Nuova vita per l’Arsenale

arsenale.jpgPresto l’Arsenale di Venezia, dopo i fasti del passato, potrebbe tornare a vivere con una nuova destinazione d’uso. E’ stato infatti pubblicato l’elenco di 61 beni posti in vendita dal ministero della difesa, tra questi ci sono ben nove fari, caserme, un ex convento ed un ex carcere militare, ma anche parte di un castello, l’isola di San Paolo nel golfo di Taranto e il Castello Svevo di Brindisi. Inoltre nella lista c’è una parte attualmente inutilizzata dell’Arsenale di Venezia.

L’elenco completo dei 61 immobili da trasferire al patrimonio dello Stato, per poi essere venduti, dati in gestione o valorizzati dagli enti locali, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 10 gennaio.

Molte di queste strutture diverranno probabilmente alberghi, centri commerciali o uffici, ma potrebbero anche diventare attrazioni turistiche e molto altro. Dipenderà naturalmente da chi le acquisterà. In ogni caso, spesso si tratta di strutture di valore storico che andranno quindi tutelate, con delle destinazioni d’uso consone.

Per gli spazi dell’Arsenale, da anni in gran parte inutilizzati e lasciati in uno stato di sostanziale abbandono, potrebbe quindi aprirsi una nuova fase, in cui probabilmente potrebbero diventare spazi espositivi, come è già avvenuto da diversi anni con la Biennale alle ex Corderie, nelle Artiglierie e in altre suggestive strutture dell’arsenale di Venezia.

Cosa riserverà il futuro per l’Arsenale veneziano è ancora presto per dirlo, ma è importante che alla città, anche attraverso i privati, sia data la possibilità di riappropriarsi di questi spazi di grande interesse storico, sociale ed economico.

Nuova vita per l’Arsenaleultima modifica: 2011-01-12T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento