Polemiche architettoniche da Torcello

torcello.jpgA Torcello vivono oggi soltanto alcune decine di residenti, da alcuni dei quali vengono le prime proteste nei confronti della Soprintendenza ai Beni ambientali e architettonici di Venezia, che ha recentemente approvato il progetto per la costruzione di una villa a due piani, in vetro ed acciaio, che dovrebbe sorgere proprio nell’isola che attualmente ospita solo edifici storici e case rurali.

La nuova villa, stando ai critici, finirebbe per sorgere in piena area archeologica. Recentemente poi, proprio nell’isola è stato bocciato il progetto di ristrutturazione di un casolare, che avrebbe avuto un impatto decisamente minore.

A chiedere di costruire la villa sarebbe stato un abitante della vicina isola di Mazzorbo, ma secondo alcune indiscrezioni non confermate, alla villa sarebbe interessata una delle massime autorità politiche veneziane a livello nazionale. Nessuna opposizione sarebbe al momento venuta dalla Regione del Veneto o dal Comune, anche se il sindaco ha chiesto maggiori informazioni sul discusso intervento.

El Sior Rioba giustà

280.jpgIl Sior Rioba è un simbolo di Venezia tra i più caratteristici ed amati dai residenti e dai turisti, oltre ad un soggetto estremamente fotografato. Campo dei Mori, senza il suo moro d’angolo non era più lo stesso, ma finalmente sabato, con una festa in campo la cittadinanza ha salutato il ritorno della testa del Sior Rioba al suo posto, dopo il distacco del 30 aprile e il ritrovamento dei primi di maggio.

Dopo che tutta la città si era mobilitata, da prima per ritrovare la testa e, in seguito, per chiederne un rapido ritorno al suo posto in campo dei Mori a Cannaregio.

Ora, dopo alcuni mesi la statua del mercante più famoso di Venezia è finalmente tornata integra.

Cercasi Rioba disperatamente
http://virgiliovenezia.myblog.it/archive/2010/05/03/cercasi-rioba-disperatamente.html

Ritrovata la testa di Rioba
http://virgiliovenezia.myblog.it/archive/2010/05/05/ritrovata-la-testa-di-rioba.html

Nelle foto che vi propongo riepilogo le tappe di questa storia a lieto fine.

01.jpg

Rioba prima e dopo il distacco della testa

 

02.jpg

I sommozzatori della polizia cercano la testa nel canale

 

03.jpg

Un operatore ecologico ritrova la testa

 

04.jpg

Lavori in corso per riposizionare la testa

 

rioba-giusta.jpg

Manifesto della festa per il ritorno di Rioba

 

05.jpg

La cittadinanza saluta il gradito ritorno

 

06.jpg

La statua restaurata

 

 

Riapre la Serra dei Giardini

serra.jpgOggi riapre la Serra dei Giardini di Castello. Un edificio storico davvero unico a Venezia, il cui restauro è iniziato nel 2007 e si è finalmente concluso. Alle ore 19:00, la serra riaprirà le sue porte ai cittadini di Venezia e a chiunque voglia visitarla.

Costruita nel 1894 e destinata a piante esotiche, abbandonata dai primi anni Novanta, la Serra ha una superficie di 280 metri quadrati e un’altezza media di sette metri, per un volume di 1.700 metri cubi; le pareti a Nord e a Nord-Ovest sono in mattoni, quelle a Sud e a Sud-Est, di elegante fattura, sono grandi vetrate sorrette da colonne in ghisa.

Qualche anno fa è stata utilizzata senza permesso da alcuni giovani dei centri sociali per l’allestimento di un padiglione alternativo a quelli della vicina Biennale d’arte.

Ora finalmente, la serra torna visitabile da tutti, dopo un intervento di restauro conservativo della struttura edilizia che ha visto il recupero delle parti originarie e il suo consolidamento con l’inserimento di nuovi elementi strutturali.
L’intervento è stato il meno invasivi possibile, visto che la Serra è vincolata come bene storico-architettonico. E’ stato effettuato un rafforzamento delle fondazioni, il recupero delle dodici colonne in ghisa come strutture portanti e la costruzione di nuove colonne d’appoggio in ferro; la posa di quattro telai metallici di supporto alle capriate originarie; la costruzione di un soppalco per l’irrigidimento complessivo dell’edificio. Il progetto ha previsto anche il restauro e la sistemazione delle vetrate, il rifacimento della copertura in metallo zincato, la realizzazione dei necessari servizi tecnologici, e la creazione di una sala-caffetteria.

Tutto questo finalizzato a consentire l’utilizzo della Serra per attività culturali e didattiche, soprattutto nel settore botanico e naturalistico, oltre che alla coltivazione di piante rare e al riparo di piante nella stagione fredda.

La serra si trova in Viale Giuseppe Garibaldi, 1254 a Venezia, nel sestiere di Castello.

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito: www.serradeigiardini.org