Come trovare la Venezia dei veneziani

rialto, veneziani, san pietro, graffiti, RekonTorno sulla questione dei graffiti a Rialto, e in altre zone della città, per comunicare che la caccia al writer, ingaggiata dai vigili, con l’operazione denominata “Low Pressure”, ha ottenuto una significativa vittoria con l’identificazione di “Rekon” che aveva imbrattando con il suo “tag” il Ponte di Calatrava, già nel 2008.
Ora è stato individuato dai vigili e denunciato, si tratta di un veneziano di 25 anni, studente dell’Accademia di Belle arti, che più di recente aveva lasciato “il segno” anche sul Ponte di Rialto e su molti altri muri tra San Polo, Santa Croce e Cannaregio.

Il Comune si è già costituito parte civile e chiederà un risarcimento danni tra i 30 e i 50mila euro.

Ogni tanto anche io, in questo blog, ho parlato di “Venezia dei veneziani”, ovvero della città più autentica, quella meno schiava del turismo, quella con le sue tradizioni e la sua quotidianità “normale”.

Su questa tematica, ma anche sulla Venezia “minore” e quella “insolita” vi segnalo uno speciale uscito sul numero di luglio di touringmagazine.it, segnalatomi dalla redazione del Touring Club Italiano.

Vi avevo promesso qualche foto dalla festa de San Piero de Casteo, ma purtroppo mi è morto il cellulare. In ogni caso ero alla prima serata e mi sono molto divertito. Vi ricordo che l’evento si protrae fino all’1 luglio.

Inizia la Festa de San Piero de Casteo

Vince Tempera, Luigi Albertelli, Silvio Pozzoli, Guido Toffoletti, san pietro, festaCome vi avevo anticipato, vi parlo della Festa de San Piero de Casteo, uno degli appuntamenti estivi ormai imperdibili per i veneziani.

Si inizia stasera alle 21:15, con GOLDRAKE GENERATION. La serata, dedicata alla mia generazione, ha tra i protagonisti il Maestro Vince Tempera, Luigi Albertelli, Silvio Pozzoli, e una delle band più amate della città, LA MENTE DI TETSUYA, specializzata in cover delle sigle dei cartoni animati più amati di tutti i tempi.

Il 28/06/12, alle ore 21:15 MAX ROCK BLUES SOCIETY: evento speciale con la band che, assieme a Guido Toffoletti, noto bluesman veneziano, ha scritto la storia del blues italiano.

Il 29/06/12, sempre alle 21:15, LUI e gli amici del RE: un coinvolgente spettacolo durante il quale saranno riproposti tutti i più grandi successi di Adriano Celentano.

Il 30/06/12, alle ore 21:15, ci si diverte con la musica dei 7s8 SETTESOTTO, gruppo di tre ragazzi e quattro ragazze accomunati dal desiderio di proporre, con rinnovata freschezza, i brani che hanno fatto la storia della musica italiana e internazionale.

Si conclude il primo luglio, a partire dalle 21:00, con MAX & THE SEVENTH SOUND, band veneziana nata con lo scopo di divertire e divertirsi, proponendo brani che hanno fatto la storia dell’indimenticabile atmosfera dei mitici Seventies.

Insomma, spettacolo e divertimento garantiti, tanta buona musica, cibo, bevande ed eventi collaterali, in una delle zone più antiche e socialmente rilevanti della città.

Venezia tra feste arte e storia

art night, san marco, castello, san pietro, Principessa SissiL’arte ha liberato la notte di Venezia, il 23 giugno. L’Art Night 2012 è stata un grande successo, tutta la città era in festa, tantissime le presenze e molti gli spunti interessanti.

Le danze si sono aperte verso le 17:00 e fino a mezzanotte è stato possibile visitare tante mostre, musei, fondazioni e partecipare ad eventi appositamente pensati per l’occasione.

Una notte memorabile che, come nelle intenzioni degli organizzatori, ha mostrato ai veneziani e al mondo, come la città lagunare sia ancora un luogo vitale, ricco di nuove proposte e stimoli, non solo una città museo, destinata al progressivo spopolamento.

L’Art Night tornerà nel 2013 e la attenderemo con ansia, ma nel frattempo altre occasioni per divertirsi nella torrida estate veneziana non mancano di certo, una delle prossime è la 42^ Festa de San Piero de Casteo, che inizia mercoledì 27 giugno alle 21:00, con una serata in musica all’insegna degli anni ’80.

Su questo evento tornerò nei prossimi post, proponendovi qualche foto e il programma delle altre giornate.

In conclusione vi segnalo un intervento di restauro che presto permetterà di restituire al pubblico nove stanze degli appartamenti Imperiali d’Austria, adiacenti al Museo Correr.

Questi lussuosi spazi, che ospitarono la Principessa Sissi, riapriranno il 10 luglio, dopo l’intervento di restauro che ha coinvolto stucchi, marmorini, pavimenti, arredi e camini.

InstArtNight: la notte dell’arte per immagini

InstArtNight, innovazione, Instagram, Instaboat, Instameet, concorsoCi sarà anche un contest fotografico ad arricchire il già ampio programma dell’Art Night 2012, la Notte dell’Arte in programma sabato 23 giugno a Venezia.

L’evento, dopo la prima edizione dell’anno scorso, torna ancora più ricco di idee e suggestioni, grazie all’entusiasmo degli organizzatori: l’Università Ca’ Foscari, in collaborazione con l’amministrazione comunale e molte delle principali istituzioni di arte e cultura della città.

Grazie all’accordo di collaborazione stretto tra l’Ateneo veneziano e la rivista L’illustre, mensile edito da Calliandro Editore, le migliori foto, realizzate con Instagram durante l’evento, e condivise su Facebook e Twitter, parteciperanno ad un Art Contest e i 10 Top Instagramers dell’Art Night, giudicati da una giuria di giornalisti ed esperti del settore, vedranno i loro scatti pubblicati sulle pagine della rivista.

Il “popolo di Instagram” verrà ospitato dalla Instaboat, un’imbarcazione che, a partire dalle 17 e fino a notte inoltrata, condurrà i partecipanti alla scoperta delle sedi dei vari eventi in programma, e di alcune parti della città aperte per l’Art Night. Tutte le foto saranno visibili in tempo reale a Ca’ Foscari e sul sito www.veneziadavivere.com, che organizza l’Instameet con Instagramers Italia e Instagramers Venezia.

Saranno presenti i bloggers e gli instagramers più conosciuti in rete, e Ilaria Barbotti, manager della community Instagramers Italia. Ca’ Foscari sarà il meeting point per l’accoglienza di InstArtNight, l’accreditamento dei partecipanti e la consegna della mappa di tutti gli eventi.

Tutti i partecipanti alla notte dell’arte di Venezia potranno però diventare parte attiva dell’evento e condividere informazioni, sensazioni, esperienze, consigli, in tempo reale, grazie ai social network, usando l’hashtag #artnightvenezia su Instagram e su Twitter.

Potrete inoltre raccontare la vostra Art Night sul profilo Facebook di ArtNightVenezia e commentare su Twitter, facendo precedere ogni tweet dall’hashtag #artn12, scrivendo direttamente a @artnightvenezia o seguendo il profilo @artnightvenezia.

Il programma di Art Night Venezia è disponibile anche sul sito internet www.artnightvenezia.it, dal quale si può scaricare e stampare.

I Bochaleri

associazione,artisti,artigiani,ceramica,Campo Bragora,BochaleriL’Associazione de “I Bochaleri” nasce a Venezia nel 2003. I fondatori sono artigiani della ceramica di lunga esperienza, da anni presenti sul territorio con i loro laboratori, e che hanno sentito la necessità di fare sistema, e di presentarsi come un unico soggetto promotore della riscoperta dell’arte della ceramica a Venezia. Il principale obbiettivo è quello di recuperarne i notevoli ed importanti aspetti storici ed artistici. Quella della ceramica è infatti una tradizione molto antica e radicata in laguna, anche se forse meno nota, rispetto ad esempio a quella del vetro.

L’Associazione “I Bochaleri” si propone per questo di preservare e far riscoprire questa antichissima arte, in qualche modo dimenticata, attraverso interventi che ne garantiscano una rilevante visibilità sul territorio e conducano a riconoscere gli interpreti contemporanei, che ancora oggi operano con abilità e maestria nel tessuto produttivo dell’artigianato veneziano.

Il prossimo appuntamento con l’associazione e con i maestri ceramisti che ne fanno parte è per il 21-22-23 giugno in Campo della Bragora, dalle: 11:00 alle 20:00, con un’esposizione di ceramiche, dimostrazioni e laboratori, anche per bambini.

Per maggiori informazioni vi rimando al sito: www.bochaleri.it

Vi ricordo poi, come segnalavo nel precedente post, che sempre il 23 giugno ci sarà la seconda edizione della notte dell’arte (Art Night Venezia).

Art Night Venezia, l’arte libera la notte anche nel 2012

università, mostra, artisti, Art NightE’ estate, il caldo è arrivato e aumenta la voglia di uscire, stare all’aperto, andare al mare se si può, o più semplicemente, fare un passeggiata, anche se si resta in città. Ormai la luce ci accompagna fino a tarda sera e quindi, anche dopo cena, spesso la voglia di far due passi, uscire, e magari visitare una mostra o andare ad un concerto aumenta. A Venezia gli eventi non mancano, tra i tanti oggi vi parlo della Notte dell’Arte, confermata dopo il buon successo dell’anno scorso.

L’edizione 2012 si terrà sabato 23 giugno, e coinvolgerà più di cento istituzioni tra musei, gallerie, fondazioni, chiese, palazzi e librerie.

Si partirà alle 16:30 con la presentazione ufficiale dell’evento presso l’Università Ca’ Foscari, che ne è promotrice, dopodiché ognuno potrà autonomamente, in base ai propri desideri, interessi e disponibilità di tempo, disegnare il proprio percorso, seguendo un filo logico o l’estro del momento.
Quest’anno, oltre all’opportunità di scoprire e visitare parte dell’immenso patrimonio artistico di Venezia, ci sarà una raccolta di fondi a favore dell’Emilia Romagna colpita dal terremoto.

Il programma della serata prevede performance musicali, letture, workshop e tour culturali, tra i quali segnalo l’itinerario teatrale sulla storia del libertinaggio ai tempi della Serenissima.

Per gli appassionati di musica ricordo invece i concerti al Palazzetto Bru Zane, e il concerto presso il Conservatorio Benedetto Marcello.

L’evento si conclude, secondo me un po’ troppo presto, a Mezzanotte, neanche Venezia fosse una sorta di cenerentola, ma pazienza, bisogna anche rispettare chi vuole dormire, e ne ha naturalmente tutto il diritto.

Per il programma completo vi rimando a questo link: http://virgo.unive.it/artnightvenezia/programma.php

Helicotrema – Festival dell’audio registrato

serra, Festival sonoro, ascolto collettivo, radiodrammi, streaming, Radio PapesseHo sempre amato molto i libri, e visto che mi ritengo un innovatore, o almeno uno che ci prova ad esserlo, ho pubblicato degli ebook, e da qualche tempo gestisco un sito dedicato agli audiolibri e collaboro con un importante editore specializzato in queste particolari pubblicazioni.

Ho sempre creduto che i libri, oltre che leggerli sia possibile ascoltarli, in particolare se chi li legge per voi lo sa fare bene.

L’esperienza dell’ascolto, sia essa di un classico, piuttosto che di una nuova proposta, è sempre interessante e può riservare grandi emozioni.

Se poi l’esperienza di ascolto è collettiva, un po’ come se stessimo ad un concerto o ad una lettura di poesie, la componente emozionale può essere ulteriormente amplificata. Per questo parlo volentieri di Helicotrema, un Festival davvero originale che si concluderà il 16 giugno a Venezia.

Tutto di questo evento risulta interessante, ad iniziare dall’immagine scelta per i manifesti che ha subito catturato la mia attenzione, e senza la quale probabilmente non avrei mai saputo dell’iniziativa.

Per tre giorni la Serra dei Giardini di Castello, di cui già ho parlato in passato in questo blog, diventerà la suggestiva sede di un festival sonoro unico nel suo genere. Ma niente concerti. Solo radiodrammi. O meglio ancora, opere sonore di artisti e autori internazionali da ascoltare, in modalità collettiva.

E per non farsi mancare nulla poi Helicotrema si potrà ascoltare anche in diretta streaming, grazie alla piattaforma online di Radio Papesse, così anche se non sarete a Venezia potrete comunque partecipare.

Il festival è iniziato ieri, ma per ovvi motivi mi limito a riportarvi il programma di oggi e domani. Io penso che oggi lo seguirò in streaming, mentre sabato farò un salto live alla serra. Buon ascolto!

serra, Festival sonoro, ascolto collettivo, radiodrammi, streaming, Radio Papesse

15 giugno
dalle 19.00 ascolto collettivo dei lavori di: Paolo Pennuti ed Elisa Ferrari, Alessandra Messali, Andrea Morbio e Carol Sabbadini
dalle 21.00 i lavori di: Giulio Squillacciotti, Raqs Media Collective, Hildegard Westerkamp, Elisa Strinna

16 giugno
dalle 17.00 ascolto dei lavori di: Valentina Roselli, Meris Angioletti, Mark Peter Wright, Don Simmons,
Petri Kuljuntausta.
dalle 19.00 i lavori di: Caterina Rossato, Gaëtan Robillard, Marcelline Delbecq, Giulia Marzin.
dalle 21.00 i lavori di: TSO, Saskia Holmkvist, Blauer Hase

Il Premio Arte Laguna riapre le candidature

artisti, premio, mostraL’Associazione Culturale MoCA (Modern Contemporary Art), in collaborazione con lo Studio Arte Laguna, indice la settima Edizione del Premio Internazionale “Arte Laguna”, finalizzato alla promozione e alla valorizzazione dell’Arte Contemporanea.

Il Premio è aperto a tutti gli Artisti, senza limiti di età, sesso, nazionalità o altro, e ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana. E’ patrocinato, tra gli altri, dal Ministero degli Esteri, dalla Regione Veneto, dal Comune di Venezia, dall’Università Cà Foscari di Venezia e dall’Istituto Europeo di Design.

Il concorso prevede l’assegnazione di premi in denaro, l’allestimento di un’importante mostra collettiva a Venezia, mostre in Gallerie d’Arte, Residenze d’Arte e pubblicazione del catalogo.
Ora il Premio Arte Laguna riapre le candidature agli artisti da ogni parte del mondo, mettendo in palio premi in denaro, mostre, partecipazioni a festival e collaborazioni con aziende, per una dotazione totale di ben 170.000 euro.

Le Sezioni nelle quali candidarsi con le proprie opere sono: pittura, scultura, arte fotografica, video arte e performance.

Chiusura iscrizioni: 8 Novembre 2012
Mostra finalisti: Arsenale di Venezia
Mostra Under25: Istituto Romeno di Venezia

The Arte Laguna prize reopens the applications for artists from all over the world, putting up cash prizes, art residencies, personal exhibitions in galleries, collaborations with companies and participation in festivals, for a global value of 170,000 Euros.

Sections: painting, sculpture, photography, video art and performance, virtual art-iFOPE
Deadline: November 8, 2012
Finalists exhibition: Arsenale of Venice
Under25 exhibition: Romanian Institute of Venice

Info: www.premioartelaguna.it

Le macchinette della discordia

1191136760.jpgIl mondo a volte pare girare al contrario, e certe situazioni appaiono inverosimili. Di recente hanno fatto la loro comparsa nel campanile di San Marco dei distributori automatici di bibite e snack, che sono stati molto contestati, così come quelli che erano stati collocati qualche tempo fa nei pressi della Basilica di Santa Maria Assunta, nell’isola di Torcello.

La cosa bislacca è che le proteste non sono venute dalla curia, dal patriarcato di Venezia, o dalla diocesi, e neppure da veneziani o, tantomeno, dai turisti, che probabilmente apprezzavano la possibilità di sgranocchiare qualcosa di low cost in Piazza San Marco.

A rendere piuttosto surreale la vicenda è che ad installare i distributori automatici di bibite e merendine è stata proprio la curia patriarcale di Venezia.

Le macchine, a disposizione dei turisti che salgono sul campanile, sono state contestate invece dalla Soprintendenza, che ne ha chiesto la rimozione.

Vedremo come si concluderà la vicenda, ma che al decoro di monumenti, che va ricordato sono anche luoghi di culto, pensi più la soprintendenza che i vertici della chiesa veneziana, questo fa un po’ pensare.
Chissà se le monetine raccolte dai distributori verranno almeno usate per opere di bene.

Via i graffiti dal Ponte di Rialto

1019987931.jpgGuerra ai graffiti sul Ponte di Rialto e negli altri luoghi simbolo di Venezia: parte dal web l’operazione-pulizia di monumenti e muri imbrattati dai vandali, che vede per la prima volta scendere in campo il Comune di Venezia accanto ad un gruppo di cittadini, organizzatisi attraverso il popolare social network Facebook.

I lavori di pulizia cominceranno nelle prossime settimane ed entro l’estate ridaranno finalmente la giusta dignità al Ponte di Rialto, eliminando tutti i graffiti che lo deturpano; verranno inoltre installate delle telecamere di sorveglianza, e saranno ripuliti dagli sfregi dei vandali anche altri sette importanti luoghi della città.

Mi pare un’ottima cosa, l’unico dubbio forse ce l’ho sull’installazione di nuove telecamere, Venezia è già piena di occhi elettronici, basterebbe usare con criterio quelli che ci sono.

Per quanto riguarda i vandali vorrei dire… Per prima cosa imparate a disegnare, e cercate dei messaggi sensati da veicolare, in seguito trovate luoghi e spazi adatti, non i marmi di antichi monumenti. 

In alcuni casi colorare le periferie degradate potrebbe essere (o almeno sembrare) una buona idea, ma attenzione al rispetto della legge.

Scrivere sui muri di Venezia, è invece sempre una pessima idea. Se volete farvi sentire, e magari fare arte, non insulsi scarabocchi, la rete potrebbe rappresentare un’ottima vetrina.