando vari rifacimenti e restauri è, di fatto, provvisorio da circa 70 anni.
Un ponte grande e importante, come quello dell’Accademia costruito in gran parte in legno, in una paese come l’Italia che pare ignorare il concetto di ordinaria manutenzione è un indubbio elemento di forte criticità.
In molti a suo tempo si sono interrogati sull’utilità reale, visti sopratutto i costi, anzi il rapporto costi/benefici, di un quarto ponte sul canal grande, quello firmato da Calatrava e chiamato Ponte della Costituzione, che oggi collega la stazione a Piazzale Roma.
Un ponte che molti credono i veneziani odino, ma non è così come in tutte le cose la cittadinanza si divide. I turisti, italiani e non spesso lo percorrono come fosse una giostra, gli anziani lo evitano per paura di cadere, ma in ogni caso oramai è parte della vita della città.
Prima dell’inizio dei lavori però, diverse voci si erano levate per sostenere la tesi che se proprio si voleva fare una grande opera, un grande nuovo ponte sul canal grande, e se proprio lo si voleva affidare a Calatrava, si poteva fargli rifare quello PROVVISORIO dell’Accademia, ma naturalmente le voci sagge e che tendono al risparmio, raramente vengono ascoltate.
Così oggi, alleggeriti di milioni di euro ci troviamo con un ponte nuovo, discusso, ancora in realtà da finire anche se spesso lo si dimentica, manca infatti l’ovovia per i disabili e ci son già le prime riparazioni da fare. E ci troviamo con un ponte ‘vecchio’ che va rifatto, si spera in via definitiva e con costi e tempi ragionevoli.