Nuova vita per la materna di Sant’Alvise

salvise.jpgUn tempo a Sant’Alvise, c’erano l’asilo e la scuola elementare, in cui io e molti miei amici e coetanei abbiamo studiato. Da parecchi anni la scuola elementare ha chiuso, ma l’asilo ha resistito fino ad oggi, rappresentando per molte famiglie un punto di riferimento importante.

Purtroppo però con il passare degli anni, la crisi delle vocazioni ha impedito il ricambio generazionale tra le suore Canossiane, che sono sempre più anziane e meno numerose. Nonostante questo però la scuola materna delle Canossiane non getta la spugna, anzi in un recente incontro con i genitori, ha risposto alle loro preoccupazioni, confermando che l’istituto, attivo dal 1848, non chiuderà e continuerà ad offrire ai piccoli ampie aule attrezzate, la cucina, il grande giardino, il teatro, e tutti gli altri servizi.

I dubbi sul futuro della materna sono stati fugati da Adriano Doria, vicepresidente dell’agenzia patriarcale “La Fontaine”: «Purtroppo anche le suore Canossiane vivono la crisi di molte congregazioni per mancanza di vocazioni – ha piegato – ma assicuro l’impegno della diocesi affinché la materna di Sant’Alvise continui ad esistere. Questa è la volontà del patriarca Angelo Scola, che si prodiga affinché le scuole cattoliche permangano attive. D’altronde, proprio le nostre materne assorbono il 65% della domanda e questo istituto si presenta perfetto allo scopo ed in posizione centrale, tale non solo da servire il territorio, ma anche favorire l’utenza che proviene da Murano».

Un’ottima notizia e non ci si ferma qui, non solo la materna non lascia, ma raddoppia e presto verrà attivato anche l’asilo nido.

Nuova vita per la materna di Sant’Alviseultima modifica: 2011-02-07T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento