Da Venezia a Toronto

film festivalPsicoanalisi e sesso da Venezia a Toronto, questi gli ingredienti che legano (e la scelta del termine non è casuale) due dei festival cinematografici tra i più prestigiosi al mondo, ovvero la Mostra del Cinema di Venezia, recentemente conclusasi al Lido, e il Toronto Film Festival.

La 68^ edizione della Mostra del Cinema di Venezia tra le diverse pellicole in concorso che hanno giocato, anche se in modo spesso decisamente riuscito e non banale, la carta del sesso, ha ospitato A Dangerous Method del grande regista David Cronenberg. Opera che ritorna ai tempi dei padri della moderna psicanalisi, Freud e Jung per mettere in evidenza quanto i loro studi e le loro teorie, fossero legati al loro modo di vivere e pensare, alle loro piccole e grandi fragilità, fissazioni e fobie, senza dimenticare anche vere o presunte perversioni.

A questo proposito una delle scene più intense del film vede la protagonista femminile, la bella attrice Keira Knightley (nella foto), che interpreta Sabina Spielrein, essere legata e sculacciata dal suo amante e mentore Carl Jung, interpretato invece da Michael Fassbender.

Dopo Venezia le varie pellicole iniziano il loro viaggio, che dopo qualche altra capatina in vari festival, più o meno noti e prestigiosi, li porterà nelle sale per quello che è l’appuntamento più importante e decisivo per il loro successo, la prova del pubblico, che in diversi casi, per ora, pare aver accolto bene i film presentati quest’anno in Laguna.

Da Venezia a Torontoultima modifica: 2011-09-19T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento