Tanti auguri

natale,auguri,san marco,festeCon questo post, che è il numero 553 del blog e il quartultimo dell’anno, vi faccio con grande piacere e simpatia i miei migliori auguri di Natale, e vi ringrazio per il percorso fatto fin qui.

Il 2012 si sta per chiudere e sono sicuro che il nuovo anno ci regalerà molte soddisfazioni e sfide.

Ma non voglio annoiarvi con bilanci o buoni propositi per il futuro, piuttosto mi auguro che passerete delle feste serene e, perché no, allegre.

In particolare a Capodanno, dopo un bel Natale in famiglia, non c’è nulla di meglio di divertirsi un po’.

Così la devono pensare anche i tanti che hanno già, con un certo anticipo, prenotato posti in alcuni dei più prestigiosi locali veneziani, proprio per trascorrere in laguna l’ultima notte dell’anno.

In questi casi si parla sempre di crisi e di come sembri non colpire il lusso, la questione in effetti è semplice e non necessita particolari spiegazioni, chi disponeva di molto denaro prima della crisi se la passa bene anche ora.

O forse, anche chi non naviga in acque poi così buone, almeno una volta l’anno vuole regalarsi una serata speciale. Qualunque sia la chiave di lettura che volete dare, fatto sta che locali come il Quadri di Piazza San Marco registrano già il tutto esaurito, questo significa 45 posti decisamente per alti budget, prenotati con largo anticipo.

Niente tagli o parsimonia per i festaioli di San Silvestro quindi, almeno nelle fasce più alte.

Che voi propendiate per feste low cost o extra lusso, vi rinnovo comunque i miei auguri più sinceri.

 

Il Natale si avvicina

natale, san polo, mercatino, festeIl Natale si avvicina, e Venezia si sta già preparando. Torneranno le tradizionali luminarie e i mercatini.

Inoltre, da mercoledì 21 a mercoledì 27 dicembre 2012, se passate in Piazza San Marco, potrete assistere a dei concerti con musiche della tradizione natalizia, e ad altri momenti di intrattenimento in perfetto stile “White Christmas”, il tutto sullo scenografico palchetto allestito per l’occasione.

In fine vi segnalo l’opportunità di pattinare su ghiaccio in Campo San Polo, o se preferite in Piazza Ferretto a Mestre, fino al 17 febbraio 2013.

Ecco il video della pista in Campo San Polo, allestita lo scorso anno.

 

Eleganti Auguri

casino.jpgCon questo post, oltre ad augurarvi un piacevole weekend, magari da passare proprio a Venezia, vi auguro naturalmente anche un sereno Natale.

Sono giorni di festa e gli eventi non mancano, tra questi gli “Eleganti Auguri” andati in scena ieri. Questo il nome scelto per il Gran Galà sul Canal Grande organizzato da Casinò di Venezia Meeting & Dining Services con il Casinò Municipale di Venezia, al Salone delle Feste di Ca’ Vendramin Calergi, al quale è seguito il concerto a cui ha partecipato, tra gli altri, anche Noa. 

S’è trattato di uno degli appuntamenti più esclusivi a Venezia per questo Natale 2011. Tra le tante curiosità un menù davvero interessante che, dopo il brindisi di benvenuto, ha previsto scampi crudi, tartufi di mare, tartara di tonno, salmone marinato e granita al prosecco, vodka e arancia, granseola all’olio e limone, gamberoni al vapore sul fondo di carciofo tiepido; Ostriche e cappesante gratinate; Filetto di branzino in “saor” con polenta morbida; Spinosini gratinati con code di scampi e radicchio di Treviso tardivo; Astice alla “busera” con patate; Babà al limoncello, caffè e champagne.

Nonostante l’appuntamento all’insegna del lusso, forse complice la crisi o la bontà che pervade tutti a Natale, il costo per la partecipazione era tutt’altro che proibitivo, appena 100 euro a persona, all’incirca il costo di un pranzo o di un cenone in famiglia, ma con in più la possibilità di accedere alle sale da gioco del casinò, con tanto di gettone omaggio da 10 euro.

AUGURI A TUTTI!

 

Eventi natalizi in Piazza San Marco

natale, piazza san marcoPer Natale Venezia si veste a festa, arrivano i tradizionali mercatini, e Venezia Marketing Eventi ripropone, come aveva fatto anche lo scorso anno, un programma di appuntamenti davvero ricco. Tutti saranno aperti alla cittadinanza e ai turisti, e si svolgeranno sul palco allestito in Piazza San Marco, struttura che, dopo i cinque concerti e i due reading di Natale, ospiterà anche il consueto show della notte di San Silvestro, nell’ormai rodata formula di “Love”, che ovviamente in questa edizione diverrà “Love 2012”.

Si inizia oggi, mercoledì 21 dicembre, alle ore 17:00, alla presenza delle autorità cittadine, con il primo dei reading in lingua originale curati da docenti dell’Università Ca’ Foscari, che leggeranno brani a tema natalizio di autori da tutto il mondo. Si finirà invece il 28 dicembre, alle 12:00, con l’ultimo dei concerti del Quartetto di Ottoni del Conservatorio Benedetto Marcello, che eseguirà brani della tradizione natalizia adattati per l’occasione e per essere eseguiti solo da fiati.

L’iniziativa è realizzata il collaborazione con l’Associazione Piazza San Marco. La proposta di spettacoli si somma alle altre iniziative che la Città propone in Piazza per le festività natalizie: ogni giorno, a partire dall’imbrunire e fino alla mezzanotte, le Procuratie saranno illuminate dalle tradizionali luminarie offerte dall’azienda Co.Ve.Di. e verranno proiettate sul Campanile immagini a tema natalizio, mentre nella Piazzetta dei Leoncini sono stati installati un albero ed un presepe realizzati dall’azienda Thun.

 

Pattinare a campo San Polo

pattini.jpgSono tante le iniziative che renderanno Venezia, nei prossimi giorni, sempre più “natalizia”, mostre di presepi, mercatini di natale, concerti, appuntamenti, in molti casi, ormai consolidati e sempre graditi.

Arriva però anche una nuova interessante iniziativa, che darà a chi lo vorrà l’ebbrezza di cimentarsi su una pista di pattinaggio su ghiaccio nel cuore della città, in campo San Polo. Dall’8 dicembre infatti, e fino al 21 febbraio, (martedì grasso), l’inverno lagunare offrirà una attrazione in più: una pista su ghiaccio di circa 450 metri quadrati all’aperto. Una novità davvero interessante e che permetterà a molti di cimentarsi per la prima volta con questo divertente passatempo, e ai più esperti, di farlo in un contesto assolutamente originale.

L’iniziativa è nata da un’idea di Venezia Marketing Eventi ed è stata inaugurata il 7 dicembre con l’esibizione di un gruppo di pattinatori professionisti e un concerto della band veneziana degli Ska-j, che ne hanno approfittato per presentare in anteprima il loro nuovo disco “deCanta Claus” una simpatica rivisitazione, in chiave ska-jazz, di brani classici della tradizione natalizia.

 

Anno bagnato anno fortunato?

gluglu.jpgAnno bagnato anno fortunato? Beh speriamo sia così, anche se sicuramente la pensano diversamente i tanti commercianti, albergatori, ristoratori e turisti che in tutto o in parte si son visti le feste di natale rovinate da pioggia ed acqua alta, che ieri ha concesso una tregua, ma ha caratterizzato in modo importante sia la vigilia che il giorno di Natale.

Ora, come detto, il fenomeno dovrebbe rientrare, ma in compenso tornerà il freddo e magari, chi lo sa, anche la neve.

Il 2010 che sta per chiudersi è stato un anno davvero nero per le acque alte, mai così numerose e capaci di creare grossi problemi e disservizi.
Bisogna al più presto pensare a delle soluzioni che possano limitare il più possibile questo fenomeno, il MOSE, ammesso che funzioni, molto probabilmente da solo non basterà, alzare le rive serve solo in parte, aumenta i percorsi pedonali “asciutti”, ma non risolve i problemi degli esercizi commerciali che restano allo stesso livello, si alza infatti solo la strada davanti a loro. Pensare a mini MOSE, come quello che sta dando buoni risultati a Chioggia, potrebbe essere un’idea, ma la morfologia Veneziana lo rende complesso.

Oggi idea è ben accetta e andrebbe attentamente valutata da chi di dovere. Se avete soluzioni o semplici proposte, per quanto bislacche vi possano sembrare segnalatemele pure, via email o lasciando un commento.

Tanti auguri dalla laguna

babbogondola.jpgPer prima cosa naturalmente voglio farvi i miei migliori auguri di Buon Natale, per il nuovo anno ve li farò più avanti, visto che il blog sarà aggiornato anche durante le feste.

Vi auguro di passare un Natale sereno e di rilassarvi e rifocillarvi e, nel farlo, vi ringrazio per l’interesse e l’affetto dimostrato in queste pagine e nella neo nata pagina fan su Facebook dedicata a “Virgilio Venezia”, anzi chi non l’ha ancora visitata, lo faccia e clicchi sul “mi piace”.
Detto questo, in questi giorni, oltre che mangiare, scambiarsi regali e trascorrere del tempo con familiari ed amici, molti andranno al cinema, ci sono diversi film che, come ogni anno, escono proprio in questo periodo. Tra le pellicole al cinema nella seconda metà di dicembre c’è anche The Tourist, film di Florian Henckel von Donnersmarck, interpretato da Angelina Jolie e Johnny Depp, di cui ho già parlato durante le riprese, visto che in gran parte è stato girato a Venezia.

Voglio quindi segnalavi alcune curiosità e “piccoli” errori che ho notato qualche giorno fa vedendo il film.

Va detto che il 99% dei film ambientati a Venezia contiene errori analoghi, forse anche quelli ambientati in altre città italiane ed estere ne sono zeppi, ma non conoscendole altrettanto bene non posso dirlo.

Intanto una curiosità, parte delle scene iniziali che sono ambientate a Parigi sono in realtà state girate a Mestre.

Veniamo agli “errori”, iniziamo dal treno Parigi Venezia dove i due protagonisti si incontrano, apparte il fatto che lei si fa invitare a cena, ma bevono solo del vino e fuori dal finestrino c’è palesemente il sole, quindi semmai è un pranzo, ad ogni modo, in stazione a Venezia la polizia li attende e dicono che arriveranno tra 10 minuti, ma fuori dal finestrino si vede un paesaggio con alberi e campi che ricorda la campagna toscana e non Mestre, che dista appunto da Venezia 10 minuti di treno.

Nella celebre scena in cui Johnny Depp scappa per i tetti, vede davanti a lui il ponte di Rialto, dopo aver saltato su due o tre palazzi, si tuffa su una bancarella del mercato, che però si trova dopo il ponte e, soprattutto, dall’altra parte del canal grande rispetto a dove si trovava il suo personaggio.

the tourist.jpg

Quando il personaggio della bellissima Angelina Jolie accompagna Frank (Depp) all’aeroporto e lo invita a lasciare Venezia, pare dalle tempistiche del viaggio e dalle vedute della città, che questo si trovi in relazione a Piazza San Marco, più o meno dove si trova in realtà l’Accademia, ma è molto più lontano e da tutt’altra parte.

Quando gli invitati raggiungono il palazzo per la scena del ballo, la barca li conduce alla Ca’d’Oro, che oggi è un museo e non ospita feste da ballo, inoltre gli interni di quella scena sono girati in una location diversa, ovvero nella Scuola Grande della Misericordia.

Ad una più attenta analisi sicuramente ci saranno molte altre incongruenze, ma a prima vista queste sono quelle che mi sono saltate all’occhio.
Niente di grave comunque, ci siamo abituati, d’atra parte Venezia per chi non la conosce sa essere davvero labirintica.

 

Freddo, neve e tram

tram280.jpgIeri mattina, dopo ritardi e polemiche, è stata finalmente inaugurata la prima tratta del nuovo tram di Mestre.

Generale soddisfazione, molta curiosità e qualche protesta.

Il nuovo mezzo di trasporto su rotaia, ha richiesto più di 6 anni di lavori, in gran parte dedicati alla preparazione della sede stradale, con conseguenti disservizi dovuti ai cantieri, è costato 140 milioni euro, collegherà Mestre a Favaro e, entro 24 mesi, se tutto fila liscio anche Venezia.

In seguito potrebbe collegare anche l’aeroporto di Tessera, ma in questo caso non ci sono ancora riferimenti temporali precisi.

Intanto Venezia è ancora imbiancata, sopratutto lo sono i suoi tetti, dopo la nevicata di qualche giorno fa e il freddo è davvero pungente.

Ci si prepara al natale con luci, babbi che visitano negozi e supermercati per raccogliere i desideri dei più piccoli, e i tradizionali mercatini che a breve animeranno la Strada Nuova ed alcuni dei principali campi veneziani, come San Luca e Santo Stefano.

Presepi in mostra

maddalena280.jpgVi ho parlato nel precedente post della chiesa di Santa Maria Maddalena, conosciuta dai veneziani semplicemente come La Maddalena, un edificio che si trova a Cannaregio e costituisce uno dei migliori esempi di architettura neoclassica in città.

La chiesa fu eretta nel 1222, ma subì vari interventi e rifacimenti nei secoli, fino ad arrivare agli inizi del Settecento, quando venne completamente rinnovata. Nel 1780 poi, venne interamente ricostruita su disegno di Tommaso Temanza che gli diede l’attuale pianta circolare. Nel 1810 fu revocata dal ruolo di chiesa parrocchiale e nel 1820 fu chiusa, per essere riaperta in seguito come oratorio.

Attualmente è una chiesa rettoriale dipendente dalla parrocchia di San Marcuola e viene spesso utilizzata per l’allestimento di mostre, come nel caso di Giraffe Bottle Gun, a cui ho dedicato un post in occasione della 53a Biennale d’Arte di Venezia.

Questa chiesa inoltre ospita in questo periodo, da diversi anni, una mostra di presepi che merita una visita se vi trovate a Venezia. Vi si trovano presepi grandi e piccoli, italiani e stranieri, antichi e contemporanei, una piccola mostra con una selezione di pochi presepi, ma di alta qualità.

presepi