49 giorni chiuso in una scatola

Murano.jpgPer 49 giorni, Xing Xin, un artista cinese starà rinchiuso in una black box (una scatola nera di 200x90x90cm) collocata su un barcone ormeggiato davanti l’isola di Murano.
La scatola metallica sarà saldata (e fortunatamente climatizzata) e verrà aperta solo trascorsi i 49 giorni, l’inscatolato riceverà i pasti da un’apertura e sarà monitorato dal suo staff tramite degli oblò. Come unica forma di intrattenimento potrà leggere, scrivere e allenarsi nella calligrafia.

Un’altra bizzarra performance a cui la biennale c’ha ormai abituato? Ma questa 53^ edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte non era stata definita da molti troppo cauta e quasi noiosa?

In realtà la performance, pur rimanendo forse di discutibile valore artistico, ha un risvolto impegnato: l’artista, chiudendosi in una scatola per più di un mese e mezzo, vuole infatti protestare contro la legge che negli ultimi 30 anni impedisce alle famiglie cinesi di generare più di un figlio.
Ad oggi infatti, in Cina, vivono più di 400 milioni di figli unici e Xing Xin, è uno di loro.

 

49 giorni chiuso in una scatolaultima modifica: 2009-07-15T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento