Prima per l’Hamlet di Ostermeier

teatro goldoniIl 41^ Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia apre oggi i battenti premiando la scena tedesca e in particolare quella berlinese, con il Leone d’oro alla carriera assegnato al più giovane artista che la storia della Biennale ricordi, Thomas Ostermeier e il Leone d’argento, che la Biennale di Venezia ha istituito per le giovani generazioni, attribuito al collettivo artistico dei Rimini Protokoll. 

In serata l’appuntamento è al Teatro Goldoni per la prima di Hamlet, nella graffiante versione dello stesso Ostermeier.

La Biennale Teatro di quest’anno è stata pensata da Alex Rigola, il neo direttore, come un festival-laboratorio. Sono stati chiamati a partecipare i migliori nomi della scena internazionale, tra attori, registi, coreografi, architetti e scenografi, esperti di video e luci, che dialogheranno tra loro e con il pubblico attraverso spettacoli, incontri e tavole rotonde.

La riflessione al centro di tutto è quella sul fare teatro oggi, La Biennale, da sempre attenda alle sperimentazioni più estreme, non poteva quindi che scegliere la coinvolgente innovazione dell’Amleto del quarantaduenne regista tedesco per lo spettacolo d’apertura di questa edizione.

Prima per l’Hamlet di Ostermeierultima modifica: 2011-10-10T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento