Settimana contro il razzismo

calendario, mestreI recenti fatti di cronaca ci fanno scontrare con la dura realtà, il razzismo è ancora tra noi e può davvero fare paura, per questo sono felice di segnalare che oggi, mercoledì 21 marzo, inizia l’ottava “Settimana di azione contro il razzismo”, promossa dal Comune di Venezia, con l’Assessorato comunale alle Politiche giovanili.

La settimana prevede un ricco calendario di iniziative che proseguiranno fino al primo di aprile, organizzate assieme all’associazione “Sos Diritti” e all’Unar – Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali. 

Oggi alle ore 10:30, per inaugurare l’iniziativa, si formerà, in Riva degli Schiavoni a Venezia, una catena umana contro il razzismo. 

Ma il programma, come detto è davvero ricco, e si articolerà tra il centro storico e la terraferma: sabato 24 marzo, alle ore 10:00, presso il centro culturale di Santa Maria delle Grazie a Mestre (in via Poerio 32) si terrà il convegno “Parole che discriminano”. Il tema della conferenza sarà quello del rapporto tra media e migrazioni e verranno inoltre presentati i risultati di un monitoraggio della stampa locale curato dall’Osservatorio Antidiscriminazioni di Venezia.

Giovedì 29, alle ore 20:00, all’Officina Sociale di Marghera (in via Fratelli Bandiera 20), avrà luogo una cena sociale, con piatti curati dagli studenti della scuola di italiano “Liberalaparola” e con l’accompagnamento delle musiche della “BandaNera”.

Sabato 31 marzo e domenica 1 aprile, al Parco Bissuola di Mestre, decine di squadre composte da giocatori di diverse nazionalità si sfideranno in un torneo di calcetto nel segno dell’antirazzismo. 

Dopo il torneo, seguirà, alle 19:00 il “terzo tempo” al “Culture bar Conestoga” in via Bacchiglione a Mestre. 

Infine, la Fondazione Bevilacqua La Masa, nella sua sede di Palazzetto Tito a Venezia, propone, fino al 15 aprile, la mostra “Io, tu, lui, lei”, promossa dall’Osservatorio comunale Queer. L’evento rappresenta la conclusione di un percorso progettuale su dialogo ed identità, avviato con la VII Settimana Antirazzista del 2011.

Per informazioni e contatti: antidiscriminazioni@comune.venezia.it

 

Calendario 2010 di Venezia

ponte.jpgGiovedì 10 dicembre verrà presentato il calendario 2010 di Venis Spa, pubblicazione, ormai piuttosto attesa in laguna, che dal 2004 rappresenta un appuntamento fisso del dicembre veneziano.
Il calendario non immortala belle ragazze in pose più o meno esplicite, ma bensì, per questa edizione bellezze architettoniche e, in particolare i ponti veneziani.

Ideato e realizzato dal grafico Fabrizio Olivetti e dal fotografo Francesco Barasciutti, il calendario è prodotto in collaborazione con il Centro previsioni e segnalazioni maree del Comune di Venezia e rappresenta ormai, come detto, un appuntamento fisso di questo periodo.
Quest’anno il calendario propone ventiquattro scatti in bianco e nero dei ponti di Venezia. Ponti dalle antiche geometrie, in pietra, legno o ferro, tutti diversi, sempre utili ed utilizzati, connettono rive, ma anche uomini, idee e religioni. Due sono le chiavi di lettura che organizzano le immagini di Barasciutti: il ponte come architettura fantastica disegnata dai riflessi della luce sull’acqua e il ponte come luogo di incontro e di passaggio. Non dimentichiamoci che la simbologia del ponte è stata scelta anche dall’Europa proprio per sottolineare l’unità e la comunicazione tra i paesi dell’Unione, infatti su tutte le banconote Euro sono raffigurati dei ponti.

Alla conferenza stampa di giovedì, oltre agli autori, interverranno l’assessore comunale all’informatizzazione, Laura Fincato, il presidente e il direttore dell’Istituzione Centro Previsione e Segnalazione Maree, Luigi Alberotanza e Paolo Canestrelli, il presidente, l’amministratore delegato e il direttore generale di Venis Spa, Sandro Codato, Sergio Brischi, Valter Baldassi, il direttore dell’Accademia delle Belle Arti, Carlo Montanaro, autore del commento alle foto.