Peggy si rifà il trucco

museo, Peggy Guggenheim, restauroLa Collezione Peggy Guggenheim è uno dei musei più importanti d’Europa per l’arte contemporanea. Ha sede a Venezia presso Palazzo Venier dei Leoni, sul Canal Grande, in quella che fu l’abitazione di Peggy. Il museo fu inaugurato nel 1980 e ospita la collezione personale d’arte del ventesimo secolo di Peggy Guggenheim, ma anche i capolavori della Collezione Gianni Mattioli, il Giardino delle sculture Nasher ed importanti mostre temporanee. 

Oggi è di proprietà della Fondazione Solomon R. Guggenheim che la gestisce assieme all’omonimo Museo di New York, al Guggenheim Museum di Bilbao e al Deutsche Guggenheim di Berlino 

Fino al 21 febbraio la Collezione Peggy Guggenheim è impegnata in lavori di manutenzione straordinaria per l’ottimizzazione degli impianti di climatizzazione e di illuminazione. Durante il restauro del Palazzo Venier dei Leoni, i capolavori della collezione permanente, che vantano autori come Magritte e Picasso, saranno collocati negli spazi generalmente riservati alle mostre temporanee. Ne nascerà uno speciale allestimento dal titolo “Le avanguardie da Picasso a Pollock”.

Il biglietto d’ingresso intero è di 8 euro, mentre è di 5 euro quello ridotto. Oltre al consueto giorno di chiusura (il martedì), in questo periodo dedicato al restyle della sede, il museo rimarrà chiuso il 9 gennaio e il 20 febbraio.

 

Regata delle Befane 2012

befane.jpgTorna uno degli appuntamenti più originali del ricco palinsesto di eventi che propone annualmente la città di Venezia, in particolare in periodi “caldi” come quelli legati alle festività natalizie.

Il 6 gennaio, come noto, arriva la befana, ma in laguna la vecchina si munisce di remo e si sposta in barca.

Da non perdere quindi, per chi si trovasse in città, la simpatica Regata delle Befane, che ogni anno si ripete lungo il Canal Grande nel giorno dell’Epifania.

La Regata delle Befane ha come luogo di partenza, verso le 11:00, la fermata di San Tomà nei pressi di Palazzo Balbi, e come luogo d’arrivo il Ponte di Rialto. E’ un appuntamento davvero originale e divertente, che è divenuto ormai tradizionale tra le tante regate veneziane.

Da circa trent’anni questa particolare Regata vede sfidarsi vecchi soci della più antica società di canottaggio della città, la Bucintoro.

Per l’occasione alcuni di questi “veterani del remo”, tutti over 55, si travestono simpaticamente da Befane con gonne lunghe, scialli e cuffiette, e si sfidano lungo il tratto centrale del Canal Grande.

La gara dura circa quindici minuti ed è un evento seguito da numerosi appassionati delle regate e da tanti turisti e curiosi.

A completare l’evento, e a renderlo ancor più una grande festa, sul Ponte di Rialto ci saranno le volontarie della Forza Rosa che distribuiranno cioccolata calda, vin brulé e caramelle a bambini ed adulti.

Foto: bucintoro.org

Capodanno 2012 – I numeri della festa

3878292003.jpgCirca settantamila in Piazza San Marco, hanno dato l’addio al 2011 e salutato il nuovo anno. In pratica c’era più gente in piazza a far festa, che abitanti in città. Il freddo non ha scoraggiato gli affezionati dell’ormai tradizionale rito del bacio collettivo, e buona è stata anche la partecipazione alla festa di Capodanno in Piazza Ferretto a Mestre.

La situazione – come riportato da una nota del Comando della Polizia municipale – si è mantenuta tranquilla per tutta la durata della manifestazione e gli interventi degli agenti, sia a Venezia che a Mestre, si sono limitati sostanzialmente a far rispettare le ordinanze: sono state infatti in totale 46 le violazioni accertate a Venezia (riguardanti il rinvenimento di materiale pirotecnico e commercio abusivo di botti; un verbale per consumo di sostanze stupefacenti e uno per sequestro di droga a carico di ignoti). In totale sono stati 1907 i pezzi di materiale pirotecnico sequestrati, dei quali 1557 in piazza San Marco o zone limitrofe.

A Mestre sono invece state accertate 22 violazioni relative a materiale esplodente e pirotecnico con circa 400 botti sequestrati.

A Venezia il personale di Veritas è entrato in servizio alle ore 2:30 con settanta operatori e undici imbarcazioni, che con 157 carri di rifiuti solidi urbani raccolti, hanno ripulito Piazza e calli post festa.