Common Ground

architettura.jpgMi interesso da molti anni di architettura, ho studiato un anno allo IUAV e nonostante poi mi sia trasferito a Ca’ Foscari, dove mi sono laureato in Beni Culturali, l’interesse per architettura ed urbanistica e, in generale per il disegno degli spazi in cui viviamo, lavoriamo ed interagiamo, m’è rimasto. Un anno ho anche lavorato alla Biennale di Architettura di Venezia e, in quell’occasione, ho potuto notare, come molti altri più illustri commentatori hanno sottolineato, che questa mostra, in molti casi, supera per qualità e vitalità quella dedicata alle arti visive, ben più nota e titolata, ma sovente duramente criticata, da più fronti.

In questi giorni, il Presidente della Biennale di Venezia, Paolo Baratta, accompagnato dal Direttore della 13a Mostra Internazionale di Architettura, David Chipperfield, ha incontrato a Ca’ Giustinian i rappresentanti di 41 Paesi partecipanti alla Mostra, che si svolgerà dal 29 agosto al 25 novembre 2012 ai Giardini, all’Arsenale e in vari altri luoghi di Venezia.

All’incontro erano presenti per la prima volta anche rappresentanti di Cossovo, Kuwait e Perù. Il tema scelto dall’architetto britannico David Chipperfield per la 13esima Mostra Internazionale di Architettura è “Common Ground“.

Questa mostra sarà un omaggio a una cultura architettonica vitale ed interconnessa, che si interroghi sui territori condivisi, intellettuali e fisici. Nella selezione dei partecipanti Chipperfield ha per questo favorito la collaborazione e il dialogo, che considera il cuore dell’architettura. Idea che personalmente condivido.

 
Common Groundultima modifica: 2012-01-18T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento