Novità sulla Sublagunare

sub-lag.jpgE’ da più di 10 anni che se ne parla, per alcuni è il treno del futuro, una grande opera capace di collegare sott’acqua la città di Venezia alla terraferma, per altri è solo fantascienza, per altri ancora è un’idea che, se realizzata, rischia di distruggere la città.

Ora, la Sublagunare torna d’attualità con la firma di un Protocollo d’intesa tra il sindaco Orsoni e la Camera di Commercio. che realizzerà entro il prossimo gennaio uno studio sulle ricadute socio-ecomomiche di quest’opera avveniristica, analizzando i flussi di mobilità, in chiave di aumento dei turisti, e l’interrelazione con gli altri mezzi di trasporto in vista di una rete integrata.

L’ambizioso progetto di questa metropolitana sottomarina, consentirebbe di collegare in soli 15 minuti il centro storico di Venezia all’aeroporto di Tessera.

Il Comune, guidato dal sindaco Giorgio Orsoni, stavolta sembra fare sul serio, ma prima di partire, vuol capire quali siano le ricadute sociali ed economiche di questa impresa, condividendo la scelta della sua eventuale realizzazione con la città.

Non si tratterà quindi di un’opera destinata a suscitare polemiche, come il Ponte sullo stretto di Messina o, per restare in laguna, il MOSE, ma bensì nascerà da una scelta condivisa sulla “mobilità del terzo millennio”, in una delle aree più delicata e complesse del nostro Paese.

Novità sulla Sublagunareultima modifica: 2010-12-01T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Novità sulla Sublagunare

  1. Non sono e non vorrei sembrare il solito bastian contrario.
    Mi è bastato il petrolchimico di Marghera per capire che l’uomo mille ne pensa e forse qualcuna serve e và dritta. Tutto il resto è da buttare.
    Questa sublagunare di primo acchito è da evitare come la peste.
    La laguna e Venezia hanno un eco sistema talmente complesso e difficile che pensare di costruire una sublagunare con tutto il rispetto per politici,scienziati,ingegneri,geologi e via dicendo….mi domando quale impatto avrà sulle maree, sui fondali, sui movimenti delle correnti, sugli spostamenti di sabbia e detriti vari esistenti……potrei continuare……….una cosa è certa se invece di salvaguardare Venezia come si faceva all’epoca della Serenissima e in particolare con il sistematico svuotamento dei canali da tutto ciò che il mare portava dentro e…naturalmente…a quello che i veneziani Vi gettavano dentro ai canali…..penso che Venezia pur con l’abbassamento del fondale marino causato da…guarda caso il petrolchimico di Marghera….e il blocco dell’uso di acqua dalle falde sottostanti, specie a Marghera…si potrebbe di molto migliorare la situazione e nessuno è in grado di dire se addirittura si potrebbe risolvere il problema dell’acqua alta.
    Una cosa è certa, con la sublagunare si darà il colpo definitivo a Venezia la quale subirà ulteriori contraccolpi a causa della modificazione dell’area lagunare sopra e sotto l’acqua determinando ne sono sicuro l’acqua alta vita natural durante a meno che fare la sublagunare non mi si venga a dire che riusciranno ad alzare argini, fondamenta e mettere sbarramenti nei vari canali da impedire che l’acqua di mare possa aumentare di livello mentre tenta di incunearsi dentro Venezia. Invece del Mose potevano fare tanti piccoli mose all’imboccatura dei vari canali in contatto diretto con il mare o no ??????? Metodo semplice ma efficace se l’idraulica non è un’opinione ma una scienza quasi perfetta.
    Stramaledico tutti coloro che per decenni se ne sono fregati di Venezia e quando hanno pensato di fare qualcosa ( per loro tornaconto) era sempre contro Venezia e naturalmente ai Veneziani.
    LA FINIRA’………………
    WSM

Lascia un commento