Trovata a Venezia la ragazzina scomparsa

comune, sindaco, piazzale romaLa Provincia di Venezia sarà cancellata, come capitato a molte altre, ma per diverse ragioni. L’1 giugno 2013 nascerà la Città metropolitana. La notizia è trapelata in questi giorni dalla bozza del decreto del governo in materia di spending review, che a dire il vero già circolava da un po’ tra Ca’ Corner e Ca’ Farsetti.

Da mercoledì le voci sono però diventate certezze: il territorio della città metropolitana coinciderà con quello della Provincia soppressa, il sindaco metropolitano sarà quello del Comune capoluogo e il consiglio sarà eletto tra i sindaci dei Comuni dell’area.

Quindi cosa cambia in sostanza? Bella domanda, io non lo so.

Veniamo ad una notizia, più facile da capire ed apprezzare, una bella notizia, una volta tanto. E’ stata ritrovata, proprio a Venezia, Malak, la ragazzina marocchina di 11 anni scomparsa giovedì pomeriggio dalla sua casa in provincia di Treviso. Del caso s’era interessata anche la nota trasmissione RAI “Chi l’ha visto?”.

Malak, che già in passato s’era allontanata da casa, ma per meno tempo, temendo un rimprovero per un bagno al lago, era fuggita, prima in autobus e poi in treno, in direzione di Conegliano e poi di Venezia, dove ha alloggiato una notte, non si sa bene dove, visto che aveva solo 10 euro in tasca, e che li ha usati per un trancio di pizza.

Ora madre e figlia si sono riabbracciate e la piccola è parsa in buone condizioni. A notarla un signore veneziano a piazzale Roma, che ha avvisato le autorità.

Nella foto il Lago di Revine nel Trevigiano.

Sta arrivando il Tram

tramContinuano, tra polemiche e disservizi, i lavori per far arrivare i Tram a Venezia. Il mezzo collegherà Marghera a Piazzale Roma e, forse, proseguirà anche per San Basilio.

Dopo qualche problema per i lavori sul ponte, non sempre fatti negli orari più intelligenti, ora si entra in una nuova, delicata, fase. Nei prossimi giorni infatti, non solo si completerà la rimozione dei lampioni dal ponte, così da recuperare lo spazio per la realizzazione di una quinta corsia, ma saranno ripristinate due corsie per ogni senso di marcia.

La quinta corsia permetterà la posa delle rotaie, senza interferire con la normale viabilità.

Alcuni lavori verranno poi eseguiti di notte, come spesso si fa in questi casi, per limitare i disservizi.

Venerdì i lavori inizieranno alle 7, per rendere percorribile la terza corsia in direzione Mestre, mentre di notte si partirà con l’asfaltatura degli ultimi 800 metri di strada che mancavano, in direzione Mestre.

Dal 16 luglio, se tutto fila liscio, inizierà la posa dei binari.

 

Visita la pagina di Virgilio Venezia su Facebook

Segui Virgilio Venezia anche su Twitter

Vota le news di
Virgilio Venezia

Spritz Happy Record

bar, piazza san marco, flash mob, spritz«A uno spritz gratis non si può dire di no» questa una delle frasi ricorrenti durante il flashmob che, il 29 giugno, ha visto 2567 persone, da ogni parte del mondo, radunarsi in piazza San Marco per bere quella che ormai è una delle icone della città Lagunare.

Lo Spritz, nelle sue diverse varianti, è da molti anni un classico a Venezia, e si sta facendo apprezzare ormai da qualche tempo anche fuori dal Veneto, grazie agli spot dell’Aperol, organizzatrice dell’evento collettivo che, nonostante il caldo torrido, ha saputo attirare in piazza migliaia di persona, tra veneziani, veneti, italiani di altre regioni, e stranieri da ogni parte del mondo.

Tutti, dopo aver indossato una maglietta arancione, hanno contribuito, con il loro corpo, a disegnare un bicchiere di spritz gigante, in un’area di ben 1250 metri quadrati.

Un bicchiere a testa, 1000 kg di ghiaccio e 100 di arance, ed è scattato l’«Aperol’s Spritz Happy Record».

Ed ora, onde evitare inqualificabili intrugli, spacciati come Spritz fuori dal veneto, ecco qualche consiglio per preparare correttamente questo aperitivo.

Consiglio 1: ormai si trova imbottigliato in molti supermercati, invece di improvvisarvi barman, in particolare se avete tra gli ospiti degli “intenditori” veneziani, acquistatelo.

Consiglio 2: se lo volete preparare voi, ecco le dosi, naturalmente non si tratta di una formula matematica, ma di un’opera d’arte, quindi prendetele come indicazioni “di massima”.

Spritz all’Aperol

  • 2 parti di Aperol
  • 3 parti di prosecco
  • 1 spruzzo di seltz o soda
  • Ghiaccio
  • Mezza fettina d’arancia e/o un’oliva verde

Spritz al Bitter

  • 5/6 di vino bianco secco
  • 1/6 di Bitter Campari freddo
  • 2 spruzzi di seltz

Spritz al Select

  • 3/5 di vino bianco secco
  • 2/5 di Select Pilla
  • 2 spruzzi di seltz

Fuori dal Veneto in genere si conosce solo quello all’Aperol, che comunque è il più popolare anche a Venezia.