Tanti auguri

natale,auguri,san marco,festeCon questo post, che è il numero 553 del blog e il quartultimo dell’anno, vi faccio con grande piacere e simpatia i miei migliori auguri di Natale, e vi ringrazio per il percorso fatto fin qui.

Il 2012 si sta per chiudere e sono sicuro che il nuovo anno ci regalerà molte soddisfazioni e sfide.

Ma non voglio annoiarvi con bilanci o buoni propositi per il futuro, piuttosto mi auguro che passerete delle feste serene e, perché no, allegre.

In particolare a Capodanno, dopo un bel Natale in famiglia, non c’è nulla di meglio di divertirsi un po’.

Così la devono pensare anche i tanti che hanno già, con un certo anticipo, prenotato posti in alcuni dei più prestigiosi locali veneziani, proprio per trascorrere in laguna l’ultima notte dell’anno.

In questi casi si parla sempre di crisi e di come sembri non colpire il lusso, la questione in effetti è semplice e non necessita particolari spiegazioni, chi disponeva di molto denaro prima della crisi se la passa bene anche ora.

O forse, anche chi non naviga in acque poi così buone, almeno una volta l’anno vuole regalarsi una serata speciale. Qualunque sia la chiave di lettura che volete dare, fatto sta che locali come il Quadri di Piazza San Marco registrano già il tutto esaurito, questo significa 45 posti decisamente per alti budget, prenotati con largo anticipo.

Niente tagli o parsimonia per i festaioli di San Silvestro quindi, almeno nelle fasce più alte.

Che voi propendiate per feste low cost o extra lusso, vi rinnovo comunque i miei auguri più sinceri.

 

Auguri di Capodanno sulla spiaggia del Lido di Venezia

ibernisti.jpgE’ giunta ormai alla sua trentaduesima edizione la manifestazione ibernista “Auguri di Capodanno sulla spiaggia del Lido di Venezia” che, aprirà il 2010 dall’arenile della spiaggia del Des Bains, sulla quale un nutrito gruppo di coraggiosi (e un po’ pazzi) ibernisti sfideranno le gelide acque invernali dell’Adriatico per salutare a modo loro il nuovo anno.

Dopo il bagno, con sottofondo di valzer viennesi, ai partecipanti, sicuramente bisognosi di calore, verrà offerto un piatto caldo di cotechino e lenticchie accompagnato da un immancabile bicchiere di vino.

Quest’anno l’evento si carica di maggiori significati, con la dedica al suo ideatore, Giorgio Pecorai, deceduto nell’aprile 2009, il cui ricordo è molto forte al Lido. Con questa iniziativa Pecorai volle rendere l’arenile un luogo di ritrovo e socializzazione per veneziani, lidensi e turisti, non solo nel periodo estivo.