Il Ponte del Diavolo

ponte-diavolo.jpg“Non il diavolo ma il tuo angelo ci preceda”. Così, il delegato patriarcale per Torcello, Don Ettore Fornezza, ha benedetto il Ponte del Diavolo, dopo la sua riapertura seguita ad un importante restauro.

Alla cerimonia, a cui è seguita una conferenza stampa, sono intervenuti anche l’assessore ai Lavori pubblici di Venezia, Mara Rumiz e il responsabile dell’intervento di restauro, l’architetto Roberto Benvenuti.

L’assessore Rumiz ha ricordato come il Ponte del Diavolo sia stato restituito alla città, nei tempi previsti, con un restauro rigoroso, anche grazie alla stretta collaborazione tra Comune di Venezia, Soprintendenza, impresa costruttrice e Magistrato alle Acque.

Questo restauro, secondo l’assessore, rappresenta anche l’impegno assunto dall’Amministrazione comunale per le celebrazioni della fondazione della Basilica di Torcello in occasione del Millenario.

Inoltre l’intervento testimonia un’attenzione crescente verso la comunità di Torcello, e questo è davvero l’aspetto che mi pare più importante, in un’ottica di salvaguardia e (soprattutto si spera) valorizzazione dell’isola: “Il prossimo impegno sarà quello di sistemare il percorso naturalistico che si estende dal Ponte alla Basilica” ha dichiarato concludendo l’assessore.

 

Il Ponte del Diavoloultima modifica: 2009-08-21T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento