Venezia batte Vienna

2905974702.jpgNon so se avete seguito la polemica di questi primi giorni dell’anno tra Vienna e Venezia, con la RAI che, come d’altra parte avviene ormai da qualche anno, preferisce trasmettere in diretta il concerto di capodanno dalla Fenice di Venezia, limitandosi a mandare in differita quello viennese.

Personalmente la questione non mi appassiona, anzi non me ne frega proprio nulla, la RAI farà le sue considerazioni, e visto che è la Tv pubblica italiana, penso sia giusto che promuova la cultura e le eccellenze italiane.

Naturalmente non bisogna chiudersi in provincialismi o boicottare nessuno, ma non credo che la volontà dell’azienda sia questa.

Trovo poi un po’ ridicola la discussione su diretta e differita degli eventi, ormai esiste l’on-demand, lo streaming, e in ogni caso, parliamo di concerti di musica classica, non di eventi sportivi.

In effetti, forse, l’unico aspetto positivo della questione è che per qualche giorno, si parla un po’ di musica classica, anche se naturalmente questa fa da contorno alle polemiche, ma meglio fare da contorno che non esserci proprio.

Per i più patriottici poi, segnalo, ad ogni modo, che se proprio si vuole vedere la questione come uno “scontro”, beh l’abbiamo vinto noi.

Nella sfida a distanza dei due concerti di Capodanno, quello in diretta dalla Fenice di Venezia in onda su Rai1 ha decisamente avuto la meglio con 4.381.000 spettatori (share del 26.64%) rispetto all’evento in differita su Rai2 da Vienna, visto nella prima parte da 2.849.000 spettatori (con uno share del 15.57%) e nella seconda da 3.072.000 spettatori (con share al 18.1%).

 

Ultimo post del 2012

2013, capodanno, festaUltimo post dell’anno sul blog di VirgilioVenezia, e naturalmente lo uso per farvi i miei auguri, oltre che per ricordarvi alcuni tra i tanti appuntamenti, se volete festeggiare l’arrivo del 2013 a Venezia.

Da anni ormai, come saprete anche leggendo questo blog, si festeggia il capodanno in Piazza San Marco a Venezia e piazza Ferretto a Mestre, come d’altra parte in tutte le maggiori piazze italiane, ma la solita offerta, fatta di musica e fuochi d’artificio, quest’anno si rinnova, dando vita ad una nottata tutta particolare, che regalerà le emozioni del Carnevale veneziano in un susseguirsi di spettacoli all’insegna della musica, della danza e delle maschere, tutte rigorosamente bianche.

Se volete passare un “Bianco Capodanno” sapete quindi dove andare.

Se invece alla piazza preferite il teatro, ecco il mio consiglio, ad un prezzo decisamente abbordabile.

Un capodanno tutto da ridere, con «HA HA HA» degli OKIDOK il 31 dicembre al teatro Goldoni dalle 21:00.

Uno spettacolo costruito su una successione di sketch, tanto improbabili quanto divertenti, dove l’insolito e l’imprevisto incrocia continuamente l’inventiva dei due buffi protagonisti in scena.

 

Capodanno con gli OKIDOK

teatro goldoni, capodanno, teatroArrivano dal Belgio, sono in due e da più di 24 anni lavorano per perfezionare il loro clown. Per la prima volta a Venezia la Compagnia OKIDOK presenta «HA HA HA», un titolo indubbiamente semplice ed efficace, che la dice lunga sul tenore e sui contenuti del loro spettacolo.

In scena, due buffi personaggi i cui costumi e il naso rosso rimandano alla grande tradizione dei clown. Ma la tradizione si arricchisce di un immaginario surreale, unito ad un senso innato della comicità e ad una tecnica acrobatica senza pari. Tutti questi elementi fanno di «HA HA HA» uno spettacolo originale, diverso, sorprendente, coinvolgente, un po’ cartone animato, un po’ teatro di figura.

Uno spettacolo costruito su una successione di sketch, tanto improbabili quanto divertenti, dove l’insolito e l’imprevisto incrocia continuamente l’inventiva dei due protagonisti. Uno spazio vuoto, sobrio che solo alcuni oggetti riescono a scuotere diventando pretesto per nuove, imprevedibili, gag.

Per chi volesse passare la serata del 31 dicembre a teatro, il Goldoni alle ore 21:00 propone un appuntamento speciale con «HA HA HA» degli OKIDOK.

 

Bianco Capodanno

capodanno, fuochi artificiali, festaQuello appena passato non è stato un bianco Natale, ma un Natale nebbioso, se volete rifarvi, ecco arrivare il “Bianco Capodanno”, ma non nel senso di innevato.

Da anni ormai, come saprete anche leggendo questo blog, si festeggia il capodanno in Piazza San Marco a Venezia e piazza Ferretto a Mestre, come d’altra parte in tutte le maggiori piazze italiane, ma la solita offerta, fatta di musica e fuochi d’artificio, quest’anno si rinnova, dando vita ad una nottata tutta particolare, che regalerà le emozioni del Carnevale veneziano in un susseguirsi di spettacoli all’insegna della musica, della danza e delle maschere, tutte rigorosamente bianche.

La novità della festa di capodanno in piazza infatti è proprio questa, per salutare l’arrivo del 2013 ci sarà un party in maschera.

Per la musica ci si affiderà alla Venice White Band, con il suo repertorio di grandi successi del pop internazionale.

La band sarà accompagnata dalla voce della giovane cantante Chiara Luppi e da una coppia di ballerini e performer tutti rigorosamente vestiti di bianco, che proporranno un suggestivo spettacolo con coreografie coinvolgenti e suggestive. A condurre la serata, un misterioso ed affascinante Mister White, con volto e abiti completamente bianchi, che accompagnerà il pubblico con i suoi modi accattivanti sino alla mezzanotte, che da tradizione verrà rischiarata da un bellissimo spettacolo pirotecnico nel Bacino di San Marco.

Visions per salutare il 2013 che sta arrivando

2012, 2013, capodanno, festaOra che siamo scampati ai Maya, è il momento di tirare un sospiro di sollievo e di prepararsi al Natale, da passare magari con amici e parenti.

Per salutare al meglio questo 2012, non facile per molti, sarà bene poi iniziare già a pensare come passare il 31 dicembre.

A Venezia, come sempre le proposte non mancano e, quest’anno, ne arriva anche una nuova, particolarmente adatta per i più giovani o per chi vuole salutare il passaggio al 2013 ballando e divertendosi.

Più di 10 ore di musica, 4 aree musicali e 20 live e dj set con ospiti italiani e internazionali, per ballare a Venezia dalle 23:00 del 31 dicembre 2012 fino alle 8:00 del mattino del primo giorno del 2013. Al Terminal 117 del Tronchetto di Venezia (facilmente raggiungibile in macchina, in treno, pullman o autobus, e anche a piedi in 5 minuti da piazzale Roma), si terrà per la prima volta l’evento Visions, organizzato dall’Associazione culturale Grand Canal.

Gli ospiti internazionali saranno tINI, Guti, e Tiga, nella sua unica data italiana. Visions presenta anche Luca Agnelli, un dj toscano famoso a livello europeo e altri 20 artisti molto noti a livello locale e nazionale.

Se volete scatenarvi su ritmi house, techno, elettro e ambient, questo è l’evento per voi.

Segnalo poi che Visions aderisce al “Movida Project”, promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Venezia, rivolto a sensibilizzare sui rischi connessi all’uso ed abuso di alcol e altre sostanze, e che prevede ampia disponibilità di acqua e bevande analcoliche, zone relax, informazioni su alcol e stupefacenti, e servizio ambulanza in caso di necessità.

 

Capodanno 2012 – I numeri della festa

3878292003.jpgCirca settantamila in Piazza San Marco, hanno dato l’addio al 2011 e salutato il nuovo anno. In pratica c’era più gente in piazza a far festa, che abitanti in città. Il freddo non ha scoraggiato gli affezionati dell’ormai tradizionale rito del bacio collettivo, e buona è stata anche la partecipazione alla festa di Capodanno in Piazza Ferretto a Mestre.

La situazione – come riportato da una nota del Comando della Polizia municipale – si è mantenuta tranquilla per tutta la durata della manifestazione e gli interventi degli agenti, sia a Venezia che a Mestre, si sono limitati sostanzialmente a far rispettare le ordinanze: sono state infatti in totale 46 le violazioni accertate a Venezia (riguardanti il rinvenimento di materiale pirotecnico e commercio abusivo di botti; un verbale per consumo di sostanze stupefacenti e uno per sequestro di droga a carico di ignoti). In totale sono stati 1907 i pezzi di materiale pirotecnico sequestrati, dei quali 1557 in piazza San Marco o zone limitrofe.

A Mestre sono invece state accertate 22 violazioni relative a materiale esplodente e pirotecnico con circa 400 botti sequestrati.

A Venezia il personale di Veritas è entrato in servizio alle ore 2:30 con settanta operatori e undici imbarcazioni, che con 157 carri di rifiuti solidi urbani raccolti, hanno ripulito Piazza e calli post festa.

 

Niente botti a Capodanno

capodanno, fuochi artificialiVenezia si prepara, come tutte le maggiori città Italiane, a salutare per sempre il 2011 e a dare il benvenuto ad un 2012 che, in barba ai Maya, si spera fortunato o, almeno, sereno.

Come Milano, Torino, Bari e molte altre città, anche Venezia, quest’anno, ha detto NO ai botti, compresi quelli legali, pena sanzioni piuttosto salate, in particolare in tempo di crisi.

Non si rinuncerà però al tradizionale spettacolo pirotecnico, ma niente petardi autogestiti che, anche se legali, in mano di minori possono creare danni e rappresentano causa di stress per gli animali domestici, oltre che rischi per la salute pubblica, visto che ogni anno c’è chi incautamente raccoglie petardi inesplosi o li usa in modo improprio, rimanendo ferito o, addirittura, menomato per sempre.

A Venezia il comandante generale della polizia municipale, Luciano Marini, ha emesso un’ordinanza che per la notte di Capodanno vieta “comportamenti che possano turbare la tranquillità o compromettere la sicurezza dei cittadini in luoghi aperti: nello specifico sabato 31 dicembre e domenica 1 gennaio sarà vietato usare o portare con sé materiale esplodente, accendere fuochi e far esplodere petardi, castagnole o altri artifici esplodenti”.

Sono sicuro che per chi sarà a Venezia a Capodanno le occasioni per divertirsi non mancheranno, anche senza botti. Io non ci sarò, dopo gli ultimi due anni a festeggiare a Piazza San Marco, stavolta vado in trasferta, in Sicilia, sperando in temperature meno rigide.

Buon anno a tutti! Con questo augurio vi informo che questo è l’ultimo post dell’anno nonché il numero 400 di questo blog. Arrivederci al 2012!

 

Capodanno LOVE 2011

LOVE2011.jpgCi siamo, il 2010 sta per lasciare il posto al 2011, e ancora una volta la festa veneziana per il Capodanno farà battere i cuori degli innamorati con l’ormai collaudata formula di LOVE.

LOVE 2011 si appoggerà alla scenografica cassarmonica allestita in Piazza San Marco per gli eventi natalizi. Dopo il programma di concerti di musica classica e natalizia, la notte di San Silvestro la struttura ospiterà l’intrattenimento di Mauro Marino, più noto come Principe Maurice e la musica di Radio Italia. A mezzanotte il Bacino di San Marco diverrà teatro di uno spettacolo pirotecnico che illuminerà, come da tradizione, la Notte di San Silvestro. Per tutti, un brindisi a base di Bellini Canella, e il tradizionale bacio collettivo.

La programmazione di Piazza Ferretto a Mestre non si discosta di molto da quella veneziana, ma punta su un pubblico più giovane, che verrà intrattenuto da Sergio Labruna e dalla musica di Radio Italia.

Ecco uno schema di massima del programma di Piazza San Marco:

22:30 Inizio spettacoli
23:00 Si inizia a brindare col Bellini
00:00 Countdown, brindisi, bacio collettivo
00:15 Spettacolo pirotecnico in Bacino
00:30 Danze e auguri

La festa continua sabato 1 gennaio 2011, alle ore 11.00 presso il Blue Moon, al Lido di Venezia, con l’ormai tradizionale Bagno degli Ibernisti.

TANTI AUGURI PER UN FANTASTICO 2011!

Arlecchino aprirà il Carnevale 2010

arlecchino.jpgSarà l’”Arlecchino servitore di due padroni” interpretato da Ferruccio Soleri ad aprire, sabato 6 febbraio, il Carnevale di Venezia 2010. Sensation 6 sensi per 6 sestieri, in programma fino a martedì 16 febbraio.

Il Carnevale riproporrà l’ormai collaudato format Sensation, 6 sensi per 6 sestieri. Filo conduttore degli eventi e degli spettacoli i 5 sensi abbinati ai sestieri in cui si divide la città: olfatto a Santa Croce, gusto a Cannaregio (il mio sestiere), vista a San Polo, tatto a Castello, udito a Dorsoduro, a cui si aggiunge il sesto senso nel sestiere di San Marco.

Dopo Dario Fo, un altro artista di straordinario rilievo inaugurerà i dieci giorni di maschere, spettacoli, colori e musica che animeranno la città lagunare. Per l’occasione, Ferruccio Soleri porterà in Piazza San Marco un adattamento realizzato in collaborazione con il regista Stefano De Luca appositamente per il Carnevale.
A poca distanza dal notevole successo del CapodannoLove 2010” che ha portato in Piazza San Marco oltre 30.000 persone, compreso chi scrive e, nonostante pioggia e acqua alta. Sarà quindi un altro evento di altissimo profilo ad aprire il ricco programma di spettacoli ed iniziative che, anche quest’anno, divertirà un pubblico internazionale, che come tradizione, sceglie Venezia per il periodo di Carnevale.

Arlecchino, servitore di due padroni”, con la regia di Giorgio Strehler, è stato rappresentato finora nei teatri di 331 città in 32 Paesi nel mondo.

Auguri di Capodanno sulla spiaggia del Lido di Venezia

ibernisti.jpgE’ giunta ormai alla sua trentaduesima edizione la manifestazione ibernista “Auguri di Capodanno sulla spiaggia del Lido di Venezia” che, aprirà il 2010 dall’arenile della spiaggia del Des Bains, sulla quale un nutrito gruppo di coraggiosi (e un po’ pazzi) ibernisti sfideranno le gelide acque invernali dell’Adriatico per salutare a modo loro il nuovo anno.

Dopo il bagno, con sottofondo di valzer viennesi, ai partecipanti, sicuramente bisognosi di calore, verrà offerto un piatto caldo di cotechino e lenticchie accompagnato da un immancabile bicchiere di vino.

Quest’anno l’evento si carica di maggiori significati, con la dedica al suo ideatore, Giorgio Pecorai, deceduto nell’aprile 2009, il cui ricordo è molto forte al Lido. Con questa iniziativa Pecorai volle rendere l’arenile un luogo di ritrovo e socializzazione per veneziani, lidensi e turisti, non solo nel periodo estivo.