Il corpo umano: “Macchina Imperfetta”

La Macchina Imperfetta” andrà in scena a Mestre, presso il Centro Culturale Candiani, fino all’1/12/2013.

Macchina Imperfetta

I protagonisti di questo appuntamento saranno Dosaka Maike, Federica Palmarin, Andrea Tagliapietra e Fabrizio Vatta, che porteranno lavori recenti, e in buona parte inediti, avviando un confronto sul tema del corpo umano nella sua condizione di “macchina imperfetta”, in balia di complesse dinamiche comportamentali e sociali. Continua…

Colori in Laguna

mostra, san marco, mestre, pitturaSabato 9 febbraio alle ore 11:00, presso il Palazzo delle Prigioni a San Marco, l’assessore comunale alle Attività culturali, inaugurerà la mostra “Colori in Laguna”; una collettiva d’arte contemporanea dell’associazione culturale pittori e scultori di Mestre “La Torre”. 

L’esposizione, patrocinata dall’Assessorato comunale alle Attività culturali, è organizzata in collaborazione con “Il Circolo Artistico di Venezia”, che organizza e gestisce le attività che si svolgono nelle sale del Palazzo delle Prigioni.

“Colori in Laguna”, sarà visitabile gratuitamente fino al 26 febbraio, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00. La mostra propone paesaggi lagunari, scorci veneziani, mosaici, riproduzioni e sperimentazioni di Aldo  Caselli, Alfredo Castellani, Elisa Baraldi, Daniele Cabianca, Giovanna  Candeago, Eros Cazzaro, Federico Desanti, Oronzo Giannuzzi, Luciano Idi, Sandro Pavan, Enrico Oselladore, Franco Rossato, Annamaria Salvadori, Michele Serena, Toni Serena, Gianni Simionato e Luigino Tenderini.

“La Torre di Mestre”, associazione attiva dal 1974 rappresenta la più longeva realtà collettiva di artisti ed è un riferimento della cultura in terraferma. Oltre alle tradizionali mostre mensili in centro a Mestre nella storica via Palazzo, lo spirito di impegno sociale nel diffondere e mantenere viva l’attenzione e l’interesse per l’arte, ha visto il gruppo impegnarsi in diverse manifestazioni in tutta la regione.

 

Ocio, ciò! Città e sicurezza

teatro, anziani, mestre, truffe, ChirignagoIl progetto “Ocio, ciò! Città e sicurezza” del quale avevo già parlato in passato su questo blog, arriva ora anche a Chirignago, con un pomeriggio di informazione e spettacolo aperto a tutti. 

Mercoledì 6 febbraio, alle ore 16:45 nell’auditorium del Centro “Don Orione”, è in programma “Ocio ciò! A Chirignago“, promosso dal Comune di Venezia e dalla Municipalità di Chirignago e Zelarino nell’ambito del Progetto “Ocio, ciò!”. L’ingresso è libero.

Di cosa si tratta? Un appuntamento di informazione e divertimento per saperne di più su come difendersi da truffe, furti e scippi.

Tematiche molto importanti, in particolare per gli anziani che vivono soli e che vogliano complicare la vita ai sempre più numerosi truffatori che li prendono di mira.

Lo spettacolo, vedrà anche la partecipazione di Café Sconcerto, il duo composto da Salvatore Esposito e Monica Zuccon testimonial del progetto. Verranno portati in scena alcuni sketch ideati proprio per spiegare come avvengono le truffe “porta a porta”, cioè quando si presentano falsi assistenti sociali, persone che si spacciano per “amici di vostro figlio”, oppure falsi “controllori della pensione” che hanno il solo scopo di rubare. 

Lo spettacolo di cabaret proposto da Cafè Sconcerto sarà preceduto dagli interventi del Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali, Sandro Simionato, del Presidente e del Delegato alle Politiche della terza età della Municipalità di Chirignago Zelarino, Maurizio Enzo e Lucio Zanetti. Sarà presente inoltre un dirigente del Commissariato di Polizia di Mestre, che fornirà alcuni suggerimenti i consigli per essere “più furbi dei furbi”, evitando così di cadere nei tranelli tesi dai truffatori.

In un territorio, come quello veneziano, dove ci sono sempre più anziani, spesso soli, queste iniziative sono molto importanti, inoltre “Ocio, ciò!” è anche uno spettacolo divertente, per passare un piacevole pomeriggio.

Il fascino dell’abbandono

foto, Alessandro Scarpa, Carlo Albertini, candiani, mestreIl progetto fotografico EX invita il visitatore ad osservare attraverso le immagini fotografiche i luoghi abbandonati, decadenti, dismessi, con uno sguardo nuovo, ridando loro valore, dignità ed attenzione.

Negli scatti di EX si vedono luoghi irraggiungibili, frutto delle esplorazioni urbane di Alessandro Scarpa e Carlo Albertini, che hanno strappato all’oblio fabbriche deserte, capannoni dismessi, edifici abbandonati, e li hanno riconsegnati al presente. Il segreto dischiuso da queste esplorazioni è che tra le rovine industriali e i capannoni dismessi si manifesta, epifanicamente, il bello.

Esaurita la loro funzione pratica, i luoghi fotografati possono elevarsi ad uno stadio superiore, puramente artistico ed estetico (luoghi ormai inutili, ma “belli”). Negli scatti di EX non c’è denuncia del degrado, non c’è invettiva contro capitalismo e industrializzazione, non c’è nemmeno nostalgia romantica per le rovine del passato. I fabbricati di EX non hanno più niente da dire, ma ancora molto da mostrare. La missione dei fotografi è stanare il bello, quel bello casuale, non voluto, in attesa solo di essere colto.

Mostra a ingresso libero presso il Centro Culturale Candiani di Mestre

Orario: da mercoledì a venerdì 15.30 – 19.30 sabato e festivi 10.30 – 12.30 e 15.30 – 19.30

Chiuso lunedì e martedì.

Nordest Capitale europea della cultura 2019

Villa Settembrini, mestreLa Regione del Veneto ha messo a disposizione Villa Settembrini, a Mestre, affinché divenga la sede operativa della candidatura di Venezia, e dell’intero Nordest, a capitale europea della cultura 2019.

Villa Settembrini è un complesso architettonico di fine ‘800, che si trova in centro a Mestre, donato alla Regione del Veneto da Arnaldo Settembrini nel 1980. Attualmente è sede del Centro Regionale di Cultura intitolato a Paola di Rosa Settembrini, che comprende la Segreteria del Premio letterario Settembrini-Mestre; uno spazio multimediale destinato a incontri, dibattiti e seminari; la Mediateca e la Fototeca Regionale, e una Biblioteca specializzata nella storia locale e del territorio veneto.

Il Sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, ha ringraziato il vicepresidente e assessore alla cultura Marino Zorzato, per la disponibilità della sede che viene ad assumere anche un forte valore simbolico, in quanto segno del concreto coinvolgimento di tutto un territorio nell’impegno condiviso a sostenere questa candidatura. Un impegno che sarà da ora sempre maggiore, e si concretizzerà anche in riunioni mensili del comitato, la prossima delle quali è stata già fissata per il 30 agosto.

Settimana contro il razzismo

calendario, mestreI recenti fatti di cronaca ci fanno scontrare con la dura realtà, il razzismo è ancora tra noi e può davvero fare paura, per questo sono felice di segnalare che oggi, mercoledì 21 marzo, inizia l’ottava “Settimana di azione contro il razzismo”, promossa dal Comune di Venezia, con l’Assessorato comunale alle Politiche giovanili.

La settimana prevede un ricco calendario di iniziative che proseguiranno fino al primo di aprile, organizzate assieme all’associazione “Sos Diritti” e all’Unar – Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali. 

Oggi alle ore 10:30, per inaugurare l’iniziativa, si formerà, in Riva degli Schiavoni a Venezia, una catena umana contro il razzismo. 

Ma il programma, come detto è davvero ricco, e si articolerà tra il centro storico e la terraferma: sabato 24 marzo, alle ore 10:00, presso il centro culturale di Santa Maria delle Grazie a Mestre (in via Poerio 32) si terrà il convegno “Parole che discriminano”. Il tema della conferenza sarà quello del rapporto tra media e migrazioni e verranno inoltre presentati i risultati di un monitoraggio della stampa locale curato dall’Osservatorio Antidiscriminazioni di Venezia.

Giovedì 29, alle ore 20:00, all’Officina Sociale di Marghera (in via Fratelli Bandiera 20), avrà luogo una cena sociale, con piatti curati dagli studenti della scuola di italiano “Liberalaparola” e con l’accompagnamento delle musiche della “BandaNera”.

Sabato 31 marzo e domenica 1 aprile, al Parco Bissuola di Mestre, decine di squadre composte da giocatori di diverse nazionalità si sfideranno in un torneo di calcetto nel segno dell’antirazzismo. 

Dopo il torneo, seguirà, alle 19:00 il “terzo tempo” al “Culture bar Conestoga” in via Bacchiglione a Mestre. 

Infine, la Fondazione Bevilacqua La Masa, nella sua sede di Palazzetto Tito a Venezia, propone, fino al 15 aprile, la mostra “Io, tu, lui, lei”, promossa dall’Osservatorio comunale Queer. L’evento rappresenta la conclusione di un percorso progettuale su dialogo ed identità, avviato con la VII Settimana Antirazzista del 2011.

Per informazioni e contatti: antidiscriminazioni@comune.venezia.it

 

Risparmiare energia per migliorare l’ambiente

energia, mestreRisparmiare energia per migliorare l’ambiente“: questo il titolo della prima delle due domeniche ecologiche promosse dagli Assessorati comunali all’Ambiente, alla Mobilità e ai Lavori pubblici e dalla Municipalità di Mestre Carpenedo, in collaborazione con Avm, Legambiente Venezia e Agire.

Ieri, 26 febbraio, auto ferme, dalle 10:00 alle 18:00 nell’area interna di Mestre delimitata a nord e a est da via Martiri della Libertà, a ovest dalla Tangenziale e a sud dalla linea ferroviaria. Le auto provenienti da fuori città hanno potuto accedere ai parcheggi scambiatori di villa Tivan, Cimitero, via Buozzi, Rampa Cavalcavia, Stazione e via Torino, ed è stato possibile viaggiare in autobus tutto il giorno con il biglietto Ecobus 24 al prezzo di 1,80 euro. 

In piazza Ferretto, dalle 11:00 alle 18:00, hanno trovato spazio punti informativi sulle tecnologie e i materiali utilizzabili per migliorare l’efficienza energetica delle nostre abitazioni. Alle 12:00 s’è tenuta invece la premiazione del concorso “L’energia pulita per il tuo futuro” rivolto alle scuole primarie e promosso dal servizio di Educazione ambientale del Comune di Venezia.

La seconda “Domenica ecologica” del 2012 è programmata per il primo aprile e avrà per tema la mobilità sostenibile.

 

POLVERE – Il grande processo dell’amianto

candiani, mestre, filmL’Hard Rock Cafe, nota catena mondiale di locali “tempio della musica” ha regalato a Venezia il finale del suo straordinario Carnevale, con un concerto dei Modà in Piazza San Marco. A parte questo doveroso accenno, non voglio però parlarvi del carnevale, che come detto è finito, ma di un tema decisamente più importante e delicato.

A pochi giorni dalla storica sentenza del Tribunale di Torino al “processo Eternit” per le morti e l’inquinamento da amianto a Casale Monferrato, viene presentato il film documentario che meglio racconta la drammatica vicenda.

Il film verrà preceduto da una presentazione con la partecipazione del regista: Andrea Prandstraller, l’epidemiologo Enzo Mercer, responsabile del Registro mesoteliomi del Veneto, Franco Rigosi dell’associazione “G.Bortolozzo” e l’Assessore all’ambiente di Venezia, Gianfranco Bettin.

La proiezione avverrà venerdì 24 febbraio alle 20:30 presso il Centro Culturale Candiani di Mestre.

L’ingresso sarà libero fino ad esaurimento dei posti.

Matite in Viaggio

mostra, mestre, candiani, viaggiCarnets di Viaggio“. Raccolta di disegni, immagini, racconti ed impressioni che oltre 40 artisti esporranno nelle sale del Centro Culturale Candiani di Mestre fino al 22 ottobre.

Un disegno, anche se si tratta di uno schizzo veloce, spesso può esprimere efficacemente un’impressione o fissare su carta un ricordo, meglio di mille parole, il disegno di viaggio è quindi una testimonianza di grande interesse.

Testimonianza di un viaggiare che si allontana dal consumismo quotidiano e diviene (o meglio torna ad essere) esperienza umana, di crescita personale e perfino esistenziale.

Matite in Viaggio (M.I.V. matiteinviaggio.it) si collega idealmente all’Associazione francese Il Faut Aller Voir, nata agli inizi del 1998 a Clermont Ferrand, che nel 2000 ha dato luogo alla prima Biennale du Carnet de Voyage e che si fa promotrice di un’inedita dimensione del viaggio, intesa come insostituibile momento di crescita culturale, personale e collettiva.

Nella mostra di Mestre, verranno proposti i “taccuini di viaggio” di 45 autori, testimonianze di segni e parole che diventano strumento di lettura di luoghi, persone, tradizioni e civiltà, nonché di riflessione, rielaborazione, trasmissione e condivisione delle esperienze.

Schiume – Festival di arti performative 2011

installazioni, mestreL’estate veneziana è ricca di appuntamenti ed eventi di tutti i tipi. I più noti sono anche quelli di respiro internazionale, come la Biennale e la Mostra del Cinema, ma a ben guardare c’è molto di più.

A Forte Marghera,  dal 23 giugno al 2 luglio, si terrà la nuova edizione di un interessante evento: Schiume il Festival delle arti performative 2011, una sei giorni di teatro, video, arti visive, installazioni, suoni, rumori, musica, interazione, dibattiti ed incontri.
Tra le tante installazioni che intendono avviare riflessioni sull’arte, sulla comunicazione e sulla particolarità del luogo che ospita l’evento, verranno anche favoriti momenti di incontro e confronto tra i visitatori, anche attraverso l’attività di un’area bar attrezzata negli spazi del fortino ottocentesco.

Tra le installazioni di maggiore interesse per questa edizione segnalo: Lettore Semiautomatico del Domani (LSD) – Pommefritz Crew [Installazione terapeutica] Affittasi porzioni d’Irene – A.Migliorini Allontanati – Tuononno.

Queen of the night – Selenicerus Grandiflorus – S.Cherubini [Videoinstallazione ambientale] Venice.mpeg – N.Baruzzi [Videofotografia] Quasi-mano – C.Bolla [Scultura].
Infine, tra le installazioni disponibili per tutta la durata del festival ci sono The Wall – L.Calori, V.Maillard L’Angolo Custode – A.Favretto, L.Serpani [Installazione interattiva] E non solo!

Molte curiosità e tanti stimoli originali e sorprendenti vi aspettano a pochi passi dal centro di Mestre, in un parco molto bello e ricco di storia.

Forte Marghera dal 23/06/11 al 02/07/11
Via Forte Marghera – 30170 Mestre (Venezia)
Ingresso libero