L’ultimo terrestre e la fine del mondo

2904962370.jpgAnche questa edizione della Mostra del Cinema di Venezia di avvicina alla sua conclusione e, dopo il virus letale nel Contagion di Soderbergh, L’ultimo terrestre di Gian Alfonso Pacinotti e 4:44 Last Day on Earth di Abel Ferrara, pare che anche il mondo non si senta molto bene.

Le catastrofi al cinema non sono certo una novità, anzi, con l’avvicinarsi del 2012 profetizzato dai Maya stanno anche un po’ stufando, speriamo che una volta superata la data fatidica si trovino nuovi spunti.

Intanto, le apocalissi annunciate oggi arrivano con la precisione resa possibile dalle ultime tecnologie del meteo satellitare. Non solo anno, mese e giorno, ma persino l’ora in cui la peggiore tra le perturbazioni cosmiche si abbatterà su di noi, e se cinquant’anni fa Vittorio De Sica affidava l’annuncio alla voce stentorea del celebre basso Nicola Rossi-Lemeni che dal cielo tuonava: “Alle 18 comincia il Giudizio Universale”, oggi il visionario regista Abel Ferrara, si spinge ad indicare addirittura i minuti ed i secondi. “Accadrà domani, alle 4:44 di pomeriggio. Nessuna possibilità di scamparla, non ci saranno sopravvissuti”. 

Sgomento e terrore tra gli abitanti del pianeta, scongiuri vari tra gli spettatori in sala.

La fine del mondo – ha dichiarato Ferrara – non avverrà per un incidente nucleare, né per una punizione divina. Sarà responsabilità degli uomini, distruttori ed avvelenatori del nostro pianeta. In conclusione, per alleggerire i toni, senza rinunciare al nero anche nell’umorismo, il regista dichiara “Due sole cose sono certe: le tasse e la morte”.

Alieni alla Mostra del Cinema di Venezia

Tg3, alieni, film, Maria CuffaroSi avvicina l’inizio della Mostra del Cinema di Venezia e prendono il via discussioni e campagne di marketing, una delle più interessanti riguarda “L’ultimo terrestre” di Gian Alfonso Pacinotti, uno dei tre film italiani in concorso, che è già diventato un fenomeno sul web, grazie ad una campagna virale lanciata su popolari siti come YouTube e Facebook, a partire da un finto annuncio del Tg3 (da parte della giornalista Maria Cuffaro, noto volto del Tg regionale del Veneto).

Nell’annuncio si da, in modo piuttosto normale, senza allarmismi o altro, la notizia dell’arrivo degli extraterrestri nel nostro Paese e di come la società si stia preparando a questo storico appuntamento, sotto vari aspetti, che spaziano dalla politica alla religione.

La Fandango, produttrice del film, comunica che il video, messo in rete lo scorso 4 agosto ed estratto della pellicola, risulti il più visto del web dell’ultima settimana, con più di 650.000 visualizzazioni sui siti di video sharing e più di 250.000 condivisioni su Facebook. 

La finta notizia, che a molti ricorderà quella radiofonica di Orson Welles, ormai entrata nel mito, è stata anche ripresa da alcune delle più importati testate giornalistiche internazionali, come l’inglese Guardian e lo spagnolo Abc. La campagna di marketing virale del film continuerà fino alla sua uscita nelle sale italiane, prevista il prossimo 9 Settembre.

Per sapere come verrà accolta la pellicola da giuria e pubblico della Mostra non ci resta che aspettare, manca poco ormai, si inizierà il 31 agosto al Lido.