Separa e vinci

rifiuti.jpgLa gestione dei rifiuti è un tema sempre attuale, così come quello del riciclaggio.
Ogni anno Veritas (Veneziana Energia Risorse Idriche Territorio Ambiente Servizi) spende oltre un milione di euro per la raccolta, sul territorio del comune di Venezia, dei rifiuti abbandonati o non avviati correttamente al riciclo.
Si tratta, va sottolineato, di soldi pubblici che potrebbero essere risparmiati se ogni cittadino si impegnasse maggiormente a rispettare le norme esistenti. Parte da qui l’idea alla base di ‘Separa e vinci’, una innovativa campagna d’informazione e sensibilizzazione per una corretta divisione dei rifiuti.

Separa e vinci‘, promossa per il secondo anno consecutivo dall’Assessorato comunale all’Ambiente è stata presentata nei giorni scorsi a Marghera in una conferenza stampa.
Ma di cosa si tratta? Gli ispettori ambientali di Veritas eseguiranno dei controlli a campione per verificare che i rifiuti vengano depositati correttamente: ad ogni cittadino virtuoso incontrato dagli ispettori durante i loto controlli, verrà rilasciato un coupon per poter partecipare all’estrazione di 200 premi. Si tratta, per restare in tema di rispetto per l’ambiente, di prodotti di agricoltura biologica, che saranno consegnati ai vincitori sabato 12 dicembre.

Naturalmente, chi invece verrà sorpreso ad abbandonare i rifiuti in luoghi non autorizzati o a non separare l’immondizia correttamente, riceverà una contravvenzione.

Separa e vinciultima modifica: 2009-11-27T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Separa e vinci

  1. sono stato a venezia il 12 ottobre scorso e mi è piaciuta tantissimo anche se un pò l’ho odiata,avendo due bimbi ho portato con me i passegini e ad ogni ponte io e mia moglie ci siamo rotti la schiena per attraversarlo.ma se a venezia viene un disabbile in carrozzina come fà a visitarla?si è parlato tanto di abbattere le barriere architettoniche per agevolare i disabili forse venezia è esente.cercate di rendere il centro storico più trazitabile magari con scivoli montati sui ponti e anche se sono poco caratteristici potranno far gustare meglio lo splendore di venezia anche a quelle persone che sono diversamente abili.

  2. Venezia gran bella città, ma sporca. sia per gli scarichi dei vaporetti, sia per le immondizie. basterebbe poco per tenerla più pulita agli occhi dei turisti.
    per la raccolta differenziata, il mio comune, Bussolengo, provincia di verona, sono anni che facciamo la raccolta differenziata. dalla sera alla mattina sono spariti i cassonetti dove si buttava tutto unito. e per forza, si è incominciata a raccogliere in modo differenziato, basta maleodoranti odori, per le strade, basta sacchetti abbandonati ovunque, ogni sera si mette fuori dalla porta il sacchetto destinato per la raccolta, durante la notte viene prelevato dal personale addetto, e anche l’aria e diventata più respirabile. è solamente questione di partire, poi viene tutto automatico, separare al momento di buttare i rifiuti, nei vari sacchetti. viva la raccolta differenziata, un segno tangibile di civiltà. ciao adry

Lascia un commento