I videogiochi conquistano la Biennale

biennale, mostraHa aperto al pubblico ieri, 2 giugno, la 54° Biennale d’Arte di Venezia, tra le tante mostre ed eventi collaterali che, come in ogni edizione animano la città del periodo dell’evento, oggi vi parlo di una singolare mostra dedicato al mondo del gaming, dove sarà possibile ammirare artwork, video, concept art e molto altro materiale che ha ispirato 15 celebri videogiochi tra cui World of Warcraft, Super Mario Galaxy 2, ICO e Gears of War 2.

Mentre si discute del fatto che il videogioco “L.A. Noire” possa essere considerato alla stregua di un lungometraggio e correre in America per l’Oscar, a Venezia si indaga il videogame come opera dell’ingegno e gli si riconosce dignità artistica.

Art is a game 2011-1966, è il nome del progetto ideato e prodotto da Musea Game Art Gallery con E-Ludo Lab e Fabbrica Arte di cui AESVI è partner insieme a 7 big player del settore tra cui: Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Microsoft, Nintendo, Sony Computer Entertainment Italia, The Walt Disney Company e Warner Bros. Interactive Entertainment.
In un percorso espositivo fatto di arte videoludica, analogica e digitale, in fotografia e in video, e retrospettive celebrative delle sperimentazioni di artisti internazionali, trova infatti spazio l’esposizione Archetipi e Paesaggi che offre lo spunto per rilevare attraverso art work e video le fonti di ispirazione del game design di 15 videogiochi di successo che sono stati pensati per l’intrattenimento dei pubblici più allargati, dai videogiocatori cosiddetti hardcore a quelli più casual.

“Molti dei videogiochi oggi in commercio hanno raggiunto un livello di complessità artistico-culturale che li pone sullo stesso piano di altre opere creative e permette quindi di inquadrarli come una forma d’arte a tutti gli effetti” – ha dichiarato Thalita Malagò, Segretario Generale AESVI.

Per questo AESVI e alcune tra le più importanti aziende del settore hanno scelto di sostenere il progetto Neoludica realizzando al suo interno uno spazio capace di valorizzare lo sforzo artistico che i game designer delle software house di tutto il mondo impiegano nella realizzazione dei videogiochi che sono parte integrante del tempo libero di un numero sempre crescente di persone.

Se vi interessa visitare la mostra ecco gli indirizzi:
Sala Dei Laneri, Santa Croce 131, Venezia dal 1 giugno 2011 al 27 novembre 2011
Centro Culturale Candiani, Venezia – Mestre, dal 3 giugno 2011 al 31 ottobre 2011

I videogiochi conquistano la Biennaleultima modifica: 2011-06-03T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento